Credits: twitter.com/ArubaRacing

Era nell’aria già da diverso tempo, e stamane è arrivata l’ufficialità, Alvaro Bautista ed il team Aruba.it Racing Ducati proseguono il loro cammino insieme nel WorldSBK. Un rinnovo che contrariamente a quanto accaduto nel 2019 è avvenuto senza troppe difficoltà vista la ritrovata serenità nel box italiano. Alvaro si trova attualmente in testa alla classifica iridata del WorldSBK con trentasei punti di vantaggio su Jonathan Rea. L’obiettivo è quello di conquistare il titolo WorldSBK e poterlo difendere il prossimo anno sempre con la squadra italiana.

FUMATA BIANCA

A tre anni esatti dalla rottura tra Ducati e Alvaro Bautista a Misano Adriatico che portò lo spagnolo in HRC e Ducati a puntare su Scott Redding. E’ arrivata l’ufficialità del rinnovo per la stagione 2023 del contratto di Alvaro Bautista. Nato a Talavera de la Reina il 21 novembre 1984, Alvaro Bautista è alla sua quarta stagione nel WorldSBK. Arrivato tra le derivate di serie dopo una lunga carriera nel motomondiale che lo ha visto vincere il titolo 125GP nel 2006. Dal 2010 al 2018 in MotoGP, negli ultimi anni ha militato con Ducati fino a vestire i panni di ufficiale Ducati nel GP d’Australia. In quell’occasione Bautista sostituì l’infortunato Jorge Lorenzo chiudendo al quarto posto il GP australiano.

Passato in WorldSBK nelle fila dell’Aruba.it Racing Ducati nel 2019 ha iniziato la stagione conquistando le prime undici gare. Poi mentre si iniziava a discutere il rinnovo qualcosa si è rotto tra lui e la squadra bolognese. Fino al GP di Misano dove l’AD di Ducati Claudio Domenicali con un post su Twitter comunicava la fine della trattativa per il rinnovo. Nei successivi due anni Bautista corse in HRC conquistando due soli podi e innumerevoli cadute.

Credits: twitter.com/ArubaRacing

Fino al ritorno in Ducati in questo 2022 che ora con sei vittorie su dodici gare lo vede in testa al campionato. Una stagione non dominante, ma che lo ha visto più maturo capace di accontentarsi di un podio piuttosto di correre rischi e cadere. Questa strategia fino ad ora sembra quella che più ha pagato essendo l’unico pilota ad aver terminato ogni gara di questa stagione sul podio. Sul podio di Misano, nel suo ultimo doppio successo poche settimane fa a sigillare la pace fatta con Ducati è salito con lui sul podio lo stesso Claudio Domenicali che solo tre anni fa lo aveva aspramente criticato. Così facendo ora si trova in testa al mondiale con ben trentasei punti di vantaggio su Jonathan Rea ed addirittura settantanove sul campione in carica Torpak Razgatlioglu.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Stefano Cecconi (Team Principal, Aruba.it Racing – Ducati)
“Ho sempre creduto in Alvaro dal punto di vista sportivo ed abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto personale anche quando le nostre strade si sono temporaneamente divise. Quando abbiamo deciso di puntare nuovamente su di lui la scorsa estate, qualcuno ha definito questa mossa come una scommessa molto rischiosa, ma c’era la convinzione da entrambe le parti di aver fatto la scelta giusta ed i risultati ottenuti fino a questo momento ce lo stanno confermando e ci rendono felici. Anche per questo motivo siamo lieti di proseguire il nostro rapporto con Alvaro almeno per un altro anno. Oggi vogliamo fare un piccolo strappo alla regola e brindare al suo rinnovo, ma già da domani torneremo al lavoro per prepararci al meglio per le prossime gare. La stagione è ancora lunga e sappiamo bene che non ci possiamo permettere di abbassare la guardia”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale, Ducati Corse)
“Siamo molto contenti di poter continuare insieme a Bautista anche nel 2023. Come era già accaduto nel 2019, Alvaro è stato subito competitivo con la nostra moto a partire dai test invernali e, non a caso, sta conducendo ora una bellissima stagione, lottando con intelligenza per il titolo mondiale. È un pilota preciso, con il quale è semplice lavorare: ha uno stile di guida fantastico che lo rende piacevole da guardare in TV, ma soprattutto gli permette di sfruttare appieno il potenziale della nostra Panigale V4 R. Siamo convinti che insieme potremo ottenere numerosi traguardi importanti”.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Sono molto felice di poter rimanere un anno ancora con il team Aruba.it Racing – Ducati che rappresenta per me una famiglia. Mi sono sempre trovato bene in questa squadra e da quando sono tornato, le sensazioni state ancor più positive rispetto alla stagione 2019. Quando una cosa funziona così bene, possiamo solo continuare a lavorare, guardando avanti. Sento di essere ancora al top, sento che posso dare ancora molto. Fisicamente e mentalmente credo che questo sia il momento migliore della mia carriera. Sono inoltre molto contento di continuare a lavorare con Ducati, una fabbrica molto importante, molto tecnologica, sempre alla ricerca dello sviluppo: essere parte di questo progetto, di questa squadra è qualcosa di incredibile a livello personale”.  

Mathias Cantarini

LEGGI ANCHE: WORLDSBK | MISANO, LA CARICA DEI 65.825

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.