Il Circuito del Mugello sogna la F1
Il Circuito del Mugello sogna la F1

Si avvicina sempre di più il sogno di vedere la F1 sul Circuito del Mugello dopo le dichiarazioni del Sindaco di Firenze Nardella. La Scuderia Ferrari, intanto, organizza un test ufficiale con entrambi i piloti sul circuito toscano il 23 Giugno.

TEST FERRARI IL 23 GIUGNO

Dopo il giro di Charles Leclerc a Maranello di ieri, la Ferrari ritornerà in pista sul Circuito del Mugello per l’ultimo filming day consentito dalla FIA. La Scuderia porterà in pista entrambi i piloti ufficiali sulla SF71-H martedì 23 Giugno, e quindi rivedremo anche Sebastian Vettel al volante della Rossa. 

Entrambi i piloti potranno compiere 100 chilometri utilizzando un set di gomme Pirelli “demo” cosi come previsto dal regolamento. Sicuramente si tratta di una grande occasione per la Ferrari di testare il circuito nel caso in cui il Mugello venga inserito nel Calendario F1 2020.

Ricordiamo che proprio quest’anno la Ferrari celebrerà il suo millesimo GP in F1, e le probabilità che ciò accada sul circuito toscano sono molto alte, anzi quasi certe come dichiarato dal Sindaco di Firenze Dario Nardella.

QUASI CERTO UN SECONDO GP IN ITALIA

Sembrava soltanto un sogno qualche mese fa, ma la possibilità di ospitare un secondo GP d’Italia dopo Monza è sempre più concreta. Dopo l’incertezza che regna sulle gare orientali, Liberty Media starebbe cercando nel Vecchio Continente la possibilità di aggiungere gare al Calendario 2020 finora annunciato. Il Mugello deve fare i conti con Sochi, perché nel caso in cui il circuito russo potesse ospitare due gare, le speranze per il nostro Paese si affievolirebbero.

Il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, intervenuto in Piazza della Signoria al passaggio della staffetta paraolimpica Obiettivo Tricolore, ha dichiarato che il Circuito del Mugello non è mai stato cosi vicino alla F1: “Penso che mai siamo arrivati così vicino alla possibilità di avere la F1 a Firenze ed all’autodromo del Mugello. Incrociamo le dita perché si svolga in Italia un secondo GP di F1 quest’anno”.

“E’ praticamente certo, e quindi ce la possiamo giocare per la prima volta per un evento che sarebbe storico. Rimarrebbe negli annali dello sport mondiale dell’automobilismo ma anche nella storia di Firenze”.

DIPENDE TUTTO DA SOCHI

Nonostante l’ottimismo di Nardella, come detto prima, le possibilità di vedere un secondo GP d’Italia al Mugello o ad Imola dipendono da Sochi. In Russia, nonostante la situazione non sia delle migliori, la possibilità di correre il 20 Settembre dopo il GP d’Italia sono molto alte.

Il villaggio olimpico, per come è strutturato, potrebbe garantire elevati standard di sicurezza a squadre ed addetti ai lavori, e da qui l’idea. Nel caso in cui la proposta della doppia gara in Russia venisse accettata, sarebbe difficile organizzare una seconda data italiana il 13 Settembre.

Liberty Media starebbe però trattando anche con altri circuiti da inserire nel Calendario che potrebbero mettere i bastoni tra le ruote ad Imola e Mugello. Potrebbero rientrare Hockenheim e Portimao, ma nulla è ancora stato deciso ufficialmente.

Visto l’ottimismo professato dal Sindaco di Firenze ci aspettiamo che un secondo GP d’Italia venga annunciato al più presto. Restate sintonizzati sulle pagine di LiveGP per tutti gli aggiornamenti sul Mondiale 2020.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.