pesc silverstone
Credits: Porsche Newsroom

Il weekend appena trascorso ha visto tornare in pista anche la Porsche Esports Supercup (PESC) sul circuito di Silverstone. In seguito al primo sigillo di Zac Campbell ad Interlagos è tempo di prime volte anche in terra inglese.

JOB CONTINUA LA RIMONTA

Ma facendo un passo indietro chi non è alla sua prima vittoria è Sebastian Job, già campione di categoria nel 2020. Il giovane pilota di casa, dopo un inizio di campionato alquanto complicato, ha conquistato la seconda pole position stagionale bissando proprio quella dello scorso round. Questo gli ha permesso di partire in testa nella sprint race, utile per recuperare terreno in campionato.

L’alfiere del Red Bull Racing Esports è stato insidiato solamente una volta da Maximilian Benecke del Team RedLine. Tuttavia, grazie ad un’ottima difesa all’esterno della curva Stowe, il britannico è riuscito a passare in testa sotto la bandiera a scacchi. La vittoria nella gara sprint, come di consueto, porta alla partenza dall’8° casella nella feature race e di conseguenza il poleman della gara più lunga è Alejandro Sanchez, giunto 8° nella sprint.

PRIMA STAGIONALE PER SANCHEZ

Lo spagnolo ha difeso la leadership nelle prime tornate, ma ha subito in seguito il sorpasso di Charlie Collins. Malgrado ciò, dopo qualche giro è arrivato il controsorpasso decisivo che ha consegnato il quarto successo nella categoria e primo in stagione per il pilota di SDK Gaming. La pressione di Collins non è bastata ed il britannico di VRS si è dovuto accontentare del 2° posto. Alle sue spalle il suo compagno di colori, Zac Campbell. Fresco vincitore ad Interlagos, il giovane statunitense ha superato Graham Carroll nelle prime fasi, entrando in zona podio. Tuttavia, non è mai stato in grado di poter sferrare un attacco nei confronti della coppia di testa.

Nemmeno il podio è stato mai in discussione poiché c’è stata un’intensa battaglia per la 4° posizione, la quale ha spezzato il gruppo. Protagonisti di quest’ultima sono i due squadroni del Team RedLine e del Red Bull Racing Esports. Al termine dei 14 giri l’ordine di arrivo dei primi 6 è quindi il seguente: Sanchez, Collins, Campbell, Pinto, Benecke, Job, Carroll.

Proprio per quanto riguarda Red Bull è stato interessante seguire la gara di Carroll, il quale torna finalmente in zona punti dopo il 2° posto in main race nel round di apertura. C’è da segnalare inoltre l’assenza del terzo portacolori, Cooper Webster. Un doppio zero in classifica che potrebbe pesare a fin e stagione per l’australiano, essendo in corsa per il titolo di Rookie of The Year nel campionato.

Assenze pesanti anche in casa Coanda. Quella di Ayanchan Guven potrebbe determinare la parola fine sulle sue speranze di titolo, considerando il distacco di 70 punti dopo la tappa inglese. In testa al campionato si conferma Diogo Pinto a quota 218 punti. Il vantaggio del portoghese ammonta a 20 punti su Zac Campbell, mentre sono leggermente più distaccati Kevin Ellis Jr, Jamie Fluke e Sebastian Job, rispettivamente a 168 e 167 punti.

Terminato il round di Silverstone, la PESC tornerà in azione con il quinto round del 2022 sul Red Bull Ring, il 26 marzo.

Antonio Fedele

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.