simracing
Frederik Rasmussen alza il trofeo della seconda stagione di Formula E Accelerate. Credits: FIA Formula E official Twitter page

Settimana da Oscar per il simracing, con due eventi da Gran Gala direttamente on-site, in concomitanza con i rispettivi campionati del mondo reale. In primo luogo, si è svolta a Londra, nell’ExCel della capitale inglese (teatro dei round 13 e 14 del campionato di Formula E) la finale della seconda edizione del Formula E Accelerate, la serie dedicata al simracing della categoria full-electric.

RASMUSSEN PADRONE DELL’ExCel DI LONDRA

Presenti 11 simracers qualificati tramite eventi hotlap durante gli E-Prix della stagione (come avevamo già anticipato nella nostra anteprima). Tra questi ritroviamo volti noti della stagione inaugurale, come il campione in carica Frederik Rasmussen, il bi-campione F1 Esports, Jarno Opmeer, ed alcuni dei protagonisti su rFactor 2 nella Formula Pro Series. È proprio il software di Studio 397 ad avere il contenuto ufficiale della Formula E. I simracers si sono sfidati infatti con le Gen2 lungo il vecchio layout dell’Exhibition Centre Circuit. Previste due gare da 15 minuti, precedute da una qualifica con il medesimo format dei duelli presente nella controparte reale; anche il sistema di punteggio è quello ufficiale del campionato.

La giornata sembra recitare il nome di un solo pilota, quello del campione in carica Frederik Rasmussen. Il danese del Red Bull Racing Esports ha conquistato entrambe le pole position, dimostrando un adattamento rapido alle postazioni simracing presenti a Londra, nonché una consistenza inarrivabile per gli avversari. Se la prima gara è stata un dominio incontrastato, vinta con 10 secondi di margine su Bono Huis, nella seconda l’adattamento degli altri piloti ha racchiuso la griglia. Jarno Opmeer ha insidiato il giovane danese sin dalle prime tornate. Rasmussen ha optato per utilizzare l’Attack Mode (previsto uno per gara da 90 secondi) nel primo passaggio disponibile, per poi gestire l’energia fino alla bandiera a scacchi. Opmeer, infatti, non è mai riuscito a scendere sotto il mezzo secondo, primi giri esclusi.

SUL PODIO IL DUO MERCEDES OPMEER-HUIS, AMAREZZA PER JAJOVSKI

L’olandese della Mercedes deve quindi accontentarsi della seconda posizione finale, alle spalle di Rasmussen che bissa il successo dell’anno scorso. Sul podio finale sale anche l’altro pilota Mercedes presente a Londra, ossia Bono Huis. Il contendente di Rasmussen della passata stagione, Erhan Jajovski, termina solo al sesto posto finale, nonostante il podio conquistato in Gara-2. Una stagione amara fin qui per il macedone, il quale ha ceduto il passo anche in Formula Pro Series. Sorprendente, invece, il suo compagno di squadra in R8G Esports, Marcell Csincsik, alla sua prima avventura con una monoposto di Formula E: l’ungherese è solido in entrambe le gare e conclude la finale al quarto posto in classifica generale. A chiudere la top five troviamo Graham Carroll, altro protagonista della prima stagione.

SRO ESPORTS RACING NIGHT: UNA NOTTE PER LE STELLE DEL SIMRACING

L’altro grande evento del simracing di questo fine settimana svolto on-site è quello organizzato da SRO Esports, durante la 24 Ore di Spa. 24 tra i migliori simracers di tutto il mondo si sono sfidati nella Fanatec Arena in una gara da 60 minuti, preceduta da una qualyfing race da 30 minuti ed una sessione di qualifica. Per la prima volta da quando SRO Esports ha organizzato eventi, i simracers hanno corso con lo stesso equipaggiamento, fornito dal title sponsor del campionato, ossia Fanatec.

La pole position e la vittoria della qualyfing race sono state ad opera di Kamil Pawlowski a bordo della Ferrari 488 GT3 Evo. Il vincitore della Ferrari Esports Series 2021, però, ha dovuto fare i conti nella main race con il suo compagno di squadra, David Tonizza, e con la Lamborghini di Tobias Pfeffer.

Fattore decisivo, diversamente dalla sprint series di SRO Esports, era la sosta ai box. In quest’ultima bisognava effettuare un pit stop di almeno 25 secondi: Pawlowski e Pfeffer hanno anticipato la loro sosta rispetto a Tonizza. L’italiano è uscito in testa sul Kemmel, ma con una velocità inferiore. Alla staccata di Les Combes, si è aperta una lotta a tre, cui le due Ferrari hanno cercato di fare gioco forza nei confronti della Huracan marchiata Unicorns of Love. Tonizza quindi comandava la corsa, ma Pawlowski era leggermente più rapido. Malgrado ciò, una lotta tra i due compagni di squadra avrebbe agevolato il tedesco in terza posizione.

TONIZZA TRIONFA NELLA FANATEC ARENA, DRAMMA PER PAWLOWSKI

Ad una manciata di minuti dalla bandiera a scacchi, però, un problema tecnico colpisce Kamil Pawlowski, il quale è costretto al ritiro dalla seconda posizione. Sul podio sale Nils Naujoks, al termine di una battaglia con l’altra Lamborghini dell’Unicorns of Love, quella di Dennis Schoeniger. Quest’ultimo deve accontentarsi del quarto posto, ma il format prevede un montepremi suddiviso tra i primi cinque, analogamente a quanto accade nel Fanatec Esports GT Pro Series. Alle spalle di Tonizza, Pfeffer, Naujoks e Schoeniger, in quinta posizione, troviamo Michael Tauscher con l’Audi R8 LMS Evo2. Unicorns of Love può festeggiare alla grande perché mette tre dei suoi piloti nella top five, a dimostrazione del lavoro svolto dal team in questi anni su Assetto Corsa Competizione.

IN ARRIVO SU ASSETTO CORSA COMPETIZIONE LE NUOVE GT3 DEL 2023 E LE GT2 DI SRO

L’SRO Esports Racing Night non è l’unica novità del fine settimana belga. Durante la classica conferenza stampa annuale di SRO, l’organizzazione fondata da Stephane Ratel, assieme a Kunos Simulazioni (sviluppatore di Assetto Corsa Competizione) hanno annunciato che il software italiano supporterà la serie anche per il 2023. Motivo per cui vedremo le nuove GT3 presentate proprio in questi giorni, ossia: Ferrari 296 GT3, Porsche 911 Type 992 GT3-Spec e la Lamborghini Huracan GT3 Evo2. Inoltre, Kunos implementerà le nuove GT2 del programma SRO, le quali ad oggi sono: Audi R8 LMS GT2, Brabham BT63 GT2, KTM X-BOW GT2, Lamborghini Huracan SuperTrofeo Evo GT2, Maserati MC20 GT2, Porsche 911 GT2 RS Clubsport e la 935, ed infine la Mercedes AMG GT Track Series.

Una notizia importante per i fan del simracing, i quali potranno allargare i propri orizzonti sul titolo italiano oltre alle già presenti categorie GT3, GT4 e Cup Series. Tuttavia, Marco Massaruto, co-fondatore di Kunos Simulazioni, ha dichiarato che si tratta di una decisione presa ultimamente, quindi con molta probabilità le GT2 saranno presenti solo nel 2023. Inoltre, vista l’uscita di Assetto Corsa 2 nel 2024, il pacchetto composto da questa nuova categoria potrebbe essere l’ultimo prima di chiudere lo sviluppo su Assetto Corsa Competizione.

Antonio Fedele

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.