SCARPERIA, ITALY - OCTOBER 03: Alberto Cerqui of AB Racing - Centri Porsche di Roma in action during the Porsche Carrera Cup Italia Round 9/10 Day Two at Mugello Circuit on October 03, 2020 in Scarperia, Italy. (Photo by Giorgio Perottino/Getty Images for Porsche Italia)

Pioggia, sorpassi e colpi di scena. C’è tutto nel sabato della Porsche Carrera Cup Italia al Mugello Circuit. Come in occasione dell’apertura stagionale in luglio, il monomarca tricolore è di scena sul circuito toscano anche per il penultimo round e pure stavolta è Alberto Cerqui a vincere gara 1.

Il pilota di AB Racing – Centri Porsche di Roma ha dominato in condizioni da bagnato gestendo bene anche un periodo di safety car nei primi giri e ha preceduto sul traguardo due piloti del team Dinamic Motorsport, entrambi al primo podio stagionale: Nicola Baldan (Centro Porsche Bologna), al miglior risultato in questa sua prima stagione nella serie di Porsche Italia, e Lodovico Laurini (Centro Porsche Mantova).

EMOZIONI DALLO START

La gara del Carrera Cup Italia, emozionante e ricca di continui duelli in tutte le categorie, ha vissuto due importanti colpi di scena che nei primi metri hanno coinvolto i due maggiori pretendenti al titolo 2020. Prima Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) si è ritrovato in fondo al gruppo a causa di una pessima partenza dalla quarta posizione, poco dopo Gianmarco Quaresmini (Tsunami RT – Centro Porsche Brescia) si è insabbiato nella via di fuga della curva Casanova, ritrovandosi doppiato e dovendo così cedere la leadership proprio a Iaquinta, che in rimonta ha poi concluso quinto al traguardo.

Gara 2 del Porsche Carrera Cup Italia è in programma domenica 4 ottobre alle 9.50, sempre sulla distanza di 28 minuti + 1 giro e diretta tv su Sky Sport Arena (canale 204 di Sky) e in chiaro su Cielo (canale 26 del digitale terrestre), oltre che in live streaming in HD su www.carreracupitalia.it.

LA FUGA DI CERQUI

Nella prima gara del Mugello, Cerqui, che ha conquistato anche il punto aggiuntivo del giro più veloce, ha guadagnato la testa della corsa bruciando David Fumanelli in partenza e subito dopo anche il poleman Marzio Moretti alla seconda curva. A soli 18 anni, il rookie mantovano di Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo aveva conquistato sull’umido della mattinata la sua prima pole position nella Carrera Cup Italia, nella quale è alla stagione d’esordio. Dopo quella di Aldo Festante a Vallelunga, si tratta della seconda pole position consecutiva fatta segnare da uno degli under 23 inseriti nello Scholarship Programme di Porsche Italia. Tornando alla gara, Cerqui ha poi dominato sua nei primi giri sia nella seconda parte alla ripartenza da una safety car, entrata in pista in occasione di una doppia uscita in ghiaia di due concorrenti della Michelin Cup.

BALDAN E LAURINI SUL PODIO

Al culmine di una rimonta spettacolare e dopo aver vinto i duelli innescati con Fumanelli, Moretti e Iaquinta, alle spalle di Cerqui si sono issati nel finale Baldan e Laurini, che in extremis è riuscito a escludere proprio Fumanelli dal podio assoluto. Il pilota ufficiale del Team Q8 Hi Perform ha dovuto così accontentarsi del quarto posto dopo la prima fila ottenuta in qualifica, piazzamento che comunque gli consente di rosicchiare qualche punto in classifica, dove resta in lotta per il titolo anche se ancora un po’ staccato rispetto a Iaquinta e Quaresmini. Il driver brianzolo ha preceduto proprio Iaquinta, che a sua volta ha concluso davanti a Festante, che grazie al sesto posto finale partirà dalla pole position nella griglia invertita di gara 2 con la 911 GT3 Cup di Ombra Racing – Centro Porsche Padova.

Scorrendo la top-10, Giacomo Barri ha ottenuto un incoraggiante settimo posto nelle condizioni più insidiose per un esordio nel monomarca tricolore e ha pure riportato il team Raptor Engineering – Centro Porsche Catania in zona punti. Entrato in crisi di performance a cavallo della safety car, solo ottavo ha concluso invece Stefano Monaco (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena), che ha preceduto Moretti, piombato in nona posizione per un paio di escursioni in ghiaia dopo aver a lungo conteso il podio in bagarre con Fumanelli e poi Baldan. Decima piazza e primo punto alla sua seconda gara nella serie per Benedetto Strignano, all’esordio con AB Racing – Centri Porsche di Roma.

MICHELIN CUP E SILVER CUP

E’ cambiata la classifica anche in Michelin Cup, dove grazie al successo odierno Luca Pastorelli (Krypton Motorsport) ha raggiunto al comando Bashar Mardini. In gara il gentleman driver canadese di Tsunami RT – Centro Porsche Verona ha concluso terzo di categoria cedendo alla perentoria rimonta di Piero Randazzo, che con il secondo posto ha completato il brillante sabato di AB Racing – Centri Porsche di Roma.

Nella Silver Cup il successo di Stefano Bianconi consente al pilota di Ghinzani Arco Motorsport di allungare in classifica. Con lui sul podio del Mugello sono saliti Marco Parisini, al miglior risultato stagionale con il Team Malucelli, e Massimiliano Donzelli, rallentato da un testacoda al volante della 991 GT3 Cup gen.I di GDL Racing.

Alberto Cerqui (vincitore gara 1): “Sono scattato benissimo al via e sono riuscito a passare Fumanelli. Poi ho atteso una curva e ho superato anche Moretti. Da subito mi sono sentito a mio agio sulla macchina, ho preso il mio ritmo e un bel vantaggio. Alla ripartenza dalla successiva safety car ho gestito tutto bene e sentivo di poter spingere ancora. Avevo un ottimo ritmo e sono veramente contento, la vittoria mi mancava e ci voleva. Anche per ripagare la squadra del lavoro svolto”.

LA CLASSIFICA DI GARA-1

1. Cerqui (AB Racing – Centri Porsche di Roma) 13 giri in 30’55”413 alla media di 132,297 km/h; 2. Baldan (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 6”140; 3. Laurini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 10”528; 4. Fumanelli (Q8 Hi Perform) a 10”614; 5. Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 11”264; 6. Festante (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) a 15”750; 7. Barri (Raptor Engineering – Centro Porsche Catania) a 17”135; 8. Monaco (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 21”710; 9. Moretti (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 21”786; 10. Strignano (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 22”921; 11. Caglioni (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) a 29”086; 12. Pastorelli (Krypton Motorsport) a 41”090; 13. Randazzo (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 41”962; 14. Mardini (Tsunami RT – Centro Porsche Verona) a 44”548; 15. Vukov (GDL Racing – Centro Porsche Bari) a 52”229; 16. Bianconi (Ghinzani Arco Motorsport) a 1’33”920; 17. Parisini (Team Malucelli) a 1’47”218; 18. Donzelli (GDL Racing) a 1 giro; 19. Quaresmini (Tsunami RT – Centro Porsche Brescia) a 1 giro; 20. Galassi (Team Malucelli – Centro Porsche Varese) a 1 giro; 21 Locanto (SVC – Centro Porsche Firenze a 2 giri.
Giro più veloce: il 6° di Alberto Cerqui in 2’09”356 alla media di 145,969 km/h.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.