topjet f2000
Credits: Ufficio Stampa Topjet F2000 Formula Trophy

E’ stato un fine settimana ricco di emozioni quello che si è svolto al Red Bull Ring, in occasione del quarto appuntamento stagionale del Topjet F2000 Formula Trophy. Il leader della classifica Paolo Brajnik ha consolidato la propria posizione con il successo in gara-1, mentre nella seconda manche non si è fatta attendere la pronta replica da parte dell’attuale campione in carica, Bernardo Pellegrini. A trionfare nella serie austriaca Drexler è stato invece lo svizzero Sandro Zeller.

GARA-1: BRAJNIK NON FA SCONTI 

Il quarto round della serie organizzata da Piero Longhi ha affrontato la sua tappa in terra austriaca, dopo i primi tre appuntamenti andati in scena al Mugello, Monza e Imola. Dopo la pole position conquistata da Bernardo Pellegrini in qualifica, la prima manche ha registrato il trionfo di Paolo Brajnik. Il pilota friulano, partito bene, si è messo subito a caccia della vetta. Dopo un restart dietro la Safety Car, nei primi giri di gara, ha preso la testa della corsa, mantenendola fino all’arrivo. Sul traguardo, alle spalle dello svizzero Sandro Zeller (trasparente ai fini della classifica Topjet), è giunto Bernardo Pellegrini sulla F.313 della HT Powertrain, poi retrocesso per via di una penalizzazione attribuitagli dai giudici di gara. Ne ha così beneficiato Dino Rasero sulla F.320 della Puresport, autore nel finale di un bel sorpasso su Renato Papaleo che con la sua F.317 ha conquistato la terza piazza.

La gara, dopo alcuni contatti fra le vetture del centro gruppo che hanno coinvolto, tra gli altri, Franco Cimarelli e Daniele Perego (poi ripartito) si è svolta senza particolari sussulti, fino ad un nuovo ingresso della Safety Car che ha ricompattato il gruppo. In precedenza, Mei Shibi aveva dovuto abbandonare per un problema alla frizione. Solo a gara finita si è saputo della penalizzazione subita da Pellegrini.

GARA-2: LA RISCOSSA DI PELLEGRINI

Anche la seconda gara in programma non ha lesinato emozioni, con il podio in discussione fino all’ultima curva. Sul traguardo è giunto primo Sandro Zeller, trionfatore in entrambe le competizioni della serie austriaca Drexelr. Sul gradino più alto del podio tricolore è salito Bernardo Pellegrini. La prestazione del driver veneto è stata accorta, dopo la delusione del giorno prima, e finalizzata al massimo rendimento della sua Dallara F.313 Volkswagen. Questa volta tutto è filato liscio e con grande merito suo e di tutta la HT Powertrain é potuto tornare ad alzare il trofeo del vincitore.

Terzo assoluto e secondo del Topjet il friulano Paolo Brajnik, che è riuscito nel corso dell’ultimo giro a mettere la sua F.320 davanti a quella gemella di Dino Rasero. Il portacolori della Nv Racing, che adesso può contare su un congruo margine in campionato, ha disputato tutta la gara in debito di gomme, costretto a limitare le sue prestazioni. In difficoltà nelle fasi centrali, è scivolato di alcune posizioni per poi tentare il tutto e per tutto all’ultimo giro, sorprendendo il pur bravo Rasero, ma arrendendosi alla leadership di Pellegrini. Nella circostanza ha fatto segnare il “best lap” in 1’27”972.

Il prossimo appuntamento stagionale della Topjet F2000 Formula Trophy si svolgerà nel primo week-end di Luglio a Vallelunga, quando torneranno in azione anche i protagonisti della Topjet F2.0 Cup.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.