FX Racing Weekend 2024 | Live Streaming Gare - Varano 14 Aprile (pomeriggio)

Valentino Rossi ha espresso ai media il proprio parere alla vigilia della prima tappa del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Endurance Cup 2023. Il 'Dottore' è atteso a dare spettacolo con la vettura #46 di WRT, team belga che per la prima volta sarà al via della categoria continentale con BMW e non Audi. 

Nell'incontro comune con i giornalisti l'ex centauro ha mostrato ottimismo in vista della seconda annata nel GTWC Europe, campionato che nuovamente tornerà in scena su dieci appuntamenti in tutto il 'Vecchio Continente'.

Il #46 non ha mancato di guardare al futuro confermando il proprio intento di gareggiare nella 24h Le Mans. BMW potrebbe avverare il sogno del pluricampione, ricordiamo infatti l'impegno in LMDh per il costruttore bavarese che dal 2024 debutterà anche nel FIA World Endurance Championship.

GTWC Europe Valentino Rossi, primo anno con BMW 

"Mi trovo molto bene con il team, credo che il team sia un riferimento per molti. Questa è una nuova possibilità per me, BMW mi ha dato molto supporto facendomi diventare un pilota ufficiale. Devo ancora capire le potenzialità della vettura. Monza non credo che sia una buona pista per noi".

Riguardo ai prossimi anni, l'alfiere della compagine di 'Vincent Vosse' ha affermato: "l mio sogno è gareggiare nella 24h Le Mans, ma mi piace molto questo campionato. Avere in pista delle vetture della medesima categoria è spettacolare. Gareggiare con le GT3 ti regala molte possibilità".

In conclusione Valentino Rossi ha affermato salutando tutti i media presenti nella sala stampa dell'Autodromo Nazionale di Monza. "Sono molto tranquillo in quello che sto facendo ora. Ovviamente la tensione non manca di salire in auto, ma è qualcosa di differente rispetto a prima".

Il GTWC Europe 2023 è pronto per scattare da quel di Monza, domani le qualifiche e la gara sulla canonica distanza delle tre ore. La BMW #46 verrà condivisa tra 'Vale', il brasiliano  Augusto Farfus ed il belga  Maxime Martin.

Da Monza - Luca Pellegrini