Fonte: worldsbk.com

È di Toprak Razgatlioglu la vittoria di gara1 a Jerez con il WorldSBK che torna alle due gare “lunghe” dopo la cancellazione delle gare di ieri. Si è dovuto arrendere a pochi passaggi dal termine Jonathan Rea. Il nord irlandese è rimasto al comando per tutta la gara ma è stato battuto nel finale dal turco. Completa il podio Scott Redding che come già successo a Barcellona ricostruisce nel finale un podio, anche da lui, inatteso.

Una domenica complicata per tutti i piloti del WorldSBK che poco prima della gara si sono ritrovati in griglia per il minuto di silenzio in ricordo di Dean Berta Vinales. Nel WorldSBK solo Isaac Vinales, cugino di Dean Berta, non ha preso il via alle gare.

Al via è subito Jonathan Rea a mettersi al comando insidiato da vicino per tutta la gara da Toprak Razgatlioglu. I due hanno creato subito un gap su Andrea Locatelli e le due Ducati ufficiali di Scott Redding e Michael Rubén Rinaldi. A metà gara Toprak ha provato ad attaccare Rea alla “Dry Sac” con i due che sono andati al contatto rischiando di cadere. Ne approfittano Locatelli e Redding che si riportano a contatto con i primi due. Il nord irlandese però ricomincia a spingere e insieme al turco ricreano un margine di sicurezza per lottare da soli per la vittoria.

A sei giri dalla fine arriva l’attacco di Toprak che si porta al comando con Rea che non riesce più a replicare al turco. Razgatlioglu porta dunque a sei i punti di vantaggio su Rea nella classifica iridata WorldSBK. All’ultimo giro arriva invece l’attacco di Scott Redding su Andrea Locatelli. L’inglese di Ducati negli ultimi passaggi si è rifatto sotto il pilota di Selvino e lo ha passato senza possibilità di replica.

Quinta piazza per Alvaro Bautista che in questo finale di stagione con la Honda sta cominciando a raccogliere il lavoro degli ultimi due anni. Ottima sesta piazza per Loris Baz, dì ritorno nel WorldSBK dopo la sua campagna americana nel MotoAmerica. Il francese sostituirà qua e per il prossimo round Chaz Davies che giovedì ha annunciato il ritiro a fine stagione. Settima piazza per Michael Van der Mark che nel finale ha resistito agli attacchi di Axel Bassani, ottavo. Chiudono la top10 Alex Lowes, acciaccato dopo la caduta di Barcellona e Garrett Gerloff.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.