Quello di domenica, oltre ad essere il primo Gp che si disputerà sul circuito del Mugello, sarà anche il numero 1000 nella quasi centennale storia del Cavallino. Saranno molteplici gli spunti di interesse in un weekend dove per la prima volta sarà ammessa, seppur minima, la presenza di pubblico all’interno dell’impianto toscano.

Se sportivamente parlando non ci dovrebbero essere sorrisi per i cuori ferraristi, non mancheranno gli eventi per celebrare un traguardo importantissimo per la Ferrari: il Gran Premio numero 1000.

LA ROSSA IN PIAZZA SIGNORIA

La suggestiva e iconica piazza del capoluogo toscano sarà l’epicentro della festa della Ferrari. Nelle giornate di sabato e domenica, infatti, un video proiettato sulla facciata di Palazzo Vecchio permetterà di assistere ad una “parata” delle Ferrari che hanno fatto la storia del Cavallino Rampante nei circuiti di tutto il mondo. Nel pieno rispetto delle normative Covid vigenti, gli ospiti Ferrari saranno sistemati vicino Palazzo Vecchio, con la cena che sarà servita nel Salone dei Cinquecento.

AMARCORD IN PISTA

Anche in pista ci sarà tempo per un momento davvero suggestivo, visto che prima della gara Mick Schumacher, figlio del 7 volte Campione del Mondo Michael, farà alcuni giri di pista con la F2004, vettura con la quale il padre ottenne 13 delle 72 vittorie in Ferrari. Un tuffo nel passato che ricorderà uno dei piloti più rappresentativi nella storia del Cavallino.

LA PRIMA PER IL PUBBLICO

Come detto in precedenza, quello del Mugello sarà il primo Gran Premio dell’anno con la presenza del pubblico. Dopo le polemiche per il caro prezzi delle scorse settimane, tutto è pronto per accogliere i 3000 “fortunati” che potranno assistere alla gara sul circuito toscano. Imponente e dettagliato il piano di sicurezza, che prevederà la sorveglianza delle forze dell’ordine e della polizia municipale supportate dalla protezione civile, l’impiego di steward per il controllo dei biglietti e la rilevazione della temperatura all’ingresso dell’impianto. Rigide anche le misure all’interno del circuito, dove ogni spettatore sarà accompagnato presso il proprio posto assegnato, con l’obbligo di indossare la mascherina per ogni spostamento, evitando i contatti ravvicinati.

PRIMA VOLTA ANCHE PER LA FORMULA 1

Per la prima volta una monoposto di Formula 1 sarà in pista per un evento ufficiale al Mugello. Circuito di proprietà della Ferrari e costruito nel 1972, è generalmente destinato a gare di MotoGP. Lungo 5.245 metri, sarà da percorrere per 59 volte, con le gomme che saranno notevolmente sollecitate dai curvoni tecnici (le due Arrabbiate, la Casanova-Savelli e la San Donato) che promettono davvero spettacolo.

LA FERRARI SI RIFA’ IL LOOK ASSIEME ALLA SAFETY CAR

Per il Gran Premio numero 1000 la Rossa sarà meno rossa! Charles Leclerc e Sebastian Vettel, infatti, scenderanno in pista con una vettura la cui livrea, di colore amaranto, richiamerà quella della Ferrari 125 F1, con cui il team di Maranello debuttò nel Mondiale nel 1950.

Ferrari 1000 GP livrea

Ma quello della Rossa non sarà l’unico cambio di livrea, visto che anche la Safety Car abbandonerà il tradizionale colore argento, per sfoggiare un luminosissimo rosso Ferrari!

BOTTI DI MERCATO AL MUGELLO

In un weekend che, come detto, sportivamente per i colori della Ferrari non dovrebbe essere esaltante, a movimentare il paddock ci ha pensato l’Aston Martin. Il team di Lawrence Stroll, infatti, nella serata di mercoledì ha annunciato la fine del rapporto lavorativo con Sergio Perez, salvo poi ufficializzare quello che un pò tutti si aspettavano: l’ingaggio di Sebastian Vettel. Un annuncio che a molti è sembrato quasi progettato ad arte per “rovinare” la festa del Cavallino che in questa stagione ha davvero pochi motivi per sorridere.

Vincenzo Buonpane

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.