Jonathan Rea in azione durante i test
Jonathan Rea in azione durante i test

Il Circus Superbike è in fermento. Ieri si sono conclusi a Barcellona i test delle categorie WorldSSP600 e WorldSSP300 e da oggi tocca ai piloti WSBK scendere in pista per due giornate di prove. Dopo le presentazioni dei team HRC, Kawasaki KRTPata Yamaha, è il momento di fare sul serio. Tutti presenti o quasi: mancano, infatti, il Team Puccetti Racing, che sarà impegnato nell’apertura del CIV italiano, e il Team BMW RC Corse, che in questo 2021 non ha ancora fatto salire in sella Laverty.
Vediamo nel dettaglio come è andato il Day 1.

Una top 5 variegata: Rea il più veloce, Haslam lo insegue

Non si può dire che non sia stata una giornata equilibrata: nei primi cinque troviamo tutte le Case (Kawasaki, Honda, Yamaha, Ducati e BMW).

Il più veloce è stato il Campione in carica Jonathan Rea. Il pilota nordirlandese oggi si è concentrato su alcuni elementi del telaio e sulle forcelle anteriori Showa della sua ZX-10R, concludendo 68 giri di pista. La Ninja, come Kawasaki ci ha ormai abituato, sembra molto promettente e, nelle mani di Rea, diventa la regina della prima giornata di test, fermando il cronometro a 1:40:793. Si tratta di un crono ben 1 secondo più veloce della Superpole 2020, ma i riferimenti della pista vanno rivisti dal momento che la curva 10 ha subito delle modifiche.

Il secondo miglior tempo è stato quello di Leon Haslam, che è tornato ai box HRC con un tempo di 1:40:900, dopo aver provato un nuovo scarico sulla sua CBR-1000 RR-R. Lo segue a un battito di ciglia un veloce Garrett Gerloff (1:40:910), che, in sella alla Yamaha del Team GRT, ha testato novità riguardanti elettronica ed aerodinamica. Una bella conferma quella dello statunitense, che lo scorso anno ha centrato il podio in tre diverse occasioni (due terzi posti e un secondo posto).

Si prevede che sia aperta la stagione di caccia al titolo anche per Scott Redding, il quale ha concluso la giornata con il quarto miglior tempo (1:40:962), dopo essere stato il migliore del round mattutino. Ducati ha provato dei nuovi dispositivi posizionati vicino alla sella della Panigale V4.

Il primo a salire sopra l’1:40 è stato Tom Sykes che con la sua BMW chiude la top5 (1:41:265).

La Top10 e gli italiani

Sesta e settima piazza rispettivamente per Toprak Razgatlioglu (1:41:334) e Jonas Folger (1:41:598).

Michael Ruben Rinaldi è stato il primo italiano della classifica giornaliera. Il pilota del team Ducati Aruba ha concluso con l’ottavo tempo di 1:41:748. Sempre parlando dei portabandiera tricolore troviamo Andrea Locatelli decimo (1:41:926) e Alex Bassani quattordicesimo (1:42:677).

Giornata di debutto per Chaz Davies in sella alla Ducati del Team GoEleven. Il britannico oggi non ha testato alcuna novità sulla moto, concentrandosi solo sul feeling di guida e tornando ai box col nono tempo (1:41:775).

Chiara Toffolo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.