In un finale di stagione MXGP pazzesco che vede Romain Febvre (614), Tim Gajser (613) e Jeffrey Herlings (611) racchiusi nello spazio di soli 4 punti, purtroppo il mondo dei Social torna a distinguersi in negativo. Ad esserne vittima in questo caso è il pluricampione Tony Cairoli, il quale ha affermato di aver ricevuto minacce di morte per aver lasciato passare il compagno di squadra domenica scorsa. Una vicenda che ha semplicemente dell’assurdo, e che il pilota siciliano ha voluto rendere nota a tutti con un messaggio attraverso il suo profilo Instagram.

Mancano ancora due round alla fine di questo Mondiale, con le quattro gare in programma a Mantova il 7 e 10 Novembre. Il team di Claudio De Carli KTM Red Bull Factory intende battere Tim Gajser, campione in carica ed in piena lotta per l’iride. Sul terreno di Pietramurata, Antonio Cairoli in gara 2 ha lasciato passare il compagno di squadra Herlings cedendogli una quarta posizione che vale punti iridati fondamentali. Un gesto che l’#84 ha molto apprezzato e che ha fine gara ha voluto sottolineare: “Vorrei innanzitutto ringraziare la mia squadra e soprattutto il più grande di tutti i tempi, Antonio Cairoli, per il supporto“ ha detto Herlings.

IL GESTO DI CAIROLI E PRADO

Nella seconda manche dell’MXGP del Garda, anche lo spagnolo Jorge Prado Garcia ha fatto altrettanto rendendo la vita facilissima a Herlings. Lo scettro del mondiale motocross verrà quindi assegnato a Mantova, dove ci sarà l’occasione per rendere il meritatissimo omaggio al nove volte campione del mondo siciliano Tony Cairoli, che chiuderà la sua carriera agonistica nello sterrato. In Gara-2 del Gran Premio del Garda di Domenica 31 Ottobre, Antonio ha rallentato all’ultimo passaggio per aiutare il suo team mate Jeffrey Herlings. Il #222 ha dato una grande prova di lealtà e gioco di squadra, aiutando la Casa di Matthighofen con cui ha corso e trionfato negli ultimi dodici anni.

Questo gesto di Tony Cairoli ha fatto guadagnare a Herlings  2 punti che potrebbero essere importantissimi per il computo del mondiale. Antonio sui suoi canali social ha postato un messaggio difendendo la decisione della KTM, ed ha spiegato anche che ogni squadra in questa situazione di campionato avrebbe fatto la medesima cosa. Peccato che, secondo quanto evidenziato dallo stesso pilota siciliano, la cosa non sia andata giù ad alcuni pseudo-tifosi, i quali lo avrebbero addirittura minacciato di morte attraverso i Social. Un atteggiamento intollerabile che lo stesso Cairoli ha voluto pubblicamente denunciare.

IL POST SU INSTAGRAM

Sono contento della mia prestazione – ha scritto nel post pubblicato su Instagram – ma non del risultato. In alcune situazioni devi rispettare l’ordine stabilito e aiutare il tuo compagno di squadra. Qualsiasi marchio lo avrebbe fatto se avesse avuto un compagno di squadra in lotta per il titolo mondiale. Alle persone che mi mandano minacce di morte vorrei rispondere: non me lo merito. Mi comporto sempre come un vero gentiluomo dentro e fuori la pista“.

Il post di denuncia pubblicato da Cairoli sul proprio profilo Instagram

Giacomo Da Rold

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.