lavorel chanal
Credits: TT Official Website

Durante la prima gara del Sidecar TT lo scorso 4 giugno, l’incidente del sidecar #21  ha causato la morte di Cesar Chanal. Originariamente però gli organizzatori avevano comunicato che a perdere la vita fosse il suo passeggero, Olivier Lavorel. Su questo scambio d’identità è stata aperta un’inchiesta che oggi trova una prima risposta alla domanda “come è possibile che si siano scambiati i corpi?“.

L’INCIDENTE E LO SCAMBIO DI IDENTIA’

Dobbiamo tornare a sabato 4 giugno, primo giorno di gare sull’Isola di Man quando nella gara del Sidecar TT l’equipaggio francese #21 con Cesar Chanal alla guida e Olivier Lavorel come passeggero ha sbattuto violentemente ad Ago’s Leap. Nello stesso punto troveranno purtroppo la stessa fine Roger e Bradley Stockton, durante la seconda gara del Sidecar TT. In un primo momento gli organizzatori del TT hanno comunicato la morte di Olivier Lavorel ed il ricovero presso l’ospedale di Liverpool di Cesar Chanal in gravissime condizioni.

Quattro giorni più tardi gli organizzatori, hanno dovuto però correggere quanto precedentemente comunicato. A perdere la vita ad Ago’s Leap era stato Cesar Chanal e non il suo il suo passeggero Olivier Lavorel. Il metodo di riconoscimento sul posto che come anche gli organizzatori hanno puntualizzato aveva sempre funzionato egregiamente questa volta ha avuto una falla. Per questo è stata aperta un’indagine per capire cosa ha portato a dichiarare erroneamente la morte di Lavorel ad Ago’s Lap.

SCAMBIO D’IDENTITA’ DOVUTO ALLE PIASTRINE

Sono stati pubblicati oggi sul sito locale iomtoday, le dichiarazioni della Coroner Jayne Hughes che spiegherebbero come è stato possibile che gli organizzatori per tre giorni abbiano erroneamente dichiarato defunto Lavorel. Cesar Chanal è deceduto sabato 4 giugno ad Ago’s Leap a seguito di “lesioni multiple“. Poichè il suo passeggero si trovava in gravissime condizioni hanno utilizzato le piastrine che ogni pilota del TT deve avere su di se per l’identificazione proprio in casi come questo.

Oggi la coroner Hughes ha rivelato che le dichiarazioni di medici e degli agenti di polizia hanno confermato che i due piloti avevano le piastrine l’uno dell’altro. Tuttavia non è ancora chiaro perché i due non indossassero le corrette piastrine. Nell’aggiornare l’inchiesta Jayne Hughes ha espresso le sue condoglianze agli amici e alla sua famiglia di Chanal. Ha anche espresso le sue condoglianze alla famiglia di Lavorel per l’angoscia emotiva che hanno sofferto. Aggiungendo che le indagini continueranno affinché si scopra il motivo per cui i due avevano scambiato le proprie piastrine.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.