Credits: facebook.com/fim.ewc

Cresce l’attesa per la 24h di Spa-Francorchamps, seconda tappa del mondiale FIM EWC 2022, al termine dei due giorni di test pre gara a svettare è BMW Motorrad World Endurance. La casa tedesca ha siglato il nuovo record (ufficioso) del tracciato in 2’20″344 staccando di soli 52 millesimi la Suzuki #1 Yoshimura SERT Motul. YART insegue con il terzo tempo staccata di due decimi dai tedeschi e solo pochi millesimi davanti a F.C.C. TSR Honda France. Tra le STK a farla da padrone sono le Yamaha con Wojcik Racing Team #777 precede la #66 di OG Motorsport by Sarazin e Team 18 Sapeurs Pompiers CMS.

UNA PISTA LUNGA E VELOCISSIMA!
La rinnovata pista di Spa-Francorchamps ha accolto i team che prenderanno parte alla 24h che si svolgerà il prossimo 4-5 giugno sulla pista belga per una due giorni di test. Le impressioni dei piloti sono state di stupore per la velocità media mantenuta in tutta la pista. Luca Scassa sul suo profilo Instagram camminando per il circuito ha detto che questa è la pista che più lo ha impressionato tra le oltre 50 nelle quali ha corso. Anche Christian Gamarino nostro ospite a Motorbike Circus lo scorso martedì dopo la prima giornata di test ha confermato quanto sia veloce e “da pelo” la pista belga. 

Una pista da sette chilometri affrontata a quasi 180 km/h di velocità media con curve da affrontare in quinta e sesta che fanno sembrare le “Arrabbiate” del Mugello curve facili. Kevin Calia che è passato al team Louis Moto insieme a “Gama” e Saltarelli ha confermato che Imola rispetto a Spa è la pianura padana tanti sono i sali e scendi della pista che ospita anche la F1. La velocità media è di poco inferiore a quella del circuito di Le Castellet ma qui non c’è il rettilineo del Mistral che di fatto permette alle moto di compiere quasi due chilometri di rettilineo (Mistral più rettilineo del traguardo, ndr) su poco più di cinque chilometri di pista. Vi lasciamo con l’onboard di Niccolò Canepa che insegue il suo compagno di squadra sulla pista di Spa!

EWC: BMW LA PIU’ VELOCE MA SERT E’ VICINA

I più veloci in praticamente tutte le sessioni sono stati Markus Reiterberger, Illya Mykahlchyk e Jeremy Guarnoni con la BMW #37 di BMW Motorrad World Endurance. Fermando il cronometro in 2’20″344 e siglando il nuovo record, ufficioso, di Spa-Francorchamps per le due ruote. Come sempre essendo questi test il tempo non è omologabile, quindi per scoprire quale sarà il parametro ufficiale dovremo aspettare il prossimo 3 giugno quando si disputeranno le qualifiche della 24h di Spa.

Credits: facebook.com/24HSPAMOTOS

Alle spalle dello squadrone BMW ecco la Suzuki #1 Yoshimura SERT Motul che dopo la conquista del titolo EWC 2021 e la vittoria della 24h di Le Mans si trova coinvolta suo malgrado nel processo di disimpegno si Suzuki dal mondo racing a due ruote. Questo non ha rallentato i lavori al box con Sylvain Guintoli, Gregg Black e Xavier Simeon che hanno insidiato la BMW arrivando a soli 52 millesimi dal loro tempo. Terza piazza per YART con il nostro Niccolò Canepa affiancato da Marvin Fritz (questo weekend impegnato ad Estoril in WorldSBK in sostituzione di Tamburini, ndr) e Karel Hanika. Paga un po’ di ritardo F.C.C. TSR Honda France che con Josh Hook, Gino Rea e Mike Di Meglio incassano quasi due decimi e mezzo.

EWC: SI RIVEDE CHAZ DAVIES!

Decisamente più staccata la Ducati Panigale V4R #6 di ERC Endurance Ducati che paga oltre un secondo. Sulla moto di Borgo Panigale è salito per la prima volta Chaz Davies che dopo il forfait per un virus intestinale a Le Mans dovrebbe prendere il via della 24h di Spa. Il gallese debutterà nell’EWC in sostituzione di Lorenzo Zanetti ancora in fase di recupero dopo lo spaventoso incidente di Gara2 a Misano nel CIV. Lontana sei decimi dalla Panigale troviamo la Ninja di Webike SRC Kawasaki France. La squadra ufficiale Kawasaki passata alla Ninja 2022 sta ancora cercando di sistemare l’elettronica Magneti Marelli che anche a Le Mans li ha rallentati nel corso della gara.

Credits: facebook.com/ercendurancce
STK: GRUPPO AGUERRITO, WOJCIK LA PIU’ VELOCE

Nella classe Superstock a farla da padrone sono le Yamaha con tre R1 davanti a tutti. La più veloce è quella #777 del Wojcik Racing Team che ha fermato il cronometro in 2’25″071. Il team polacco con il nostro Kevin Manfredi al via insieme a Marek Szkopek e Danny Webb hanno chiuso entrambe le giornate al comando. Ha fermato il tempo in 2’25″444 la seconda STK, la moto #66 di OG Motorsport by Sarazin con Roberto Rolfo in sella insieme a Atsumi Cocoro e Alex Plancassagne. Terza piazza STK per Team 18 Sapeurs Pompiers CMS lontano 58 millesimi dalla moto #66.

Sesta piazza nella categoria STK per la Kawasaki del Team 33 Louit April Moto. La squadra Kawasaki vede oltre ai confermati Simone Saltarelli e Christian Gamarino l’arrivo di Kevin Calia. Quest’ultimo infatti passa dal No Limits Motor Team alla Kawasaki #33, mentre la squadra di Moreno Codeluppi conterà su Stefan Hill da affiancare a Luca Scassa e Alexis Masbou. Per la “giallona” Suzuki #44 invece il miglior tempo è stato di 2’27″507 che gli è valso l’ottavo tempo tra le STK.

Credits: facebook.com/24HSPAMOTOS
LIVEGP IN PISTA A SPA!

Vi invitiamo a seguire le nostre pagine social (Facebook, Instagram e Twitter) oltre che il sito LiveGP.it perchè fin dalla giornata di mercoledì 1 giugno saremo in pista a Spa per farvi vivere le emozioni della 24 ore come non le avete mai viste!

Credits: results.ris-timing.be

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.