DTM Esports e PESC protagonisti nel weekend. Credits: Traxion.gg
DTM Esports e PESC protagonisti nel weekend. Credits: Traxion.gg

Anche il mondo del SimRacing è stato protagonista in un weekend ricco di motorsport a quattro ruote tra Formula 1, Formula E, IndyCar Series. In pista addirittura un double-header nel DTM Esports, mentre la Porsche Esports Supercup (PESC) ha corso il suo sesto round stagionale sul circuito di Montréal.

DTM ESPORTS: BMW E FERRARI SI DIVIDONO LO SCETTRO AL LAUSITZRING E A SPA

Round numero 3 e 4 per la serie virtuale del DTM, la quale entra quindi nella seconda metà di campionato. I piloti sono scesi in pista per un doppio appuntamento sul circuito del Lausitzring prima ed in quello di Spa-Francorchamps in seguito.

Per quanto riguarda il primo dei round in programma, Moritz Loehner è stato il dominatore assoluto. Al tedesco campione in carica della categoria è mancata solo la pole position, andata nelle mani dei suoi compagni di squadra. Grazie ad un’ottima BMW M6 ed un grande lavoro di squadra, gli alfieri del Doerr Esports hanno monopolizzato le prime tre posizioni della seconda qualifica, quella valida per la feature race.

L’unico a spezzare il trenino di auto della casa bavarese è stato il leader del campionato, Kevin Siggy. Lo sloveno, giunto 3° in entrambe le gare, ha limitato i danni in un tracciato decisamente favorevole al suo rivale in classifica. Loehner, invece, è tornato sul gradino più alto del podio dopo il round negativo del Norisring.

Troviamo un doppio successo anche a Spa, ma questa volta a ruoli invertiti. Non basta la velocità di punta della M6 a Loehner per difendersi dagli attacchi di Siggy, il quale prende la leadership sia nella gara sprint che in quella più lunga. La variante aggiuntiva in questo appuntamento si chiama Mercedes.

L’AMG GT3 è stata particolarmente efficace sul circuito belga, conquistando la pole con Jack Keithley nella gara sprint. Nella feature c’è stato il tentativo di undercut da parte di Marko Pejic, ma quest’ultimo non è riuscito a prendere la posizione su Siggy. Il pilota del Veloce Esports è poi scivolato in 4° posizione per via delle sue gomme maggiormente usurate. Inoltre, ha dovuto far fronte ad un elevato fuel saving per arrivare in fondo. Loehner non ha potuto nulla contro il passo delle Ferrari, le quali comandavano la corsa con Kevin Siggy e Gianmarco Fiduci. Il pilota italiano del team Fordzilla ha seguito a distanza ravvicinata il leader della corsa. Tuttavia, non è mai arrivata la possibilità di portare un attacco nei confronti del pilota RedLine. Anzi, negli ultimi giri ha dovuto alzare bandiera bianca a causa dell’usura sugli pneumatici.

Di conseguenza, Siggy continua ad allungare il suo vantaggio sugli inseguitori, in particolar modo sul campione uscente Moritz Loehner. Sempre più vicino al titolo, dopo il round belga solo due appuntamenti frappongono lo sloveno dalla meta finale.

PESC: WARREN TUTTOFARE, PINTO ANCORA LEADER

Situazione analoga nella PESC dove Diogo Pinto comanda praticamente da inizio campionato. Ma sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve è Dayne Warren l’assoluto protagonista.

L’australiano del Coanda Simsport ha ottenuto la pole position, la seconda in stagione dopo quella in apertura ad Hockenheim. Tuttavia, ha commesso un errore nella sprint race, il quale lo ha riportato al palo per la partenza della main race. Questa volta ha sfruttato a pieno l’occasione, conquistando la prima vittoria in una feature race della PESC. Warren aveva trionfato solamente in due gare sprint, a Monza nella passata edizione e ad Hockenheim quest’anno.

Mai insidiato da Talens in 2° posizione, il pilota australiano è sempre stato in testa alla gara. Diversamente da quanto accaduto nella feature, in sprint race è stato un affare a tre, dopo l’uscita di scena dello stesso Warren.

Kevin Ellis JR, Zac Campbell e Sebastian Job si sono inseguiti a distanza ravvicinata lungo i 10 giri previsti. L’attacco decisivo è arrivato nel corso dell’ultimo giro, quando Campbell ha infilato all’interno la vettura dell’Apex Racing Team. Ellis JR ha provato a resistere all’esterno ma la traiettoria era favorevole all’americano in ingresso dell’ultima chicane.

Il leader del campionato rimane Diogo Pinto, grazie al podio ottenuto in feature race. Il vantaggio del portoghese su Ellis JR ammonta a 21 punti dopo la tappa canadese. A questo punto, mancano 4 gare alla chiusura della PESC 2022 ed il prossimo appuntamento sarà a Spa il 23 aprile.

Antonio Fedele

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.