F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

E’ Francesco Bagnaia a portare a casa la vittoria nella prima gara Sprint della storia della MotoGP. Il Campione del Mondo in carica ha gestito alla perfezione e con grande intelligenza, andando a prendersi la prima posizione proprio nell’ultimo giro.

UNA GESTIONE PERFETTA

Una gestione perfetta quella di Pecco Bagnaia nella prima Sprint Race della storia MotoGP. Il pilota Ducati, dopo un ottima partenza che lo ha visto mettersi dietro a Marc Marquez, ha preferito studiare la situazione prima di sferrare l’attacco decisivo. Attacco decisivo che è arrivato proprio all’ultimo giro e quando sembrava ormai che Jorge Martin avesse la vittoria in tasca, con Pecco che ha aspettato il momento giusto dopo aver studiato l’avversario. In più il pilota Ducati ha scelto la gomma media all'anteriore, a differenza degli avversari che hanno puntato sulla soft. Una scelta questa che ha dato ragione a Pecco, considerati i problemi che ha avuto Martin negli ultimi giri dove si vedeva che la Ducati Pramac era veramente al limite al netto dell’errore dello spagnolo.

In una gara così breve come la Sprint Race fare della strategia non è cosi semplice, ma Bagnaia ha dimostrato tutto il suo valore e di meritarsi il titolo di Campione del Mondo. Il torinese ha infatti gestito la prima parte di gara dove sembrava in difficoltà, andando poi a spingere nella seconda per attaccarsi alla ruota di Jorge Martin, anche lui autore di una gara quasi perfetta. Perfezione che però è durata fino all’ultimo passaggio quando lo spagnolo di Pramac ha commesso una piccola sbavatura in curva 5 che gli è costata la vittoria. Bagnaia è stato bravo a non farsi prendere dall’euforia di stare davanti, e di aspettare il momento giusto per sferrare l’attacco all’ultimo momento possibile.

DUCATI FAVORITA

Segno questo che il pilota Ducati non è soltanto veloce, ma anche lucido ed intelligente nel capire ogni situazione e momento di gara. La vittoria nella prima Sprint Race della storia è un risultato storico sia per Pecco che per Ducati, che possono ritenersi i favoriti per il titolo Mondiale dopo quanto abbiamo visto finora. La casa di Borgo Panigale ha dominato sia nei test che in questo inizio di weekend a Portimao, e sarà difficile per gli avversari battere un Pecco che in questo inizio di stagione sembra più in forma che mai.

LE DICHIARAZIONI DI BAGNAIA

Al termine della Sprint Race, Bagnaia ha dichiarato: “Mi sono divertito, ma è stata difficile per il vento. Era la prima volta che c'era un vento così forte qui rispetto ai test ed alla giornata di ieri. Me la sono goduta, la gara non era lunghissima ma nemmeno troppo breve. Ho gestito la prima parte e ho spinto nella seconda. Ho solo cercato di non stare in scia agli altri visto che avevo la media all'anteriore, e di stare tranquillo. Sapevo che negli ultimi giri sarei potuto tornare su, quindi l'unica cosa da fare era non innervosirmi. Ho visto che Jorge andava meglio in trazione, ma aveva più problemi con l'anteriore rispetto a me. Ho sfruttato questa cosa per cercare di superarlo".

"La Sprint sembra corta, ma in realtà è molto lunga, perché bisogna attuare una strategia completamente diversa. Devi spingere e non sai quanto, perché magari ti ritrovi alla fine senza gomma. Dopo l'esperienza fatta ai test ho solo cercato di guardare come andavano gli altri e poi cercare di vincere, anche se il target era comunque finire nei primi tre.”

Julian D'Agata