Dopo una lunghissima attesa è tempo di fare sul serio con l'edizione 2022 della 24h di Spa-Francorchamps, il più importante appuntamento dell'anno per quanto riguarda il Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Endurance Cup e per l'Intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli.

66 auto, rappresentanti nove case costruttrici, sono attese nelle 'Ardenne' per una prova che prevede ai nastri di partenza la bellezza di 23 auto PRO, un numero record d'altissimo livello che puntualmente regala parecchie emozioni. La corsa che ci apprestiamo a vivere potrebbe essere determinante per l'Endurance Cup e soprattutto per la graduatoria overall, speciale coppa che risente dei pochi iscritti full-time.

24h Spa, Ferrari per il bis, Audi gioca in casa

Ferrari cerca il bis nella mitica location belga dopo il clamoroso successo della passata stagione sotto una pioggia torrenziale. Il finale fu oltremodo interessante, Iron Lynx riportò a Maranello un titolo che mancava dal 2004. James Calado/Nicklas Nielsen/ Miguel Molina #51 e Davide Rigon/Antonio Fuoco/Daniel Serra #71 sono osservati speciali, semplicemente superiori al Paul Ricard ad inizio giugno.

La vittoria francese ha permesso a questi ultimi di diventare i nuovi leader del campionato con un solo punto di vantaggio sulla Mercedes #89 di Akkodis ASP, equipaggio che presenteremo successivamente. Tra gli osservati speciali vi è come sempre anche WRT, squadra di casa che dopo il secondo posto del 2021 insegue il successo con Dries Vanthoor/Charles Weerts /Kelvin van der Linde #32.

A differenza del solito non ci sono degli ingressi extra da parte di Audi che verrà rappresentata ufficialmente da Christopher Haase/Mattia Drudi/ Luca Ghiotto (Tresor by Car Collection #12) e Christopher Mies/ Patric Niederhauser /Lucas Légeret (Sainteloc Racing #25).

La maratona belga rappresenterà anche il debutto in gara a Spa-Francorchamps e nelle Ardenne per Valentino Rossi (WRT #46/Audi), fedelmente accompagnato da Frédéric Vervisch/Nico Müller. Tra le auto da tenere in considerazione non dimentichiamo Attempto Racing #66 con Juuso Puhakka/Marcus Winkelhock e Ricardo Feller, campione in carica dell'ADAC GT Masters che regolarmente corre nel DTM.

Mercedes x3 alla 24h Spa

Sono tre le Mercedes che si presentano al via di una gara che manca nella bacheca della casa di Stoccarda dal lontano 2013. Le AMG hanno dominato la scena il quel di Bathurst a febbraio nella prima corsa dell'IGTC, una prestazione che in Germania sperano che si ripeta anche questo week-end.

Raffaele Marciello/ Jules Gounon / Daniel Juncadella (Akkodis ASP #88) guidano l'armata AMG insieme a GetSpeed #2 e GruppeM Racing #55. Cambia l'equipaggio per la 24h della prima squadra con Maro Engel che è atteso con la squadra asiatica accanto a Maximilian Buhk/Mikaël Grenier. Il tedesco lascerà spazio a Maxi Goetz, campione DTM che si alternerà con i titolari Luca Stolz/Steijn Schothorst.

Porsche all'attacco con rinforzi

Porsche si prepara per dare battaglia, all'attacco del nono acuto nella storia di questo evento. Come sempre vi sarà Dinamic Motorsport con Côme Ledogar/Klaus Bachler, trio che non ha bisogno di presentazioni. I due non potranno fare affidamento sul nostro Matteo Cairoli, positivo al COVID-10 e di conseguenza rimpiazzato dall'austriaco Thomas Preining.

Il marchio di Stoccarda avrà degli importanti rinforzi come GPX Racing, compagine araba che con Michael Christensen/Richard Lietz/Kevin Estre tenterà di ripetere quanto accaduto nel 2019. La squadra araba non è l'unica, spiccano infatti anche KCMG #47 e EMA Motorsport #74. La squadra asiatica farà affidamento su Laurens Vanthoor/Nick Tandy/Dennis Olsen, mentre sarà una volta assoluta per gli australiani con Mathieu Jaminet/Matt Campbell/Feliper Nasr.

Occhi puntati sui vincitori della Rolex 24 at Daytona, equipaggio oltremodo interessante che rappresenterà Porsche insieme anche a Sven Müller/Marvin Dienst/Julien Andlauer Toksport WRT #100. Occhi puntati anche su questi ultimi, presenti alla recente 24h del Nuerburgring.

Lamborghini prova a rompere una maledizione alla 24h Spa

Lamborghini approda a Spa con il chiaro intento di rompere una sorta di maledizione. Il brand bolognese tenta infatti di primeggiare per la prima volta nella propria storia, una missione non impossibile con tre line-up di primo profilo. Emil Frey Racing riporterà in scena la tradizionale coppia di Huracan GT3 che solitamente vediamo nell'Endurance Cup. Segnaliamo infatti Arthur Rougier/Giacomo Altoè / Léo Roussel #19 e Albert Costa/ Jack Aitken / Mirko Bortolotti #63, compagini oltremodo interessanti che saranno affiancate da Orange1 K-PAX Racing #6.

L'équipe californiana, campione in carica ed attuale leader del Fanatec GT World Challenge America Powered by AWS, porterà in Belgio un trio temibile con Andrea Caldarelli/Jordan Pepper/Marco Mapelli. Tutti e tre non hanno bisogno di presentazioni, una squadra che punta al risultato di spicco insieme alle varie Aston Martin.

Gli inglesi all'assalto del Belgio

Abbiamo parlato di Italia, non possiamo non passare di Regno Unito. Dobbiamo infatti citare la presenza di Aston Martin, presente regolarmente nella serie con l'equipaggio PRO formato da Marco Sorensen/Nicki Thiim/Maxime Martin (Beechdean AMR #95).

A questi si aggiungeranno Alex Riberas/Ross Gunn/Charlie Eastwood con i colori di Heart of Racing with TF Sport #23. La squadra americana che solitamente milita nell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship approda in quel di Spa-Francorchamps con il supporto di TF Sport, realtà ben nota che ritroviamo abitualmente nell'European Le Mans Series e nel FIA World Endurance Championship.

Dal Regno Unito non scordiamoci della presenza di Oliver Wilkinson/Marvin Kirchhöfer/Rob Bell (JOTA #38), unica squadra di McLaren presente in PRO. Ricordiamo infatti l'assenza di JP Motorsport, compagine polacca che ha deciso di saltare l'appuntamento belga anche in PRO-Am.

Un 50mo anniversario da celebrare

BMW Motorsport ha il chiaro intento di celebrare nel migliore dei modi il proprio 50mo anniversario nel mondo delle corse nelle Ardenne. La 24h del Nuerburgring non ha sorriso al brand teutonico che ora cerca di rifarsi nella sfida riservata al mondo delle GT3 più importante al mondo.

La missione non è scontata per un brand che detiene il record di affermazioni in questa speciale location. Sono infatti ben 24 gli acuti di BMW che dal 2018 non riesce ad imporsi. Quest'anno vi saranno come accade puntualmente nell'Endurance Cup due auto di ROWE Racing, vetture presenti con Max Hesse/Dan Harper/Neil Verhagen #50 e Augusto Farfus/ Nick Catsburg /Nick Yelloly #98.

Silver Cup, Madpanda per il bis con Mercedes

Madpanda Motorsport ha tutte le carte in regola per bissare quanto fatto lo scorso anno. La missione non sarà in ogni caso scontata per Patrick Kujala/Oscar Tunjo/Sean Walkinshaw/ Ezequiel Companc , ancora senza acuti in un 2022 in cui non stanno mancando le sorprese. Seb Baud/Valdemar Eriksen/Jeff Kingsley/Patrick Assenheimer (GetSpeed #3), Jannes Fittje /Jordan Love/ Alain Valente/Frank Bird (HRT #4) e Al Faisal Al Zubair/Axcil Jefferies/Fabian Schiller (Al Manar Racing by HRT #777) sono le altre tre AMG GT3 da tenere in considerazione per il successo, casa che dovrà vedersela con Audi e WRT.

Benjamin Goethe/Thomas Neubauer / Jean-Baptiste Simmenauer ( WRT #30) e Diego Menchaca /Lewis Proctor /Finlay Hutchison (WRT #31) scendono in pista con Audi, marchio che come sempre verrà rappresentato anche da Daniele Di Amato/Alberto Di Folco/Pierre Alexandre Jean/Lorenzo Patrese (Tresor by Car Collection #11) e Nicolas Baert/César Gazeau/Gilles Magnus/Aurélien Panis (Sainteloc Junior Team #26/Audi).

Allied Racing #22 tenterà di tennere alta la bandiera di Porsche, mentre James Baldwin torna dal virtuale al reale con Nicolai Kjaergaard/Manuel Maldonado /Ethan Simioni/James Baldwin (Garage 59 #159/McLaren). Attenzione anche a Lamborghini e Vincenzo Sospiri Racing, in azione con Michele Beretta/Benjamin Hites/ Yuki Nemoto/Carol Basz (VSR #563) e Luis Michael Dörrbecker/Baptiste Moulin/Marcus Påverud/Mattia Michelotto (VSR #163).

Gold Cup, Inception Racing favorita. Ma nulla è scontato alla 24h Spa

Il successo alla 1000km del Paul Ricard mette la McLaren #70 dell'Incpetion Racing avanti a tutti nel pronostico della Gold Cup. Brendan Iribe/ Ollie Millroy/Frederik Schandorff/Seb Priaulx hanno le carte in regola per ben figurare con la temibile squadra inglese che quest'anno è presente su più fronti come l'IMSA WeatherTech SportsCar Championship o l'International GT Open.

Mercedes resta in agguato con due interessanti formazioni composte da Hubert Haupt/ Arjun Maini/ Florian Scholze/Gabriele Piana (HRT #5) e Winward Racing con il nostro Lorenzo Ferrari che si appresta a debuttare nel leggendario tracciato belga. Il vincitore del Campionato Italiano GT 2021 guida insieme a Lucas Auer l'AMG GT3 #57, formazione che rivedrà all'opera anche Jens Liebhauser/Russel Ward.

Nelle Ardenne di Spa-Francorchamps attenzione anche a Lamborghini con Barwell Motorsports con Alex MacDowall/Sandy Mitchell/Rob Collard/Sam De Haan #77 e Alex Malykhin/ James Dorlin / Ben Barker #78 ed ai padroni di casa di WRT con Ulysse De Pauw/Arnold Robin/Maxime Robin/Ryuichiro Tomita (Audi #33).

Tra gli equipaggi da rimarcare, oltre a Andrew Howard/Valentin Hasse-Clot/ Theo Nouet/Roman De Angelis (Beechdean AMR #97/Aston), citiamo anche le Iron Dames che si apprestano per la prima 24h di Spa-Francorchamps della loro storia dopo la clamorosa pole-position ed il podio di Monza nel FIA World Endurance Championship. Sarah Bovy/Michelle Gatting/Rahel Frey/Doriane Pin, primo equipaggio completamente femmine rappresenteranno la compagine italiana che quest'anno milita full-time nel GTWC Europe Endurance Cup all'interno nella neonata Silver Cup.

PRO-Am: tanti favoriti alla 24h di Spa

Resta obiettivamente complesso fare un pronostico in PRO-Am con tantissime formazioni oltremodo interessanti. Porsche, Ferrari, Mercedes e McLaren hanno tutte le carte in regola per ben figurare in una 24h che si prospetta avvincente anche in questa speciale realtà che con la Gold Cup ha perso qualche ingresso per l'intera stagione.

Ferrari cerca il bis dopo la bellissima affermazione della passata stagione. Occhi puntati su Louis Machiels/Andrea Bertolini/Stefano Costantini/Alessio Rovera, temibile equipaggio che parte sicuramente da favorito insieme alle Porsche che verranno schierate da varie formazioni.

Oltre a Antares Au/Kevin Tse/Dylan Pereira/Jaxon Evans #9 e Niki Leutwiler/Stefan Aust/Alessio Picariello #24 con Herberth Motorsport non possiamo non evidenziare la presenza di Earl Bamber che avrà un molteplice ruolo per l'edizione 2022 della 24h belga. Il portacolori di Cadillac Racing per l'IMSA WeatherTech SportsCar Championship gareggerà infatti con Piti Bhirombhakdi/Christophe Hamon/Tanart Sathienthirakul Bamber (Singha Racing Team TP 12 #39), mentre gestirà un'auto dell'omonima squadra con Adrian D'Silva/Brenton Grove/Stephen Grove/Matt Payne.

Martin Konrad/Kenny Habul/Phillip Ellis/Dominik Baumann (SunEnergy1- by SPS #75) sono gli osservati speciali per Mercedes. Ricordiamo che questa formazione cerca il bis nel 2022 dopo aver primeggiato a maggio a Bathurst in occasione della 12h che ha aperto l'intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli 2022. Menzione d'onore, invece, per Henrique Chaves/ Miguel Ramos/ Alexander West/Dean MacDonald, alfieri di Garage 59 #188 che proveranno a tener alta la bandiera di McLaren.

Appuntamento da domani con le prime qualifiche che come sempre stabiliranno coloro che si giocheranno la pole-position nella serata di venerdì. Il via, invece, è indetto per le 16.45 di sabato.

Luca Pellegrini

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi