WTCR WEC ELMS NASCAR

Continuano ad arrivare novità da WTCR, WEC, ELMS e NASCAR alla vigilia di un nuovo fine settimana di corse in cui ritroveremo il GT World Challenge Europe, in pista in Francia per il secondo atto del 2021, il primo sprint.

Robert Wickens torna al volante a Mid-Ohio!

Robert Wickens torna al volante di una vettura da corsa in quel di Mid-Ohio a meno di tre anni dall’incidente che gli provocò delle lesioni al midollo spinale. Ricordiamo infatti che, nell’ovale di Pocono, il canadese fu protagonista di un terribile incidente in occasione della prova dell’IndyCar Series.

Il 32enne è sceso in pista nel circuito di Lexington con una Hyundai Veloster N TCR del Bryan Herta Autosport. L’auto, impegnata regolarmente nell’IMSA Michelin Pilot Challenge, è dotata di comandi al volante per permettere la guida a Michael Johnson, iscritto al campionato in coppia con Stephen Simpson.

WTCR: Bence Boldizs torna con Zengő Motorsport

Dopo l’annuncio degli esperti Mikel Azcona e Jordi Gené, Zengő Motorsport ha annunciato il terzo pilota che parteciperà alla stagione 2021 del FIA World Touring Car Cup. L’ungherese Bence Boldizs, già presente al via della passata stagione, sarà al volante di una delle quattro Cupra che la formazione magiara porterà in pista nel Mondiale 2020.

Il 23enne ha affermato alla stampa in merito a questo annuncio: “Sono estremamente felice di poter continuare a correre ai massimi livelli nel WTCR con Zengő Motorsport e con Cupra. L’anno scorso ho imparato molto. A maggio ho avuto l’opportunità di provare per la prima volta la vettura TCR e alla fine della stagione potrei dire di poter lottare contro i migliori piloti di auto da turismo e raggiungere la Q2 per tre volte”.

WEC LMP2: cambio di equipaggi per la 8h del Portimao

Cambiano gli equipaggi in vista della 8h di Portimao, secondo atto del FIA World Endurance Championship. Come evidenziato a Spa-Francorchamps da Filipe Albuquerque, la concomitanza tra IMSA e WEC mette in difficoltà parecchi piloti tra cui lo stesso portoghese.

Il vincitore della Rolex 24 2021, impegnato in America con WTR e nel Mondiale in LMP2 con United Autosports, gareggerà in quel di Detroit nel fine settimana del 13 giugno e non potrà disputare la 8h sul tracciato di casa. La compagine inglese ha scelto lo scozzese Paul Di Resta per sostituire il campione in carica della classe LMP2, a segno sempre sull’Oreca #22 nella recente 6h belga che ha aperto il campionato.

Il problema tra IMSA e WEC rallenterà anche l’olandese Rengen van der Zande. Lo svizzero Louis Deletraz rimpiazzerà il portacolori di Chip Ganassi Racing nella 8h portoghese sulla vettura polacca dell’Inter Europol Competition.

ELMS: Cooper MacNeil entra nel gruppo

L’americano Cooper MacNeil correrà tutte le restanti prove dell’European Le Mans Series sulla Porsche #77 del Proton Competition. Red Bull Ring, Monza, Spa-Francorchamps, Paul Ricard e Portimao entrano nel calendario del vincitore della Sebring 12h 2021 per quanto riguarda la classe GTLM.

Gianmaria Bruni ed il proprietario Christian Ried, presente come squadra in IMSA con lo stesso McNeil nella classe GTLM, si alterneranno al volante della 911 RSR-19 che alla 4h di Barcellona aveva visto in pista il Jaxon Evans.

McNeil, all’esordio nella principale categoria europea riservata a GT e prototipi, ha affermato in merito: “Non vedo l’ora di fare le restanti gare ELMS. Sfortunatamente ho dovuto saltare il primo atto per una concomitanza, ma sarò al via nei restanti cinque round. Non vedo l’ora di imparare alcuni nuovi circuiti e di guidare la 911 RSR. Abbiamo avuto l’idea di correre ELMS in preparazione alla 24h di Le Mans di agosto”.

Dale Earnhard Jr in Xfinity Series a Richmond

Dale Earnhardt Jr correrà l’11 settembre nella prova di Richmond della NASCAR Xfinity Series, la ‘F2’ della seguitissima categoria americana. L’ex campione della serie torna in gara per celebrare il 20° anniversario dell’attacco alle torri gemelle e per celebrare le vittime di quella tragica giornata.

Earnhardt, 24 volte a segno nella categoria con due titoli all’attivo, sarà ai nastri di partenza con una Camaro del suo team, impegnata regolarmente nella categoria. Ricordiamo inoltre che il figlio del sette volte campione della Cup Series Dale Earnhart vinse la prima prova della Cup Series dopo l’11 settembre, gara che si svolse a Dover.

LMDh, Audi debutterà in pista già dal 2022

Continua il lavoro di Audi in vista del ritorno nella classe regina dell’endurance. La casa tedesca si appresta a tornare in veste ufficiale con la nuova piattaforma delle LMDh, categoria che nascerà ufficialmente alla Rolex 24 at Daytona 2023. Il costruttore che ha vinto 13 edizioni della 24h di Le Mans ha rilasciato che già all’inizio del 2022 inizierà a testare la vettura in vista del debutto successivo.

Al momento non conosciamo quale telaio sia stato scelto da Audi, ma pare che Multimatic sia la strada intrapresa dai tedeschi per la costruzione delle LMDh. Ricordiamo che questa formula sarà ammessa nel FIA World Endurance Championship e nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

LMDh, Audi debutterà nel 2022: le dichiarazioni dei protagonisti

Andreas Roos, leader del progetto per la casa di Ingolstadt ha rilasciato alla stampa: “Abbiamo selezionato un partner per il telaio e deciso un concetto di motore. Insieme ai nostri colleghi di Audi Design stiamo attualmente definendo l’aspetto che entusiasmerà i nostri fan. Il nostro obiettivo è che il primo prototipo sia sulle ruote all’inizio del prossimo anno e che completi il suo lancio nel primo trimestre. Con il progetto LMDh stiamo continuando la filosofia dei nostri primi anni nei prototipi sportivi. L’Audi R8 non è stata solo il prototipo di maggior successo del suo tempo dal 2000 al 2006 con 63 vittorie in 80 gare, ma ha anche avuto molto successo nelle mani dei nostri clienti e facile da gestire per i team”.

Gli fa eco Julius Seebach, CEO di Audi Sport GmbH: “La nuova categoria LMDh si adatta perfettamente alla nostra nuova configurazione nel motorsport. Il regolamento ci consente di schierare affascinanti auto da corsa nelle gare più prestigiose di tutto il mondo. Il nuovo prototipo sportivo sarà un’autentica Audi tanto quanto la RS e-tron GT che è stata lanciata di recente ed è stata sviluppata anche su una piattaforma condivisa con Porsche”.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.