GT3

Il Mondiale Endurance e la 24h di Le Mans vivono oggi una giornata importante in ottica futura con l’avvento delle GT3. Nel giorno d i ‘pausa’ della settimana della mitica maratona francese non sono mancate le novità dal ‘Circuit de la Sarthe’ che domani alle 16 accoglierà il quarto atto del WEC.

Addio GTE, benvenute GT3

La strada era segnata, ma finalmente abbiamo la conferma ufficiale. Le GTE è giunta al capolinea e dopo anni di ipotesi ed indiscrezioni ACO ha chiarito che dal 2024 vedremo in pista a Le Mans le GT3.

La piattaforma, diffusa in tutto il mondo tra campionati nazionali o meno, entra nel FIA World Endurance Championship e nella competizione endurance più importante al mondo dopo aver ‘conquistato’ la 24h di Spa-Francorchamps negli ultimi anni. GT1, GTE (GT2) ed ora ecco le GT3 che arriveranno a competere nel WEC, un risultato unico visto che il GT World Challenge Europe o l’Intercontinental GT Challenge non sono riconosciuti come campionati del mondo dalla FIA essendo gestiti da SRO.

Un sogno che per molti si realizza

L’annuncio odierno è oltremodo importante e permette a molti marchi di raggiungere il WEC e la 24h francese. Le GT3 sono infatti una formula che vede impegnati tutti i principali costruttori.

Ferrari, Mercedes, Audi, BMW, Honda (Acura), Porsche, Aston Martin, McLaren, Bentley, Lexus e Lamborghini hanno tutti il proprio modello che ora potrà gareggiare anche nel Mondiale senza limiti. La GTE vede invece solo quattro case presenti, solo due di questi iscritti a tempo pieno nel WEC 2021.

GTE fino a fine 2023

Il 2023 sarà un anno chiave per la 24h di Le Mans e per il Mondiale Endurance, il 2024 segnerà il debutto delle GT3. La GTE PRO e la GTE Am continueranno ad essere ammesse nella categoria fino al termine del 2023, anno in cui assisteremo al debutto delle LMDh tra America ed Europa.

Ferrari e Porsche hanno confermato l’impegno ufficiale fino al termine del 2022 nella GTE PRO prima di lasciare ai clienti la classe GT per concentrarsi sul ritorno nella classe regina.

A questo punto potremmo attenderci un programma a tempo pieno di Corvette che, lo ricordiamo, non ha a disposizione nell’immediato la versione GT3 della C8. R. Il gioiello di General Motors potrebbe essere ammesso con le dovute concessioni nell’IMSA che già dal prossimo anno adotterà esclusivamente le GT3 con una realtà PRO che rimpiazza l’attuale GTLM (GTE PRO).

Convergenza compiuta, Europa segue l’America

Il FIA World Endurance Championship e la 24h di Le Mans seguono a ruota gli americani di IMSA. La categoria americana ha annunciato già da mesi la creazione della GT Daytona PRO, classe GT3 riservata ai professionisti che debutterà dal 2022 al posto della GTLM.

I francesi inseguono IMSA che ha dettato un nuovo punto per continuare il progetto di convergenza iniziato da oltre una stagione. Per intenderci, dal 2024, un team avrà la possibilità di correre con la stessa auto nei due principali campionati endurance riservati alle GT ed ai prototipi nella classe regina (Hypercar/LMDh) o in GT3. Resta da capire cosa farà il WEC che non ha ancora chiarito se vorrà una classe PRO riservata alle case ed ai piloti professionisti a Le Mans e nel Mondiale.

Bisogna evidenziare che il passaggio di oggi non è totalmente nuovo per ACO. Ricordiamo che le GT3 corrono già nell’Asian Le Mans Series e nella Michelin Le Mans Cup già da qualche stagione.

Si sta riscrivendo la storia del mondo del motorsport. Il cammino è solo iniziato.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.