FX Pro Series 2024 | Live Streaming Grid Walk & Race 2 - Misano 23 Giugno

La F3 si avvicina a grandi passi all'epilogo della stagione 2023. L'autodromo di Monza, infatti, sarà lo scenario dove verrà decretato il vincitore della categoria. Il favorito è certamente Gabriel Bortoleto; sarà il brasiliano a fregiarsi del titolo alla fine o qualcun altro vivrà il suo weekend di gloria?

Bortoleto verso il titolo

La F3 arriva a Monza con una differenza sostanziale rispetto allo scorso anno. Se nel 2022 la lotta al campionato era ancora aperta - la spuntò Martins su Bearman - ora Gabriel Bortoleto, a meno di clamorosi colpi di scena, è avviato verso il titolo di nuovo campione di F3. Il brasiliano è infatti in testa alla classifica con 144 punti con Paul Aron fermo a 106. Con 38 punti di vantaggio a fronte di 39 che si possono guadagnare in un weekend, il risultato è praticamente certo. Josep Maria Martì ora è terzo a 105 punti, ma se per Aron è già difficile, per lui è praticamente impossibile ottenere la vittoria.

Nel motorsport però tutto è possibile: gli inseguitori non si daranno per vinti tanto facilmente.

Un inizio solido

Il pilota del team Trident ha fatto la differenza nel corso della prima parte di stagione. Già nel primo round Bortoleto ha dato tanto filo da torcere ai piloti più esperti, conquistando la leadership e mettendo in mostra il suo talento. Le vittorie ottenute nelle Feature Race in Bahrain e Australia, altri tre podi e il costante posizionamento in zona punti sono la prova di una stagione solida per il brasiliano.

Il weekend in Belgio è stato l'unica macchia di una stagione importante. Zero punti conquistati che di fatto non gli hanno consentito di arrivare all'ultimo round già da campione.

L'Italia c'è: sprazzi di luce da Minì e Fornaroli

Il nostro tricolore sventola alto sulla categoria, con piloti e team italiani che sono stati protagonisti di questa stagione di F3.

Doveva essere uno dei piloti a lottare per il titolo. O almeno, questo ci si aspettava considerando le sue abilità. Invece Gabriele Minì ha peccato di poca costanza che lo condanna al settimo posto in classifica con 87 punti. Il palermitano può vantare la vittoria nella Sprint Race in Ungheria e la gloriosa Feature Race a Monaco, ma oltre a ciò le sue prestazioni sono state altalenanti tra ritiri e pochi punti conquistati. Un esordio in F3 con Hitech sicuramente formativo in ottica futuro.

Se su Minì vi erano grandi aspettative, visto l'andamento in Formula Regional, lo stesso non si può dire di Leonardo Fornaroli. Nonostante fosse il vincitore del premio rookie 2022 in FRECA, per il giovane pilota era previsto un 2023 di apprendistato nella categoria superiore. Quest'anno in F3, però, Leonardo è riuscito a mostrare tutto il proprio talento. Grazie ad una Trident competitiva, il piacentino si è ritagliato durante l'anno posizioni di prestigio grazie a ottime prestazioni. Podi a Monaco, in Spagna e a Silverstone - dove ha anche fatto la pole position - gli valgono il nono posto in classifica. Avere un compagno di squadra leader del campionato è risultato essere un ottimo riferimento grazie a confronti e analisi per migliorare. E i risultati si sono visti.

Trident o Prema: chi la spunta?

I due team italiani, grazie alle posizioni di alta classifica dei propri piloti, sono in lotta per il titolo squadre. Prema - il team più vincente in categoria - anche quest'anno deve difendersi da Trident, staccata di soli 25 punti.

La qualità è alta, è impossibile prevedere chi si aggiudicherà il campionato. Il team vicentino compete con Paul Aron, Dino Beganovic, Zak O'Sullivan, mentre quello lombardo con Gabriel Bortoleto, Leonardo Fornaroli e Oliver Goethe. Nomi di tutto rispetto che evidenziano la competitività delle due squadre italiane.

I rookie dominano

Questa stagione di F3 ha messo in mostra i nuovi talenti. Sono 5 infatti i rookie nelle prime 10 posizioni della classifica. L'esperienza ha lasciato il posto alla sfrontatezza, con piloti come Gregoire Saucy e Franco Colapinto che, invece, hanno deluso le aspettative.

Menzione speciale per Sophia Floersch che, alla guida di una delle vetture PHM Racing by Charouz, è risultata essere la migliore del suo team. Per lei sono arrivati i primi punti stagionali in Belgio, dopo che è stata squalificata precedentemente per vettura fuori regolamento.

Deludenti invece i risultati di Sebastian Montoya. Il figlio d'arte non ha saputo sfruttare tutte le occasioni commettendo errori che lo relegano a metà classifica. Solo 37 punti conquistati per lui.

Il round finale sarà l'ultima occasione dei piloti per impressionare. Saranno inoltre in pista la new entry Josh Dufek, che prenderà il posto di Hugh Barter in Campos, e Francesco Simonazzi, il quale sarà ancora una volta alla guida di Rodin Carlin nella sua gara di casa.

Appuntamento dunque a Monza dall'1 al 3 Settembre per vivere le ultime emozioni di una stagione di F3 che, come sempre, ha regalato tante emozioni e colpi di scena.

Anna Botton