Pecco Bagnaia apre la stagione 2023 della MotoGP con un'eccezionale vittoria in terra portoghese regolando l'Aprilia di Maverick Viñales, in coda all'italiano al calare della bandiera a scacchi. Ottima prestazione per Marco Bezzecchi, terzo classificato con la Ducati GP22 del VR46 Racing Team. Grande spettacolo nel finale grazie alla battaglia a sei per il quarto posto, artigliato in extremis da Johann Zarco. Drammatico l'epilogo del GP per Miguel Oliveira, travolto da Marc Marquez all'inizio del terzo giro.

BAGNAIA TIENE STRETTO IL NUMERO UNO, APRILIA IN FORMA

Francesco "Pecco" Bagnaia non avrebbe potuto immaginare un inizio di campionato così dolce, a dir poco memorabile tra la vittoria nella Sprint Race ed il successo nel Gran Premio vero e proprio. Cogliendo per primo la bandiera a scacchi al termine del venticinquesimo giro, il campione del mondo in carica artiglia il ventiduesimo trionfo nel Motomondiale, il dodicesimo in MotoGP. Un traguardo, questo, raggiunto con un Maverick Viñales impegnato a seguire come un'ombra il torinese classe 1997, sempre preciso e mai caduto nella pressione impressa dal pilota Aprilia per quasi l'intera distanza di gara.

DISASTRO OLIVEIRA-MARQUEZ IN CURVA TRE

Nonostante la mancata vittoria, per Aprilia e Viñales quello di Portimão si potrebbe archiviare come un ottimo esordio, simbolo vero e proprio dei passi in avanti fatti a Noale. Peccato per Miguel Oliveira, prima partito a razzo e salito in testa alla corsa nella staccata della prima curva, poi coinvolto incolpevolmente nell'incidente scatenato da Marc Marquez. L'otto volte iridato è finito lungo nella terza curva del giro tre, perdendo totalmente il punto di corda e tamponando in pieno Oliveira, totalmente concentrato a completare il rampino di curva tre.

[embed]https://twitter.com/MotoGP/status/1639978167346642944[/embed]

Dopo esser stato soccorso dai commissari ed aver fatto visita al centro medico, il portoghese di Aprilia RNF ha confermato di aver riportato qualche contusione, rasserenando il team, i colleghi e i tanti tifosi accorsi nell'Autodromo dell'Algarve per sostenerlo. Per quanto riguarda Marc Marquez, invece, pare che l'incidente abbia provocato una lesione al primo metacarpo della mano destra. Lo spagnolo si sottoporrà ad ulteriori verifiche presso l'ospedale Dexeus di Barcellona.

BEZZECCHI A PODIO, LOTTA MAGNIFICA PER IL QUARTO POSTO

Come accennato nel primo paragrafo, il podio del Gran Premio del Portogallo si è chiusa con la Ducati GP22 di Marco Bezzecchi, rimasto molto vicino a Viñales mentre quest'ultimo era impegnato a chiudere il gap su Bagnaia. Alle spalle di Bezzecchi, esordiente dell'anno del 2022, è fiorita una strepitosa battaglia per la quarta posizione, ottenuta nel finale da Johann Zarco, abile nel massimizzare gli sforzi negli ultimi due giri. Nell'arco di tre tornate, infatti, il francese di Pramac Racing ha superato nell'ordine Aleix Espargaró (poi scavalcato anche da Quartararo a causa di un lungo in curva tredici), Jack Miller, Brad Binder e Alex Marquez, quest'ultimo piegato in procinto di affrontare l'ultimo curvone. Yamaha esce dal Portogallo con un magro bottino: come anticipato, infatti, Quartararo ha superato Espargaró nelle ultime battute fermandosi all'ottavo posto dopo una brutta partenza, momento in cui il francese è sceso fino al quindicesimo posto.

A due secondi dal gruppo in lotta per il quarto posto troviamo Alex Rins, decimo classificato alla prima gara con la Honda del team LCR, seguito dall'ex compagno in Suzuki Joan Mir e dall'attuale compagno di box Takaaki Nakagami. Tredicesimo Augusto Fernandez, unico debuttante in griglia, posizionato dinanzi ad un opaco Franco Morbidelli, l'ultimo pilota in grado di chiudere la gara in sella alla propria moto. Oltre ai ritiri di Miguel Oliveira e Marc Marquez, segnaliamo le cadute di Fabio Di Giannantonio, Jorge Martín, Luca Marini e Raul Fernandez.

MOTOGP | GP PORTOGALLO 2023 | RISULTATI UFFICIALI

MOTOGP | GP PORTOGALLO 2023 | RISULTATI UFFICIALIMatteo Pittaccio Leggi anche: MOTO2 | GP PORTOGALLO, GARA: VINCE ACOSTA, ARBOLINO 3° IN RIMONTA

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi