Credits: Honda Racing Corporation

La gara di Moto3 al GP di Spagna conferma un trend piacevole di quest’anno. Nel 2022 in Moto3 non ci sono più i gruppi da quindici piloti che si vedevano fino all’anno scorso. La categoria sembra quest’anno premiare di più coloro che effettivamente sono più veloci e non più quelli solo più aggressivi. La cosa che stona a Jerez è la mancanza di piloti Honda nel gruppetto di testa. La casa giapponese infatti sta soffrendo dal ritorno in Europa nella classe leggera.

HONDA SOFFRE IL CONFRONTO CON MATTIGHOFEN

La Moto3 al GP di Spagna ha visto un’incredibile vittoria di Izan Guevara, con un sorpasso all’esterno dell’ultima curva che sicuramente si ricorderà per molti anni. Con lui sul podio ci sono Sergio Garcia e Jaume Masia, ma nessuna moto giapponese. Honda infatti in questa stagione sta soffrendo particolarmente il dualismo con la casa austriaca, come non mai da quando sono le uniche due marche presenti in pista nella classe leggera. Il gruppo di Mattighofen festeggia a Jerez il quarto successo consecutivo dopo le due vittorie di Honda sia in Qatar che in Indonesia. Il gruppo KTM già aveva raggiunto l’apoteosi con la gara in Portogallo, nella quale sono saliti sul podio tre marchi: GasGas, KTM e Husqvarna. Dal rientro in Europa, Honda è rimasta a secco di podi addirittura, il che è coinciso con il forte momento di difficoltà sia per Dennis Foggia che per Andrea Migno.

CRISI NERA PER FOGGIA E MIGNO

Le due punte di Honda in Moto3 sono senza dubbio Dennis Foggia e Andrea Migno. Un mix tra velocità e esperienza nella categoria che fa essere i due italiani al top della Moto3 da ormai qualche anno. Entrambi i due piloti della casa di Tokyo dal ritorno in Europa hanno iniziato una sofferenza, che ha raggiunto il proprio culmine in terra spagnola, proprio a casa degli alfieri KTM. Se Migno è riuscito a racimolare qualche punto con la 14^ posizione, Foggia è scivolato addirittura al 18° posto nonostante partisse dalla quarta posizione in griglia, a 17 secondi dal vincitore. Entrambi hanno accusato le alte temperature del tracciato andaluso, in particolare Foggia ha dichiarato a Sky: “Soffrivo in frenata, non riuscivo a caricare sull’anteriore, mi superavano tutti troppo facilmente. Le KTM hanno fatto un grosso passo in avanti.” Con il secondo posto di Garcia, già leader dopo la gara dell’Algarve, Foggia scivola a -21 dal pilota del team Aspar.

RICCARDO ROSSI EROICO, MA PER METÀ GARA

L’unica nota positiva per Honda in Moto3 al GP di Spagna è stata per metà gara Riccardo Rossi. Il pilota del team SIC58 Squadra Corse ha disputato una prima parte di gara davvero superlativa, nella quale ha recuperato il gruppo di testa grazie ad un passo stellare. Infatti, fino alla caduta in curva 2, Rossi è stato l’unico pilota motorizzato Honda nel gruppo per la vittoria. Rossi ha dimostrato una crescita sensibile in questo inizio di 2022, che deve ancora trovare la sua concretizzazione in un podio. Ad ogni modo, questo è stato il weekend migliore per competitività da parte del classe 2002 genovese, che ritrova il sorriso dopo un biennio difficile con il team BOE.

SCOTT OGDEN IL MIGLIORE DELLE HONDA

Non se lo sarebbe aspettato nessuno, ma la miglior Honda in Moto3 al GP di Spagna è quella del team VisionTrack Racing Team, guidata da Scott Ogden. Il rookie britannico si conferma uno dei migliori debuttanti della categoria con il suo 12° posto, ottenuto dopo una battaglia durata giri con Matteo Bertelle. Il 18enne di Doncaster conquista così il miglior risultato della giovane carriera mondiale, pareggiando la prova di Austin. Ogden ha dichiarato: “La gara non è andata proprio come volevo. Devo prendere gli aspetti positivi del weekend, cioè che sono stato la miglior Honda. Sono abbastanza deluso: non sono riuscito a finire più in alto, ma allo stesso tempo ho dato cinque secondi ad alcuni dei migliori piloti del mondo sulla stessa moto. Devo continuare a lavorare: il team sta facendo un ottimo lavoro, proveremo a migliorare per la prossima gara.”

Sebbene la gara di Ogden sia più che incoraggiante, la casa giapponese deve ambire a risultati ben più alti rispetto alla 12^ posizione. Ci si aspetta nuovamente un salto di qualità da parte di Migno e Foggia in particolare, a partire da Le Mans.

Valentino Aggio 

Leggi anche: MOTO3 | GP SPAGNA, GARA: LA CRONACA LIVE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.