Formula Pro Series
Credits: Traxion

Nel deserto californiano di Laguna Seca va in scena l’ultimo round della seconda stagione di Formula Pro Series, con lo scettro del massimo campionato a ruote scoperte su rFactor 2 che passa nelle mani di Kevin Siggy e del Team Redline.

Jeffrey Rietveld si presenta alla vigilia dell’ultima gara da leader del campionato, e ciò significa che dovrà correre con 10 kg di zavorra sulla sua monoposto. Simoncic, leader per metà delle sei tappe, avrà un peso aggiuntivo di 7 kg, mentre il campione uscente, Bono Huis, deve tener conto di 4 kg aggiuntivi. Per questo motivo, secondo molti esperti il favorito per il titolo diventa Kevin Siggy, quarto in campionato senza alcuna zavorra. Ed è proprio lo sloveno a conquistare la pole position, mettendosi nella posizione ideale per i 60 minuti di gara. Inoltre, l’avversario più vicino è Huis in seconda fila, Simoncic occupa la quinta casella e Rietveld la decima.

SIGGY SALDAMENTE IN TESTA, LE SPERANZE DI TITOLO DI SIMONCIC SI SPENGONO AL CAVATAPPI

Allo sventolare della bandiera verde non c’è nessun problema per il poleman che difende la sua leadership con l’ausilio del Push-To-Pass. Grande spunto per Huis, il quale però viene allargato in percorrenza del tornante Andretti. L’olandese torna quindi in quarta posizione, davanti a Simoncic. Quest’ultimo, qualche istante dopo commette un errore al Cavatappi, finendo contro le barriere. Lo sloveno del Burst Esports deve salutare le sue chance di titolo sin dai primi minuti, e la stessa Burst farsi sfilare una parte del montepremi prevista per le prime squadre.

Per la prima volta nella storia della Formula Pro Series si parla di strategia a causa dell’elevata usura sugli pneumatici, specialmente sull’anteriore destra. Questo ha portato alcuni piloti a preferire due soste nell’arco dei 60 minuti, optando per due treni di Soft e uno di Medie. Tra i primi, il duo Red Bull e l’alfiere Wolves GR Esports, Adam Maguire, hanno percorso questa strada. Proprio Maguire si è avvicinato minacciosamente al leader della corsa Kevin Siggy nelle prime fasi, sfruttando la vettura più leggera di carburante, ma una piccola escursione fuori pista lo ha riportato sui cinque secondi di gap. In seguito al valzer dei pit stop è stato Huis a trovarsi in seconda posizione, poiché Marcell Csincsik si è girato sul cordolo di curva 4.

DOPO IL DTM ESPORTS, SIGGY FA SUA ANCHE LA FORMULA PRO SERIES

Ciononostante, con un Jeffrey Rietveld in ottava posizione, il titolo sarebbe andato ugualmente in casa Redline. Al pilota Mercedes serviva quindi la prima vittoria stagionale, dopo aver trionfato in tutte le gare della passata stagione. Tuttavia, il portacolori della squadra supportata dal VerstappenCOM Racing era troppo distante, e poteva contare su una macchina ben settata per la gara. Lo sloveno può quindi festeggiare la seconda vittoria stagionale (unico a riuscirci assieme al compagno di squadra) ed il titolo di campione piloti della Formula Pro Series 2022. Redline fa festa completa, prendendosi anche un titolo a squadre ampiamente meritato. Bono Huis, tra i più vincenti della storia di rFactor 2 sulle ruote scoperte, deve scendere dal trono per un solo punto. Chiude sul podio del campionato Jeffrey Rietveld, il quale ha preso la leadership del campionato nel momento sbagliato.

Lo stesso Siggy ha dichiarato nel post-gara di non sentire nelle proprie mani questo titolo. Nonostante il passo trovato su questa pista fosse ottimo, la mancanza di ballast sulla sua vettura rispetto agli avversari lo ha aiutato a raggiungere un titolo insperato all’inizio. Chiudono un ottimo campionato i piloti del Red Bull Racing Esports, in quarta e quinta posizione, nonché in seconda per quanto riguarda le squadre. La strategia a due soste non ha pagato al meglio a Laguna Seca, terminando in sesta e settima posizione, ma quanto basta per sopravanzare Burst Esports. Strategia a due soste che invece ha pagato con Adam Maguire, che si regala il primo podio personale e per Wolves GR Esports.

FORDZILLA SI SALVA, PROMOSSO MICHEL CON NEEDRACING

Infine, le note dolenti della stagione: gli ultimi due team in classifica, Rocket Simsport ed il Team Fordzilla sono stati costretti ad affrontare delle gare di retrocessione per stabilire la loro permanenza in Formula Pro Series. A giocarsi questi posti le prime tre squadre della Formula Challenge, ossia la serie cadetta. Al termine di tre gare sprint, NeedRacing.com e il campione della Formula Challenge, Christian Michel, vengono promossi in Formula Pro. Riesce a difendersi Fordzilla, che rimane nella categoria massima.

Antonio Fedele

Credits: Traxion.gg

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.