Credits @motogp.com | Aprilia e Aleix Espargarò felici del terzo posto in Spagna
Credits @motogp.com | Aprilia e Aleix Espargarò felici del terzo posto in Spagna

Mai nessuna perdita delle concessioni è stata più dolce come quella di Aprilia. La casa di Noale al Gran Premio Red Bull di Spagna, appena conclusosi al Circuito de Jerez – Angel Nieto, è salita sul podio per la terza volta con Aleix Espargaro in una manche che ha visto lo spagnolo vincere la bagarre con Marc Marquez e Jack Miller. Un grandissimo risultato per la casa italiana che dimostra di avere la stoffa per giocarsi le gare e che conquista il suo secondo podio consecutivo. Dopo il Portogallo, ricordiamo che solamente un mese fa, Aleix in Argentina aveva regalato la prima vittoria ad Aprilia vincendo la bagarre corpo a corpo con Jorge Martín.

Il primo a scalpitare per la perdita di queste concessioni, ad inizio weekend, è stato proprio Aleix Espargarò che sperava nuovamente in un podio per essere finalmente alla pari dei suoi avversari sulla sua RS-GP che ha cresciuto in tutti questi anni. La sua felicità a fine gara, al parco chiuso, la dice lunga sui miglioramenti che hanno raggiunto.

Regime delle concessioni, come funziona

Aprilia in questi due anni, 2021 e 2022, è stato l’unico marchio a godere del regime delle concessioni introdotto nel 2016 per supportare i costruttori “meno veterani” all’approccio con la classe regina, consentendogli il tempo di poter fare esperienza e mettersi al pari delle altre case. In realtà, Aprilia beneficia di questo sistema dal 2016 da quando ha fatto il suo rientro nella classe regina.

Tra le agevolazioni che Aprilia poteva fare affidamento sulle prestazioni troviamo:

  • Nove motori a stagione al posto dei canonici sette
  • Il diritto di non punzonare il motore dopo l’ultimo Test Ufficiale del pre- stagione
  • Sei wildcard invece delle canoniche tre
  • Più giorni di test a disposizione oltre alle giornate ufficiali

Il regolamento prevede che, al raggiungere dei sei punti nell’arco di due anni, la casa beneficiaria perde le concessioni sopra citate. Ma come ci si arriva a 6 punti?! Un terzo posto costa un punto al costruttore, la seconda posizione ne vale due, mentre la vittoria tre. Ed in questo caso il terzo posto qui in Spagna, la terza piazza in Portogallo e la vittoria in Argentina quest’anno, più il terzo posto in Inghilterra la scorsa stagione fanno decadere le concessioni previste dal regolamento.

Aprilia si sta facendo notare

Con questo risultato Aprilia si è sicuramente fatta notare e inizia ad avere basi solide e costanti con il suo portabandiera numero 1 Aleix Espargarò su tutti. Ma non solo. Anche Maverick Vinales, dopo l’addio brutale con Yamaha, sembra aver trovato la serenità e la voglia di guidare proprio con Aprilia, che lo aveva accolto a metà stagione dello scorso anno. La strada per lo spagnolo di Figueres è lunga, ma le sue due recenti top ten in America ed in Portogallo fanno ben sperare per lui e anche per l’accoppiata spagnola, amici sia dentro che fuori dal paddock.

Il binomio Aleix Espargarò – Aprilia con questa prestazione si porta in seconda posizione in campionato a 82 punti, ovvero a -7 di gap dal nuovo leader attuale Fabio Quartararo.

Benedetta Bincoletto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.