Nel gran finale di Valencia, non si sono assegnati solamente i titoli dei mondiali MotoGP e Moto2, ma anche quello della Red Bull MotoGP Rookies Cup andato a Josè Rueda. Dal 2007 il campionato, organizzato da KTM, affianca il Motomondiale in alcune tappe europee e si propone, assieme allo JuniorGP (l’ex CEV), come la maggiore fucina di talenti per l’accesso ai campionati mondiali.

L’incredibile stagione di Josè Antonio Rueda

Quest’anno la stagione è partita a Portimao e da subito Josè Antonio Rueda ha stupito. Il sivigliano classe 2005, alla sua prima gara in categoria, ha stupito tutti vincendola con una decina di secondi di vantaggio sul gruppo che lo seguiva. L’unico che era riuscito a rimanergli incollato è stato Angel Piqueras, caduto al penultimo giro nel malaugurato tentativo di batterlo. La stagione è poi proseguita con altre due vittorie, a Jerez e al Sachsenring, con il titolo ancora in gioco all’ultima gara di Valencia. Rueda, con un quarto e un settimo posto nell’ultimo round, è riuscito a mantenere le distanze dall’olandese Collin Veijer, conquistando il titolo.

Parallelamente, Rueda ha corso anche il FIM JuniorGP World Championship con la Honda gestita dal team Estrella Galicia. Josè ha dominato la categoria, conquistando complessivamente 5 vittorie e 9 podi, con un quinto posto come peggior risultato finale. Infatti il titolo è stato assegnato a Misano, con ben tre gare d’anticipo.

Josè Rueda diventa, quindi, il primo a conquistare entrambi i campionati principali per l’accesso al Motomondiale, successi ottenuti addirittura nello stesso anno. Impresa non compiuta da tanti altri grandi piloti che, pur correndo in entrambe le categorie, sono riusciti a vincere solo in una. Tra questi, gli ultimi due campioni del mondo della Moto3 ovvero Pedro Acosta e Izan Guevara che, nel 2020, si sono spartiti i due campionati.

Il passaggio al Mondiale Moto3 con KTM Ajo

Il prossimo anno Rueda passerà al Mondiale Moto3, con un team d’eccezione: RedBull KTM Ajo. Ad affiancarlo sarà il turco Deniz Oncu, quinto in classifica quest’anno con KTM Tech3. Difficilissimo replicare quanto fatto da Acosta nel 2021, ma Josè può stupire alla luce dei risultati conquistati quest’anno. La velocità non gli manca di certo, Aki Ajo potrebbe averci visto giusto ancora una volta.

Francesco Sauta

LEGGI ANCHE: MOTO3 | GP VALENCIA: VINCE IZAN GUEVARA SU ÖNCÜ, GARCIA VICECAMPIONE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.