Martinsville

Terzo acuto in carriera a Martinsville per Martin Truex Jr, che vince l’ottavo atto della NASCAR Cup Series. Il campione 2017 della serie, pilota della Toyota Camry #19 del Joe Gibbs Racing, festeggia per la 29° volta nella famosa categoria statunitense ed è il primo a bissare una vittoria da Daytona ad oggi.

Truex, pilota che fino al 2019 non aveva mai vinto in uno short track, conquista il terzo successo nelle ultime quattro apparizioni nello storico catino che sorge nello Stato della Virginia, ovale che in autunno ospita una delle prove dei Playoffs.

Martinsville: Hamlin vs Blaney nella prima fase

Dopo la tradizionale pausa pasquale la famosa serie statunitense ha ripreso il proprio cammino dalla Virginia con una gara che si è tenuta in due momenti diversi. Dopo i primi 41 passaggi, disputati sotto le luci artificiali domenica mattina, l’ottava tappa del 2021 è continuata nella serata di domenica in seguito al maltempo che ha reso impossibile completare la regolarmente la corsa.

La prova primaverile nel famoso short-track statunitense, il terzo in calendario, è iniziata con una bellissima lotta tra Denny Hamlin #11 e Ryan Blaney #12. Il primo, competitivo anche nella prima fase, ha gestito i primi chilometri della corsa di domenica sera prima di cedere il passo alla Ford Mustang #12 del Team Penske.

Dopo la Stage 1, la Toyota #11 del Joe Gibbs Racing è risalita al comando, una situazione che si è presto ribaltata nuovamente. Blaney, una volta tornato in vetta, non ha ceduto la prima posizione fino al ‘secondo traguardo voltante’, conquistato in volata su Hamlin.

Final Stage: inizio con il botto

Dalla Final Stage in poi tutto è cambiato. Denny Hamlin è rimasto nella parte alta della classifica tra una serie di caution che hanno rallentato la corsa. A meno di 150 passaggi dalla conclusione, il #11 si trovava al comando della prova davanti ad Alex Bowman #88 (Hendrick) ed a Joey Logano #22 (Penske), in difficoltà della prima metà dell’evento.

La competizione ha subito la seconda interruzione al giro 386 quando, all’uscita di curva 1-2, Kyle Busch #18 (Joe Gibbs Racing) e Chris Buescher Jr #17 (JTG Daugherty Racing) sono entrati in contatto ed hanno bloccato la pista. 15 auto in totale sono rimaste coinvolti nella carambola che ha obbligato la direzione gara ad esporre la bandiera rossa.

50 giri finali infuocati

Gli ultimi 50 passaggi della gara di Martinsville della NASCAR Cup Series sono iniziati con una nuova bellissima sfida tra Hamlin e Blaney. Quest’ultimo ha perso ogni possibilità di contendersi la vittoria nell’ultima sosta quando, nel ripartire dal proprio box, ha trascinato la pistola e l’apposito filo. La situazione pericolosa che lo ha costretto il #12 a scendere 20° lontano dalle prime piazze.

Hamlin e Martin Truex Jr (Gibbs #19) si sono sparititi il comando dopo una nuova ripartenza davanti alle Chevrolet dell’Hendrick Motorsport di Chase Elliott #9 e Kyle Larson #5. I due teammate del Gibbs Racing hanno dato vita ad un’appassionante sfida che ha visto primeggiare la Camry #19. La situazione non è più cambiata negli ultimi passaggi con Truex che non è più stato raggiunto.

Secondo posto finale per Chase Elliott #9 (Hendrick), bravo nel finale a beffare Hamlin che nella giornata odierna è il pilota che è stato più a lungo al comando. Dopo Martinsville, appuntamento settimana prossima per una nuova manifestazione in Virginia, questa volta al Richmond Raceway.

Luca Pellegrini

Leggi anche: NASCAR | Bristol: Joey Logano vince nella terra del Tennessee

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.