Alex Palou ha vinto il GP di Road America della Indycar. Il pilota spagnolo ha conquistato la sua terza vittoria in quattro gare, dopo quelle di Indianapolis e Detroit, e dopo la pole alla Indy 500. Con questo successo il team Ganassi ha raggiunto le 250 vittorie nella sua storia. Palou allunga così il suo vantaggio in classifica a più di settanta punti su Ericsson, solo sesto. Sul podio con lui Newgarden e O'Ward, mentre quarto è Dixon, partito ventitreesimo.

Risultati delle qualifiche

Al termine delle qualifiche del Sonsio GP di Road America è Colton Herta a ottenere la miglior prestazione, davanti a Pato O'Ward. Seconda fila per il leader del campionato Palou e il vincitore della Indy 500sta la Newgarden, mentre seguono Rossi e Kirkwood. Solo nono Ericsson, mentre attardati Grosjean (P19), Power (P22) e Dixon (P23).

Classifica delle qualifiche di Road America

Cronaca della gara

Alla partenza Kirkwood e O'Ward si toccano in curva 1: ad avere la peggio è il pilota di Andretti, che finisce fuori in testacoda, mentre O'Ward scivola a metà del gruppo. Nonostante i commissari riescano però a riavviare la vettura numero 27, viene chiamata in causa la prima Caution. Rientrano ai box diversi piloti, tra cui O'Ward, Grosjean, Malukas, Dixon, Power e Kirkwood. Alla ripartenza Herta, Palou e Armstrong prendono un certo margine, mentre dietro ci sono alcune bagarre, specialmente tra Newgarden e Lundgaard, con il danese che viene spinto fuori e perde anche la quinta piazza su Rossi.

Al dodicesimo giro esce di pista Romain Grosjean, e tutti i piloti ne approfittano per rientrare ai box, prima che entri in causa la Pace Car per la seconda volta. Il francese riesce a ripartire, con i commissari che lo rimettono in pista, ma finisce ultimo ad un giro di distacco. Nel caos delle soste Newgarden sale in terza posizione davanti a Rossi e Armstrong. Viene data bandiera verde alla fine del giro 15, ma Harvey esce fuori all'ultima curva dopo un contatto con Castroneves, va in ghiaia e prende le barriere. Ancora gara neutralizzata fino al termine del giro 19.

Alla ripartenza è bagarre dietro i primi, con Armstrong e Rossi che si toccano, mentre dietro Ericsson perde tre posizioni, con anche un leggero contatto con Pagenaud. Tre tornate dopo Rossi si riprende la posizione, ma davanti intanto Palou commette un errorino andando leggermente sull'erba, e viene superato da Newgarden che lo spinge fuori. Al passaggio successivo Armstrong prova a riprendersi la posizione su Rossi, ma nel farlo sbaglia, e perde le posizioni anche su O'Ward e Lundgaard.

Al giro 25 Malukas resta fermo in mezzo alla pista, ed esce per la quarta volta la Pace Car. Appena riapre la pitlane tutti entrano ai box per il secondo pit stop eccetto Armstrong e Power, ma incredibilmente Palou brucia sia Newgarden e Herta e sale in terza posizione. Al restart Armstrong, più leggero, scappa via, approfittando anche del doppiato Grosjean che fa da tappo. Al trentesimo passaggio Herta si riprende la posizione su Palou e sale in terza piazza.

Armstrong rientra al giro 32 per montare le gomme morbide, lasciando Power da solo in testa alla gara. Il campione in carica rientra due giri dopo, e quindi Herta torna al comando davanti a Palou, O'Ward, Newgarden e Dixon.

Le posizioni rimangono invariate fino a quindici giri dalla fine, quando Herta rientra ai box. Al giro seguente è il turno di Palou, O'Ward e Newgarden, ma il messicano ha dei problemi al pit stop, e perde la posizione sullo statunitense. Power quindi torna in testa, ma deve ancora fermarsi, cosa che fa a dieci giri dalla fine, e la strategia lo fa scivolare in quattordicesima posizione.

Nell'ultimo tratto di gara Palou e Herta animano la gara lottando per la vittoria, con il californiano in gestione del carburante. A sette giri dal termine in curva 1 Palou getta l'attacco, passando al comando e involandosi verso la sua seconda vittoria consecutiva. Herta è in crisi con la gestione del carburante, e perde anche la posizione su Newgarden, O'Ward e Dixon.

Classifiche

Palou vince quindi davanti a Newgarden, O'Ward, Dixon e Herta. Solo sesto Ericsson, che prima del GP di Road America era il principale inseguitore di Palou, e che adesso segue a 74 lunghezze di distacco. Il prossimo appuntamento con la Indycar sarà il 2 luglio, per il GP di Mid Ohio.

Classifica del GP di Road America, con Alex Palou vincitore. Credit: Race Control Indycar

Alfredo Cirelli

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi