Montecarlo day-4
Foto: twitter M-Sport

Sébastien Loeb chiude al comando il day-4 del Rally di Montecarlo e vince per  l’ottava volta la prima sfida del FIA World Rally Championship 2022. Il francese di Ford (M-Sport) taglia il traguardo finale con 10.5 secondi di scarto sul connazionale Sébastien Ogier (Toyota), tradito da una foratura nella penultima prova. 

Loeb apre una nuova era del WRC e riporta M-Sport sul gradino più alto del podio, non accadeva dal 2018. Ford inaugura un nuovo ciclo, Loeb eguaglia Ogier in questo evento con otto acuti all’attivo. Il 47enne nativo di Haguenau mette in bacheca l’80° successo nel FIA WRC, non succedeva dal 2018 (Spagna).

Montecarlo day-4: Ogier allunga su Loeb nella SS14 e nella SS15

Sébastien Ogier, leader con 21 minuti di vantaggio sulla concorrenza alla vigilia della SS14, ha perso un secondo da Sébastien Loeb nel primo impegno del day-4. L’alsaziano si è infatti imposto nella SS14 con 1.1 secondo di scarto sulla Toyota #1, sempre leader con 20 secondi netti du margine. Terzo posto per l’irlandese Craing Breen (M-Sport/Ford) davanti alla Yaris del finnico Kalle Rovanpera.

La SS15, secondo dei quattro impegni odierni, ha incoronato la Hyundai del belga Thierry Neuville. Prima affermazione per i coreani in questo complicato Rally di Montecarlo che quest’oggi non ha visto al via l’estone Ott Tanak e lo scandinavo Oliver Solberg. Secondo posto per Ogier che è riuscito a portare a +24.6 il proprio vantaggio su un Loeb non brillante.

SS16, Ogier fora, Loeb passa e vince!

Ogier sembrava poter amministrare il proprio margine su Loeb, ma tutto si è ribaltato nella penultima prova. Una foratura ha fatto perdere tutto il vantaggio sul connazionale che si è portato in vetta alla vigilia dell’ultima Stage con 9.5 secondi di gap sulla Toyota #1. La SS16 ha visto il successo di Loeb davanti a Gus Greensmith ed al giapponese Takamoto Katsuta (Toyota).

La ‘Power Stage’ conclusiva si è consumato l’ultimo duello tra Loeb ed Ogier. Il #1 ha perso ogni possibilità di successo sin dai primi metri in seguito ad una falsa partenza. Il nativo di Gap ha dato tutto, ma ha dovuto alzare bandiera bianca nonostante l’acuto una prestazione super. Rovanpera conclude in bellezza con 8 decimi di scarto su Evans e Neuville, primo tra le Hyundai.

Piccola pausa ora per i protagonisti del Mondiale che a fine febbraio saranno impegnati in Svezia sulla neve.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.