FX Racing Weekend 2024 | Live Streaming Gare - Varano 14 Aprile (pomeriggio)

La quarta operazione all'omero destro diventa realtà per Marc Marquez. Lo conferma lui stesso durante la conferenza stampa straordinaria che ha avuto luogo a ridosso della fine delle qualifiche del GP d’Italia di MotoGP al Mugello. Il pilota spagnolo volerà negli USA per trovare una soluzione definitiva all’infortunio che lo affligge da Jerez 2020 e che nuovamente lo allontana dalle competizioni.  

Marc Marquez verrà operato alla Mayo Clinic, in Rochester, Minnesota. L’ intervento verrà eseguito dal dottore Joaquin Sanchez Sotelo ed è fissato per il 31 Maggio. Il recupero avverà in Spagna e non si sa ancora quando il pilota spagnolo tornerà in moto.

UNA STAGIONE COMPLICATA

Si complica ancora di più questo campionato per Marc Marquez. Oltre ai problemi di simbiosi con il nuovo concetto della moto Honda e la diplopia occorsa dopo la rovinosa caduta di Mandalika, lo spagnolo deve fare i conti nuovamente con i guai dell'incidente di Jerez, che non gli danno pace o forse non gliel’hanno mai data.

Da quando ho avuto il primo infortunio al braccio tutto è stato complicato e la cosa peggiore è stata l’infezione. I dottori hanno fatto un incredibile lavoro a prendersi cura della situazione e nel recupero dell’osso. L'operazione è stata un successo, ma dopo il mio ritorno, ho iniziato a sentire grosse limitazioni. Non mi sono mai arreso e ho seguito tutti i consigli dei dottori.” 

Marc Marquez si è trovato costretto a cambiare notevolmente il suo stile di guida aggressivo, già subito dopo il suo ritorno a Portimao l’anno scorso. Spesso le cose non so sono andate come lui avrebbe voluto e i ripetuti episodi di diplopia, hanno notevolmente complicato il processo. Nella stagione in corso, il pilota spagnolo non è riuscito a raggiungere ancora l’obiettivo del podio considerando che il miglior piazzamento raggiunto è stato il quarto posto a Jerez.

Dall'altro canto però, togliendo le due assenze in Indonesia e in Argentina, è sempre riuscito a concludere tutte le gare a punti e il suo peggior risultato sono stati due sesti posti. Può questo essere abbastanza per un otto volte campione del mondo? Marc Marquez spiega: "Al momento non mi diverto a guidare. Ho molto dolore e poca forza, quindi non posso condurre come voglio. In più ho anche iniziato ad avere dei problemi alla spalla perché sforzo troppo il braccio sinistro per compensare.” 

LA CONFERMA DELL' OPERAZIONE

In questi giorni, nel paddock si era fatta sempre più insistente la voce di una quarta operazione tra giornalisti e addetti del settore. Eppure Marc Marquez aveva smentito questa possibilità giovedì. La conferma che l’operazione è la soluzione più appropriata è arrivata solo venerdì sera, dopo una chiamata con i dottori in America: "Credo che tornerò presto da questa operazione. Non so esattamente quando, ma adesso è il momento giusto per l’operazione perché il dottore ha detto che c’è chiaramente un problema ed è necessario intervenire” 

Il Dr Sanchez Sotelo ha infatti confermato che non ci sono stati sostanziali miglioramenti durante il trattamento di recupero per questo motivo si è deciso di intervenire chirurgicamente. L'intervento richiederà di prelevare il materiale osteosintetico dalla spalla, annessa all'osteotomia dell'omero. Questo procedimento ha lo scopo di migliorare la rotazione e la stabilità della spalla.

Alberto Puig, Team Manager Honda, aggiunge: “Diciotto mesi fa, Marc ha avuto la sua ultima operazione all'omero destro e da quel momento è stato un lungo processo di recupero e molto lavoro con la sua equipe medica di Madrid. Ovviamente abbiamo ottenuto ottimi progressi ma purtroppo la sua posizione sulla moto non è quella ideale per competere come vorrebbe e in base alle sue aspettative” 

“Dopo aver analizzato la situazione, alla fine ieri abbiamo ottenuto la conferma che una quarta operazione può essere eseguita. Si può fare adesso perché l’osso non è morbido, è pronto. Per questa ragione Marc smetterà di correre dopo questa gara e andrà negli Stati Uniti per l’operazione. È stato un lungo periodo con tanta sofferenza e vogliamo ringraziarlo per i suoi sforzi.” 

La conferenza stampa è avvenuta dopo una qualifica, che ha visto Marc Marquez coinvolto in un terribile highside, da cui però il pilota è rimasto fortunatamente illeso. Marc è riuscito a passare in Q2, ma le condizioni miste in cui si trovava la pista per via della pioggia lo hanno indotto all’errore. Domani, Marc Marquez prenderà il via in dodicesima posizione, in quella che sarà la gara prima dell’operazione.

Rebecca Sicali