Credits: Yamaha Racing | Jeremy Seewer

Dopo la pausa estiva torna in azione la MXGP al GP di Repubblica Ceca. Il mondiale motocross vede sulla terra di Loket la seconda vittoria stagionale di Jeremy Seewer, che precede il rientrante Maxime Renaux. Chiude il podio la tabella rossa Tim Gajser, mai superiore questo weekend ma sempre con la situazione sotto controllo.

LOKET SI TINGE DI BLU

Quello in Repubblica Ceca è stato un weekend pressoché perfetto per Yamaha. Nella classe regina Jeremy Seewer si è imposto in Gara 1 piegando la resistenza sia di Tim Gajser che del compagno Maxime Renaux. È proprio il francese a conquistare la seconda manche, al rientro dopo due weekend di stop a causa di una brutta caduta durante il GP di Germania. Forte della seconda posizione in Gara 2, lo svizzero Seewer trionfa per la seconda volta nel 2022 dopo la vittoria in Francia. Vittoria ancora più dolce per la tabella #91, che si riprende la seconda posizione in campionato ai danni di Jorge Prado. Ora l’alfiere di Iwata ha 452 punti, 10 in più dello spagnolo su GasGas.

A chiudere la gran giornata di Yamaha in MXGP ci sono le ottime prestazioni di Glenn Coldenhoff e Calvin Vlaanderen. I due olandesi hanno chiuso rispettivamente al 4° e 6° posto a Loket.

PRADO E FEBVRE GRANDI ASSENTI

Nelle due gare prive di colpi di scena sono mancati due protagonisti di questa stagione. Jorge Prado non si è mai trovato bene sul tracciato ceco, chiudendo entrambe le gare in 5^ posizione. Nonostante le ottime partenze in entrambe le manche, allo spagnolo è sempre mancato il ritmo per stare coi primi.

Altro grande assente, ma per altri motivi, è Romain Febvre. Il francese di Kawasaki, dopo una buona prima metà gara ha avuto un crollo verticale, chiudendo in una misera 15^ posizione. La tabella #3, indebolito dall’influenza, ha deciso di non prendere parte alla seconda gara prevista nel weekend.

MXGP | RISULTATI GP REPUBBLICA CECA CLASSE MXGP

Credits: MXGP Website

MX2 | TRIPUDIO YAMAHA E GEERTS È ANCORA TABELLA ROSSA

Jago Geerts è tornato finalmente alla vittoria in MX2, prendendosi per l’ennesima volta la leadership iridata ai danni di Tom Vialle. Il belga è rimasto intruppato nel traffico di Stéphen Rubini in Gara 1, chiudendo in terza posizione. Nella seconda manche abbiamo assistito ad un bel duello tra i due pretendenti al titolo, fino all’uscita di Vialle. Il francese di KTM è arrivato lungo, regalando così la vittoria al rivale, che vince per la prima volta un GP dopo Maggiora.

Credits: MXGP Website | Jago Geerts

SECONDA DOPPIETTA PER YAMAHA A LOKET

Come per la MXGP, anche nella categoria cadetta ha visto la casa dei Tre Diapason conquistare i primi due gradini del podio. Alle spalle di Geerts c’è infatti Thibault Benistant, vincitore della prima manche. Dopo una brutta partenza in Gara 2, Benistant ha dovuto accontentarsi del quarto posto di manche, che lo colloca comunque sul secondo gradino del podio. Grazie ai buoni risultati di Loket, Benistant è ora 6° nel mondiale MX2 avendo sorpassato Andrea Adamo (10° nel GP di Repubblica Ceca, ndr).

VIALLE ANCORA COSTRETTO A RINCORRERE

Dopo aver dominato gli ultimi appuntamenti, Tom Vialle è incappato in un qualche errorino a Loket. Il francese di KTM è partito davvero male in Gara 1, rimanendo intruppato nel gruppone e finendo vittima di un contatto con Adamo. Vialle ha rimontato da oltre la top 10 fino al 6° posto in Gara 1, arrivando poi 2° nell’ultima manche di giornata. Forte di 535 punti in classifica, Vialle ora è a -8 nei confronti di Geerts, in una lotta a due che durerà fino all’ultima manche del campionato. La casa di Mattighofen riesce comunque a piazzare una propria moto sul podio. Dopo il 2° posto in Indonesia, Simon Längenfelder si conferma sul podio con la sua GasGas.

MXGP | RISULTATI GP REPUBBLICA CECA CLASSE MX2

Credits: MXGP Website

Valentino Aggio

Leggi anche: MXGP | GP INDONESIA: QUARTA DOPPIETTA STAGIONALE PER TIM GAJSER

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.