F1 calendario 2021
F1 calendario 2021

Il calendario di F1 2021 è stato annunciato in tempi non sospetti. Un Mondiale di 23 gare che si svolgerà da Marzo a Dicembre, toccando 22 diversi Paesi. Ma siamo sicuri che filerà tutto liscio? Oppure dobbiamo prepararci ad un altra stagione particolare? Analizziamo la prima parte del calendario 2021 di F1 tra dubbi, certezze ed un’incognita.

SI PARTE IN AUSTRALIA?

Australia (21 marzo): sul circuito dell’Albert Park a Melbourne dovrebbe prendere il via il Mondiale di F1. Usiamo il condizionale in quanto gli ultimi rumors provenienti dall’Australia lasciano intendere un possibile rinvio che sarà annunciato la prossima settimana. La situazione non è delle migliori, ed il Governo australiano ha imposto una quarantena a tutti coloro che volessero raggiungere il Paese. Gli organizzatori dovrebbero cominciare ad allestire il circuito a metà Gennaio, ma vista l’incertezza, spingono per un rinvio temendo un ripetersi di quanto visto l’anno scorso quando tutto fu cancellato all’ultimo minuto. Con relativo danno economico e di immagine per tutto il Paese.

Bahrain (28 marzo): Sakhir rappresenta l’unica data certa del calendario di F1 2021. Il Mondiale partirà sicuramente da qui, considerando come il Paese ha gestito la situazione durante i due appuntamenti che si sono svolti a Novembre. Il Bahrain ha saputo dimostrare di avere tutto sotto controllo, complice anche la conformazione desertica del territorio. Nel caso ci fosse la necessità, il circuito di Sakhir si offre a diversi layout come visto nel 2020 e potrebbe prestarsi ad ospitare un secondo appuntamento.

Cina (11 aprile): altro dubbio del calendario. Rumors provenienti dalla rete indicherebbero come la tappa di Shangai possa anch’essa venire rinviata. Come tutti sappiamo la Cina è stata tra i Paesi maggiormente colpiti dalla pandemia, ed ancora oggi non naviga in buone acque. Aprile è lontano, ma spostare la tappa più avanti nel calendario permetterebbe di pianificare tutto con maggiore calma. Questa data potrebbe essere rimpiazzata con una seconda tappa in Bahrain, probabilmente con un layout diverso.

L’INCOGNITA ED IL PRINCIPATO

L’incognita (25 aprile): in questa data si sarebbe dovuto svolgere il GP del Vietnam, che però sembra essere definitivamente svanito nel nulla. A tal proposito vi invitiamo a leggere il nostro speciale dedicato. Dando per scontato che la gara non si correrà ad Hanoi, le alternative più probabili sono Imola e Portimao, già grandi protagoniste nel 2020. Noi crediamo che tornare ad Imola sia la scelta migliore, visto il riscontro ottenuto dai tifosi in tutto il Mondo e la possibilità di far partire da qui un tour europeo come nella passata stagione.

Spagna (9 maggio): Barcellona rappresenta un’altra certezza del calendario. Qui si sarebbero dovuti svolgere i test nei primi di Marzo, ma tutto sembra essere stato spostato in  Bahrain per motivi di comodità, visto che il Mondiale come pare dovrebbe partire da Sakhir. In ogni caso il GP di Spagna dovrebbe disputarsi, in quanto oltre ad aver rinnovato, il circuito di Barcellona è stato uno dei punti fermi del Mondiale 2020.

Monaco (23 maggio): le notizie che arrivano dal Principato sono scarse. Tutto quello che sappiamo al momento è che il circuito di Montecarlo è presente nel calendario F1 2021 stilato dalla FIA. Noi crediamo che sarà una tappa confermata, in quanto i biglietti sono in vendita e dovrebbe essere più facile per il piccolo Stato creare una “biosfera” per la massima formula nel caso in cui il pubblico non dovesse essere presente. Certo la città sarebbe in ostaggio, ma siamo sicuri che l’amore per la F1 del Principe Alberto alla fine prevarrà e si arriverà ad un’accordo.

BAKU E CANADA IN FORSE

Azerbaigian (6 giugno): Baku invece rappresenta un altro dubbio del calendario di F1 2021. In Azerbaigian potrebbe ripetersi la situazione dello scorso anno, dove gli organizzatori si rifiutarono di ospitare un GP senza pubblico per la perdita economica che ne deriverebbe. Quest’anno la situazione potrebbe essere la stessa, ma tutto dipenderà da come si evolverà la situazione nei prossimi mesi. In ogni caso non crediamo che Baku ospiterà un GP a porte chiuse ed anche questa tappa potrebbe essere rimandata o cancellata.

Canada (13 giugno): altro circuito cittadino ed altri potenziali problemi. A Montreal, cosi come a Baku ed in Australia, i preparativi per allestire il circuito devono iniziare con mesi di anticipo. La situazione Covid non sembra ancora voler migliorare e potrebbe essere realistico non vedere il Canada in questa fase della stagione se non ci dovessero essere miglioramenti. Probabile un rinvio verso la fine di Ottobre in concomitanza con il GP di Austin e relativo tour delle Americhe.

Francia (27 giugno): il circuito del Paul Ricard rientra tra le probabili certezze del calendario di F1 2021. E’ vero che lo scorso anno la gara non si è disputata, ma siamo sicuri che gli organizzatori potranno gestire la situazione cosi come fatto in Austria o Spagna. Il Paul Ricard inoltre è stato utilizzato da altre categorie motoristiche nel 2020, e riteniamo possibile un ritorno della massima formula in questa data.

VERSO IL GIRO DI BOA

Austria (4 luglio): Pandemia o meno, il circuito di Spielberg è stato in grado di dimostrare a tutti che il campionato 2020 poteva prendere il via se organizzato con le giuste regole. Quest’anno sicuramente non sarà diverso e non sarebbe una sorpresa se ci fosse più di una gara in Austria proprio come lo scorso anno.

Gran Bretagna (18 luglio): altra tappa confermata, covid-19 permettendo. Come ben sappiamo la situazione oltremanica non è delle migliori, con una nuova variante del virus che sta prendendo piede. In questo caso molto dipende dall’efficacia del vaccino e come il Paese reagirà a questa nuova ondata. Da qui a Luglio confidiamo che Silverstone possa ritornare ad essere uno di quei circuiti sicuri per la F1, e magari potrebbe ospitare più di una gara cosi come Spielberg. Di sicuro gli organizzatori faranno di tutto per poter disputare almeno una gara in terra anglosassone.

Ungheria (1 Agosto): chiudiamo con l’Hungaroring la nostra prima parte del punto sul calendario 2021 di F1. Il circuito ungherese è tra le conferme, e rappresenta il giro di boa della stagione prima della pausa estiva. L’anno scorso tutto è andato bene grazie  all’ottimo lavoro fatto dagli organizzatori per garantire la sicurezza del paddock. Siamo sicuri quindi che l’Ungheria ci sarà nel 2021 e chiudere la prima parte di stagione.

Abbiamo scelto volutamente di dividere questa guida in due parti, primo per non mettere a dura prova la vostra pazienza e secondo per permetterci di avere informazioni più fresche nel corso della stagione. Ecco intanto la bozza completa del calendario di F1 2021:

F1 calendario 2021
F1 calendario 2021

Restate sintonizzati sulle pagine di LiveGP per tutti gli aggiornamenti sul Mondo del Motorsport.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.