grant-smith
Jordan Grant-Smith ottiene il suo primo successo sul circuito dell'Hungaroring nella serie europea di SRO Esports, a bordo della Porsche 911 GT3. Credits: Jordan Grant-Smith official Twitter page

Quarto vincitore diverso in quattro gare nella serie sprint di SRO Esports. Il titolo 2022 si assegnerà nell’ultima gara, dopo che il round ungherese ha rimescolato le carte in tavola.

La pole position è andata nelle mani di Jordan Grant-Smith sulla Porsche 911 GT3, confermando le sensazioni della vigilia che attendevano la vettura della casa di Stoccarda competitiva sull’Hungaroring. Rimane comunque sorprendente il risultato dell’anglo-jamaicano, poiché fino a questo punto della stagione la 911 che apriva le danze era quella di Michael Tauscher, il quale è scattato 5° a meno di un decimo dalla pole. Tuttavia, Grant-Smith aveva dato prova del suo ritmo su questo circuito, vincendo già la passata stagione nel GTWC America Esports.

MAXI-CARAMBOLA IN PARTENZA: COINVOLTO ANCHE McCORMACK

Il poleman difende la sua partenza al palo alla prima curva. Dietro di lui, invece, succede di tutto: Tonizza, scattato in prima fila, viene ingaggiato da Naujoks, ma un errore in frenata da parte di Stapleford fa carambolare il pilota italiano sulla BMW M4 del BS+COMPETITION. Come se non bastasse, in uscita dalla prima variante, scaturisce un contatto tra Kammerer, Klinkmuller e McCormack che mette fuori gioco molti piloti tra cui proprio il leader della classifica generale, dopo esser partito solo dalla 14° casella, ossia il peggior risultato stagionale per l’irlandese.

Illesi dal maxi-incidente sono soprattutto Luca Losio e James Baldwin, i quali entrano nella top five. Il primo riesce ad agguantare il podio dopo una sbavatura di Tauscher, mentre Baldwin è alle prese con il leader della Silver Cup, Kieran Prendergast.

GRANT-SMITH GESTISCE, PRIMO PODIO PER HOSSEINI E LOSIO. IN SILVER TRIONFA PRENDERGAST

Sempre in testa Grant-Smith anche dopo la sosta ai box, anticipata di un giro rispetto al suo inseguitore, Amir Hosseini. Nonostante il pilota R8G Esports si sia avvicinato al leader nel finale, l’alfiere di Race Anywhere ha gestito il margine, conquistando la prima vittoria nella serie europea.

Hosseini e Losio salgono per la prima volta sul podio, mentre nella Silver Cup a vincere è Kieran Prendergast, nonostante sia arrivato secondo sul traguardo alle spalle di Stapleford. Infatti, il pilota G2 Esports è stato penalizzato post-gara per il contatto di curva 1, dovendo cedere vittoria e persino il podio di classe. Al fianco di Prendergast infatti troviamo Blajer, sempre più leader della categoria ed Egor Ogorodnikov.

La classifica piloti recita ancora Daire McCormack leader dei Pro, ma il suo vantaggio si riduce a soli 5 punti sul campione 2021, James Baldwin. Gronewald scavalca Tonizza in terza posizione, a 16 lunghezze dal pilota Munster Rugby. Per quel che concerne la Silver Cup, Blajer comanda con 134 punti al fronte dei 109 di Stapleford, in vista dell’ultimo appuntamento sul circuito di Monza.

Antonio Fedele

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.