chaz davies
Fonte: Chaz Davies pagina Facebook ufficiale

E’ ufficiale il ritiro da pilota WorldSBK per Chaz Davies, che a 34 anni decide di appendere il casco al chiodo. Il pilota di Knighton ha nel palmares un titolo del Mondo in SSP nel 2011 e tre secondi posti nella classe regina delle derivate di serie. Il centauro gallese vanta anche esperienze tra 125, 250 e MotoGP.

A rendere “omaggio” a Davies ci sono gli amici, gli avversari ed i compagni di sempre. Non manca anche la commozione per Chaz nel rivedere i migliori momenti della sua carriera sportiva.

LE DICHIARAZIONI POST ANNUNCIO DI DAVIES

Chiaramente Davies nel comunicare la notizia ha la voce rotta dalle mille emozioni che prova: “Sfortunatamente sarà la mia ultima stagione in Superbike. Non è stata una decisione facile, ci ho pensato molto ma quando è fatta è fatta. Credo che sia il momento giusto, anche se non è semplice. Ci sono tante ragioni dietro questa scelta, ma sono convinto che sia la decisione corretta. Sono pronto a voltare pagina e aprire un nuovo capitolo”

UNA CARRIERA STRAORDINARIA

Il #7 in carriera è divenuto campione del mondo Supersport nel 2011. L’anno successivo ha iniziato la sua avventura nella Superbike che si conclude nove anni dopo, forse in Argentina forse in Indonesia. Chaz da rookie in Sbk centra all’ottavo round il suo primo podio ed al dodicesimo la sua prima vittoria sul tracciato del Nurburgring con il team ParkinGO di Giuliano Rovelli, stesso team con cui aveva conquistato l’iride l’anno precedente. Nel 2013 passa a Bmw e trionfa altre tre volte, mentre nel 2014 arriva un passaggio fondamentale nella sua carriera: l’arrivo in Ducati, squadra che non mollerà fino alla fine della carriera.

Con la Rossa di Borgo Panigale Davies diviene tre volte vice campione del mondo, nelle stagioni 2015, 2017 e 2018. Questi i numeri di Chaz in Sbk: 32 vittorie, 99 podi e 7 pole position. Quando c’era da battagliare il #7 non si è mai tirato indietro, anzi, ha lottato con infortuni e nonostante ciò è riuscito a fare bagarre senza perdere un millimetro. Queste sue straordinarie doti lo hanno fatto diventare un pilota molto amato dagli appassionati delle due ruote.

La speranza è quella di poterlo rivedere sui tracciati per chiudere la carriera dopo la rottura di due costole che non lo farà partecipare alle prossime gare.

Giacomo Da Rold

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.