ruote coperte
Foto: sito FIA WEC

Le ultime notizie dal mondo dell’endurance e dal FIA World Endurance Championship che si prepara già per la prossima stagione. ACO, nel frattempo, firma un importante accordo con SRO che riceve per la prima volta due pass per la 24h di Le Mans.

WEC, Porsche ritira il reclamo contro Ferrari

Alessandro Pier Guidi e James Calado sono ufficialmente i campioni del FIA World Endurance Championship nella classe GTE PRO. Porsche ha ufficialmente ritirato la protesta contro la Ferrari #51 di AF Corse, prima sotto la bandiera a scacchi della 8h del Bahrain.

Un comunicato ufficiale recita: “Porsche Motorsport aveva presentato una protesta contro le decisioni prese dal direttore di gara della 8 Ore del Bahrain dopo il finale di stagione del FIA WEC al Bahrain International Circuit a causa dell’incidente tra la Porsche 911 RS-19 numero 92 e la Ferrari numero 51. Questa protesta è stata respinta. Porsche aveva annunciato che avrebbe presentato ricorso contro il rigetto della protesta. Un’analisi approfondita della situazione e la consulenza di un legale hanno portato alla decisione di non intraprendere ulteriori azioni legali. Porsche vorrebbe in futuro vedere un approccio rigoroso e uniforme alle sanzioni per le violazioni in pista, specialmente durante la gara”.

ACO ‘regala’ due pass per Le Mans a SRO

L’Automobile Club de l’Ouest e SRO Motorsports hanno firmato un importante accordo per la stagione 2023 dell’Asian Le Mans Series (ALMS). Pierre Fillon, Presidente dell’associazione che organizza la 24h di Le Mans, ha completato un progetto insieme a Stéphane Ratel per la creazione di una nuova classifica combinata tra l’ALMS ed il GT World Challenge Asia.

I due campionati resteranno distinti, ma dal 2023 sarà istituita una graduatoria combinata che permetterà al vincitore della di accedere alla 24h di Le Mans. Ovviamente il processo è riservato esclusivamente alle GT3, il punto d’incontro tra le due organizzazioni.

In Bahrain, sede settimana scorsa dell’epilogo del FIA World Endurance Championship, ACO ha annunciato che rilascerà un pass per la classica francese anche al vincitore del GT World Challenge Europe. Non è ancora stabilito quale classe avrà questo privilegio, molto probabilmente la neonata ‘Gold Cup’.

Pierre Fillon, Presidente ACO, ha commentato: “Questa collaborazione congiunta è il modo migliore per garantire il successo e lo sviluppo dell’Asian Le Mans Series. L’esperienza delle tre società sarà vantaggiosa per i concorrenti. Stéphane ha svolto un ruolo importante nella creazione della European Le Mans Series e condividiamo molti degli stessi valori quando si tratta della visione del nostro sport”.

Soddisfazione anche da parte di Stéphane Ratel, fondatore e CEO di SRO Motorsports Group: “È per me un grande piacere lavorare al fianco di ACO. Vorrei anche ringraziare l’ACO e la LMEM per aver assegnato un invito alla 24 Ore di Le Mans al Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS”.

Paul Dalla Lana a Daytona con Aston Martin

Nell’attesa di vivere questo week-end l’epilogo dell‘IMSA WeatherTech SportsCar Championship, previsto questo fine settimana in quel di Road Atlanta, Paul Dalla Lana ha annunciato la propria partecipazione alla 24h di Daytona del prossimo gennaio.

Il canadese sarà al volante di un’Aston Martin Vantage GT3 accanto al danese Nicki Thiim. Non ci sono altri dettagli in merito all’equipaggio che militerà nella GTD ‘tradizionale’. Ricordiamo infatti che dal 2021 è stata istituita la GTD PRO, classe che di fatto rimpiazza l’attuale GTLM.

Il #98 del FIA WEC ha commentato a ‘Sportscar365’: “L’anno prossimo sarò a Daytona. Correremo in GTD con una buona formazione, avremo anche Nicki in macchina. Dobbiamo anche pensare al WEC e prendere le nostre decisioni a partire dal 1 dicembre”.

Aston Martin, nel frattempo, ha l’opportunità di vincere questo week-end la GTD 2021 con la coppia Gunn/De Angelis. Il duo dell’Heart of Racing #23 ha firmato in quel del VIRginia International Raceway la WeatherTech Sprint Cup, speciale classifica riservata alle GT3.

Ferrari guarda già al 2022, Cetilar punta all’IMSA

Ferrari guarda già al 2022 dopo aver vinto il FIA World Endurance Championship nella classe GTE PRO e GTE-Am. La casa di Maranello è pronta a confermarsi e si prepara per la prossima stagione agonistica. Ricordiamo che il titolo in GTE PRO è stato confermato dopo che i commissari hanno respinto l’appello presentato da Porsche al termine della 8h del Bahrain, una prova oltremodo interessante che è stata macchiata da un finale abbastanza discutibile.

Christoph Ulrich e Simon Mann correranno con Tony Vilander in GTE-AM con AF Corse. Si tratta di un ritorno nel WEC per quest’ultimo che vinse nel 2014 la classe GTE PRO con Gimmi Bruni, attuale alfiere di Porsche. La realtà di Amato Ferrari sarà al via anche in quel di Daytona in GTD il prossimo gennaio con un terzetto formato da Ezequiel Perez Companc/Christoph Ulrich/Nicklas Nielsen.

Nel frattempo attenzione a Cetilar Racing che si appresta a gareggiare nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship in GTD. La squadra di Roberto Lacorte ha chiuso un primo anno positivo in GTE-Am imponendosi quest’anno nella 8h di Portimao di quest’estate.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.