Ott Tanak, su Hyundai i20, comanda il Rally del Portogallo Ott Tanak, su Hyundai i20, comanda il Rally del Portogallo
Ott Tanak, su Hyundai i20, comanda il Rally del Portogallo

È stato una prima giornata a due velocità quella vista al Rally del Portogallo, quarta prova del WRC 2021. In terra lusitana è stata la Hyundai, nel bene e nel male, a calamitare gli sguardi. Al termine della prima tappa a comandare la classifica è Ott Tanak, seguito da Elfyn Evans e Daniel Sordo. Lo spagnolo, in gran spolvero nelle prime speciali, è stato costretto ad alzare il piede per problemi agli pneumatici. Peccato per Thierry Neuville, autore di un’ottima prestazione prima dell’incidente che l’ha messo fuori gara.

Tanak capitalizza gli errori altrui

La mattinata ha visto una dimostrazione di forza da parte di Hyundai Motorsport, con le i20 che hanno monopolizzato le prime tre posizioni. A comandare i giochi Sordo con il nuovo navigatore Borja Rozada, seguito dai compagni di colori Tanak e Neuville. Il belga, nella ripetizione pomeridiana, ha iniziato a recuperare il gap dal leader risalendo al secondo posto. Neuville però ha chiesto troppo perdendo il controllo della sua Hyundai nel corso della settima prova Mortágua, andando a sbattere contro le rocce. Il pilota ha portato a termine la speciale ma con la sospensione posteriore destra divelta, prima di essere costretto al ritiro. Anche Sordo ha dovuto alzare il piede per via della delaminazione degli pneumatici, scivolando al terzo posto. Ad approfittarne Tanak, il quale è balzato al comando del plotone delle WRC al termine della prima giornata del Rally del Portogallo.

Toyota in difficoltà

Il secondo posto di fine giornata di Evans non rispecchia i reali valori in campo. Le Toyota hanno subìto gli sterrati lusitani. Le Yaris WRC hanno mal digerito il fondo duro e ghiaioso del Rally del Portogallo, soprattutto con le gomme soft. A far sorridere il team nipponico è stato Evans, autore di un pomeriggio consistente. Ottima prestazione per Takamoto Katsuta, in netta crescita sugli sterrati portoghesi. A chiudere la top-5 Sebastien Ogier che, dopo una mattinata difficile, ha provato a chiudere il gap dal vertice. A seguire il figlio d’arte Kalle Rovanpera, autore del miglior scratch nella PS4. Male le Ford Fiesta, con Gus Greensmith autore di una prestazione inconsistente e altalenante che ha preceduto Adrien Fourmaux, alla prima su sfondo sterrato con una WRC+.

Leggi anche: WRC | IL FUTURO È ALLE PORTE: HYUNDAI MOSTRA LA SUA I20 N RALLY1

Michele Montesano

Michele Montesano. Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1). Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Visti i miei studi in ingegneria meccanica, adoro la tecnica sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita e Alfista da prima di ottenere la patente di guida. Seguo qualsiasi categoria a quattro ruote e adoro il modellismo. Ho iniziato a scrivere di Motorsport grazie a LiveGP.it e non mi sono più fermato, attualmente collaboro anche con ItaliaRacing.net. Appassionato di nuove tecnologie e stampa 3d sono co-fondatore della Stamperia Clandestina M Lab. Assieme al collega e amico Carlo Luciani sono co-autore del primo libro marchiato LiveGP.it "Veloci più del tempo: I protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.