24 Ore di Dubai

Mentre in Arabia Saudita si corre la 43^ edizione della Dakar, nella vicina Dubai tutto è pronto per la 24 Ore che da qualche anno apre la stagione agonistica per quanto riguarda le ruote coperte. Dopo la Gulf 12h, disputata per la prima volta a gennaio in quel del Bahrain e non ad Abu Dhabi come “da tradizione”, la 24 Ore di Dubai è la prova inaugurale della 24h Series.

Nata nel 2006, la manifestazione araba vede al via moltissime categorie: la principale sarà la GT3. Nella speranza di non avere il medesimo epilogo del 2020, edizione interrotta e non più ripresa per un violentissimo acquazzone, tutto è pronto per una competizione che si prospetta interessante.

24 Ore di Dubai: Mercedes pronta a confermarsi

Sono al momento 8 le vetture iscritte nella categoria GT3-PRO, rappresentanti Mercedes, Audi, Lamborghini e Porsche. Le Frecce d’Argento sono pronte a difendere il titolo dello scorso anno.

Haupt Racing Team (HRT), squadra che ha ereditato le auto da Black Falcon, insegue il successo con Maro Engel, Hubert Haupt, Patrick Assenheimer, Khaled Al Qubaisi e Ryan Ratcliffe #4. I cinque non saranno gli unici rappresentanti di HRT a Dubai. Ricordiamo infatti la partecipazione, sull’AMG #5 iscritta in GT3-Am troveremo Florian Scholze, Valentin Pierburg, Nico Bastian, Assenheimer ed Al Qubaisi.

HRT difende i colori Mercedes insieme a Racetivity #83 con François Perrodo, Manu Collard, Matthieu Vaxiviere e Charles-Henri Saman.

Porsche punta su Dinamic, GPX ed Herberth Motorsport

Porsche suona la carica e porta alcuni piloti di rilievo per la 24h che ci apprestiamo a vivere. Il nostro Matteo Cairoli si accaserà da Dinamic Motorsport insieme a Roberto Pampanini, Mauro Calamia e Stefano Monaco con una 911 GT3 – R. Cercano soddisfazioni i padroni di casa di GPX Racing. La formazione araba, uscita ad ossa rotte dalla 24h di Dubai 2020, cerca la rivincita con Mathieu Jaminet e Julien Andlauer. I due francesi affiancheranno Axcil Jeffries e Frederic Fatien, #36.

Klaus Bachler e Sven Mueller guidano l’equipaggio #92 dell’Herberth Motorsport con Jurgen Haring, Wolfang Triller e Vincent Kolb. Questa formazione, da anni legata alla 24h Series ad a questa prova, parteciperà anche con la #93 di Steffen Görig, Antares Au, Ian Loggie et Daniel Llyod ed alla #91 di Daniel Allemann, Ralf Bohn, Alfred et Robert Renauer, entrambe iscritte in GT3-Am.

Audi con WRT e Attempto, Bortolotti torna con Grasser

Per il successo finale attenzione anche ad Audi. La casa di tedesca sarà in scena con WRT ed Attempto Racing. La formazione belga punterà su Dries Vanthoor, Kelvin van der Linde, Benjamin Goethe e Louis Machiels.

Anche Attempto non farà a meno dei piloti ufficiali. Citiamo infatti Markus Winkelhock e Christopher Mies. I due tedeschi, da anni alfieri della compagine di Ingolstadt si alterneranno al volante del R8 #99 di Finlay Hutchison, Arkin Aka ed Alex Aka.

Mirko Bortolotti torna al volante della Lamborghini Huracan GT3 #63 del Grasser Racing Team, squadra iscritta nella GT3 PRO. Il trentino, pilota ufficiale Audi nel 2019, rientra con la casa emiliana, costruttore con cui ha costruito gran parte della carriera.

Appuntamento dunque a venerdì per la prima tappa della 24H Series, evento molto interessante a due settimane dalla prima classica del motorsport: la Rolex 24 at Daytona.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.