Il WorldSBK torna in Europa ma ad Assen non cambia il film: Alvaro Bautista prima gestisce i rivali e nel finale allunga vincendo in solitaria. Lo spagnolo della Ducati sembra non avere rivali nemmeno sulla pista olandese, storicamente casa di conquista per Jonathan Rea che risorge e chiude alle spalle di Bautista. Terza piazza per Torpak Razgatlioglu, il primo dei "Big3" a mollare il ritmo. Quarta piazza per Andrea Locatelli che nel finale si è liberato di un ottimo Axel Bassani miglior pilota indipendente con la Ducati del team Motocorsa.

BAUTISTA SENZA RIVALI

Continua a dettare legge Alvaro Bautista, sesta vittoria in sette manche (caduto nella Superpole Race di Mandalika, ndr). Lo spagnolo vince anche su una pista che storicamente non ha mai sorriso alla V4 R. Alvaro che è stato penalizzato dopo la Superpole per aver ostacolato in curva3 le BMW che si trovavano già nel giro lanciato è scattato dalla P4 girando però già alla prima curva davanti ad Alex Lowes. L'inglese ha provato nel primo giro ad impensierire il #1 ma dopo un solo passaggio si è dovuto arrendere allo spagnolo. A questo punto Bautista si è accodato a Jonathan Rea e Torpak Razgatlioglu.

Bautista che nelle libere era stato l'unico a mettere in mostra un passo costante sul 1'34" ha aspettato che il terzetto prendesse terreno sugli inseguitori prima di infilare Toprak Razgatlioglu all'ultima curva. Il turco è stato molto conservativo e non ha provato a rispondere allo spagnolo così il pilota Ducati si è messo subito a caccia di Jonathan Rea. Al nono passaggio dopo aver aspettato quattro giri alle sue spalle Bautista si infila nel veloce curvone a destra dopo il secondo rettilineo. Da qui il campione del mondo WorldSBK 2022 ha piano piano aumentato il proprio margine fino ad arrivare ai tre secondi di vantaggio sotto la bandiera a scacchi.

LOCATELLI E BASSANI, L'ITALIA AI PIEDI DEL PODIO

Si fermano ai piedi del podio Andrea Locatelli e Axel Bassani, i due sono stati protagonisti del gruppetto degli inseguitori che si è andato man mano scremando. Negli ultimi passaggi Axel che era saldamente in quarta posizione da circa metà gara è stato avvicinato dal pilota Yamaha. "Loca" proprio all'ultimo passaggio si è infilato sul pilota veneto conquistando la quarta piazza. Per Axel un quinto posto che mette ancora in mostra il suo talento e l'abilità del team Motocorsa. Sesta piazza per il rookie del GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team Dominique Aegerter. Lo svizzero nel finale è stato la Yamaha più veloce in pista provando a recuperare su Locatelli e Bassani.

Settima piazza per Alex Lowes che dopo un buon avvio dove ha lottato per le posizioni ai piedi del podio, nel finale è risucchiato dal gruppo chiudendo a 14" dal vincitore. Ottava piazza per Remy Gardner, l'australiano nel finale ha avuto la meglio sulla Ducati dello Spark Barni Racing Team di Danilo Petrucci e la BMW ufficiale di Scott Redding.

Credits: WorldSBK.com

Mathias Cantarini

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi