A Magny-Cours Toprak Razgatlioglu centra la vittoria in Gara2 dopo il successo di Gara1 e della Superpole Race trasformato in seconda posizione solo al termine di Gara2. Il turco piega nel finale di gara un coriaceo Jonathan Rea che vede così aumentare il ritardo in classifica da Toprak. Dopo un sabato complicatissimo torna ai livelli che gli competono Scott Redding che sale sul terzo gradino del podio.

LA DURA LEGGE DI TOPRAK 

Toprak Razgatlioglu dopo la vittoria in gara1 di ieri è la vittoria nella Superpole Race di questa mattina centra il successo anche in questa gara2. Purtroppo per Toprak al termine di gara2 è arrivata la decisione del WorldSBK Stewards di retrocederlo di una posizione nella Superpole Race. A causa di un’escursione sul verde nell’ultimo passaggio.

Una gara incredibile fatta tutta con un passo irresistibile per tutti tranne Jonathan Rea e Scott Redding. Gli altri due piloti che salgono sul podio con Toprak hanno provato a resistere su questo passo. Il primo a cedere è stato Scott Redding che ha lasciato i colleghi poco dopo la metà gara. Jonathan Rea ha invece resistito fino a tre passaggi dal termine quando il turco ha dato un ultimo strattone.

Ai piedi del podio ancora una volta Andrea Locatelli, ormai abbonato alla medaglia di legno il pilota di Selvino prosegue il suo apprendistato in WorldSBK. Quinta piazza per Chaz Davies, miglior pilota indipendente, sesta piazza per Alvaro Bautista con l’unica Honda CBR1000RR-R ufficiale arrivata al traguardo dopo la caduta di Leon Haslam. Settima piazza per Michael Rubén Rinaldi che dopo l’ottima quarta piazza in gara1 nella giornata di oggi si è perso non concretizzando quanto fatto vedere di buono ieri.

Ottava piazza per Michael Van der Mark protagonista suo malgrado di un episodio che gli sarebbe potuto costare molto caro. Mentre si trovava in battaglia con Locatelli nei primi giri il pilota bergamasco incrociando le linee sul rettilineo con il gomito ha toccato il freno anteriore di Van der Mark causando il bloccaggio della gomma anteriore. Fortunatamente l’olandese è riuscito a non cadere e terminare ancora una volta come miglior BMW. Chiudono la top10 Garrett Gerloff e Tom Sykes.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.