Credits: GASGAS Media | Jorge Prado

Jorge Prado ritorna alla vittoria al MXGP di Germania in una Domenica che si potrebbe rivelare cruciale per il campionato. L’antagonista numero uno dello spagnolo di GASGAS, Jeffrey Herlings, è caduto in Gara 1 mentre si trovava in testa alla corsa. Il cinque volte iridato è arrivato al 20° posto, non prendendo parte a Gara 2: non si hanno ancora notizie sulle condizioni. KTM ritrova il sorriso in MX2: Liam Everts vince il primo Gran Premio di carriera davanti ad Andrea Adamo, nuova tabella rossa.

VITTORIA DI FORZA PER JORGE PRADO IN GERMANIA

Quello visto al MXGP di Germania è un Jorge Prado quasi irriconoscibile, ma dannatamente dominante. Non parliamo tanto dei risultati, anche se lo spagnolo di GASGAS non vinceva da un pezzo: più precisamente dal MXGP del Trentino. Se invece parliamo di manche, Prado non arrivava davanti a tutti alla bandiera a scacchi da Gara 1 al MXGP del Portogallo: ben sette manche (della Domenica, senza contare quelle del Sabato, ndr). Ciò che impressiona di più della vittoria di Prado al MXGP di Germania è il modo nel quale sono arrivati i due successi. In entrambe le gare la tabella #61 ha cambiato il proprio approccio: addio partenze a razzo e fughe, oggi Prado ha studiato gli avversari, sorprendendoli negli ultimi minuti di corsa.

In Gara 1 Prado ha recuperato sia Jeremy Seewer che Jeffrey Herlings nel giro di qualche giro, prendendo in contropiede i due piloti più esperti. Prado stava cercando di fare il colpaccio sulla tabella #84, proprio nel momento nel quale è avvenuto il fattaccio. Prado si è ritrovato così in testa, vincendo facilmente Gara 1. Nella seconda manche il due volte iridato MX2 ha avuto a che fare con la seconda Yamaha ufficiale, quella guidata da Glenn Coldenhoff. L’olandese ha opposto resistenza per buona parte della corsa, ma quando Prado ha deciso di passare non c’è stata storia. Un cambio di mentalità davvero impressionante da parte dello spagnolo, dominante in Germania.

ALTRO SPAVENTO PER HERLINGS: MONDIALE A RISCHIO?

Proprio mentre si trovava in testa a Gara 1 nel MXGP di Germania, Jeffrey Herlings è caduto prima di un salto. L’olandese di KTM ha preso un brutto colpo al collo, che si è toccato ripetutamente negli ultimi giri della manche. Si è visto fin da subito che qualcosa non andava: Herlings ha affrontato gli ultimi kilometri di gara a passo d’uomo, non affrontando nemmeno i salti e chiudendo al 20° posto. Poco prima di Gara 2 è arrivata la notizia: la tabella #84 ha lasciato Teutschenthal con dei forti dolori al collo per sottoporsi a dei controlli medici. Non si hanno ancora notizie riguardo le condizioni del pilota, ci si aspetta un comunicato di KTM in giornata.

Questa è la seconda caduta nella stagione di Herlings, scivolato anche in Gara 1 a Kegums ma senza conseguenze. Inutile dire che questo è un bruttissimo colpo per le speranze mondiali di Herlings. Con la tripletta di Jorge Prado nel MXGP di Germania ora i punti da recuperare in campionato sono ben 67. Già la rincorsa non sembra affatto facile, in più non si ha ancora la certezza della presenza di Herlings tra due settimane in Indonesia. Tra qualche mese potremmo parlare del MXGP di Germania come il vero e proprio punto di svolta della stagione 2023.

COLDENHOFF PORTA YAMAHA SUL PODIO, MA CHE SEEWER!

Yamaha ha trovato al MXGP di Germania un Glenn Coldenhoff in splendida forma, capace di conquistare il 2° posto nella classifica generale con 40 punti. Il pilota olandese ha condotto una buona prima manche, chiusa al 4° posto, ma è in Gara 2 che ha fatto la differenza. A sorpresa di molti, la tabella #259 ha conquistato il holeshot ai danni di Prado, mettendosi fin da subito in testa. Coldenhoff ha impresso un ritmo forsennato, ma non è stato in grado di staccare il leader del campionato, subendo il suo ritorno ed il conseguente sorpasso. Coldenhoff si è così portato a casa un convincente 2° posto in una giornata che aveva visto un’altra Yamaha come possibile contendente alla vittoria.

Jeremy Seewer ha avuto la stessa sorte del compagno di tenda nel corso di Gara 1 del MXGP di Germania. Una grande partenza ed un grande ritmo, ma verso la fine di Gara 1 lo svizzero ha dovuto lasciare strada sia a Prado che a Herlings, salvo poi recuperare il 2° posto per la caduta del pilota KTM. In Gara 2 l’elvetico è rimasto coinvolto in un incidente alla partenza insieme agli italiani Alberto Forato (6° in classifica generale, ndr) e Alessandro Lupino (18° in classifica generale e costretto al ritiro in Gara 2, ndr). Ripartito dalle ultime posizioni, Seewer ha realizzato una rimonta da capogiro, concludendo in 5^ posizione. La tabella #91 ha addirittura rischiato di prendersi il podio nella classifica generale recuperando negli ultimi giri Rubén Fernández, protagonista di una caduta senza troppe conseguenze. Il pilota Honda è riuscito a mantenere la 4^ posizione di manche, portandosi a casa l’ultimo gradino del podio.

MXGP | I RISULTATI DI TEUTSCHENTHAL

Credits: MXGP Website

MX2 | LA DINASTIA CONTINUA: PRIMA VITTORIA PER LIAM EVERTS

Dopo il nonno Harry (quattro volte iridato in 125cc e 250cc, ndr) ed il papà Stefan (dieci volte iridato con 101 vittorie, ndr) è finalmente arrivato il turno di Liam Everts. Il pilota belga di KTM scrive finalmente il proprio nome nell’albo d’oro del motocross mondiale in occasione del MXGP di Germania, vincendo il primo Gran Premio di carriera in MX2. La tabella #72 belga continua così la tradizione di famiglia, vincendo Gara 2 sullo storico circuito di Teutschenthal. Everts, che già aveva dimostrato la sua velocità in più occasioni quest’anno (Trentino e Francia su tutte, ndr) ed è finalmente riuscito a mettere insieme tutti i tasselli del puzzle.

Dopo una Gara 1 dove Everts ha avuto la meglio del compagno di tenda Andrea Adamo per la seconda posizione, il classe 2004 si è trovato ad inseguire Lucas Coenen anche in Gara 2, dopo la vittoria di quest’ultimo nella prima manche. Il connazionale di Husqvarna ha infatti dominato Gara 1 sulla pista tedesca e stava facendo lo stesso anche in occasione della seconda manche. La tabella #96 del team Nestaan sembrava destinata a conquistare il primo Gran Premio della sua giovanissima carriera, nella prima stagione a livello iridato. Un problema meccanico ha però fermato Coenen proprio sul più bello, vedendolo costretto al ritiro. Everts si è così ritrovato in testa alla manche decisiva con pochi giri al termine, dovendo così solamente portare la propria KTM sotto la bandiera a scacchi.

Credits: KTM Media | Liam Everts

ADAMO COMPLETA LA DOPPIETTA ED È NUOVAMENTE TABELLA ROSSA

Andrea Adamo completa la seconda doppietta KTM in questa stagione MX2. Se al MXGP di Trentino fu Adamo a conquistare la prima vittoria in carriera davanti al compagno Everts, in occasione del MXGP di Germania i ruoli si sono invertiti. Adamo si porta a casa un 3° posto in Gara 1 seguito da il 2° posto di Gara 2, entrambi arrivati grazie a degli errori delle Husqvarna. Se in Gara 2 il siciliano di KTM ha giovato della rottura di Lucas Coenen, il discorso è diverso per la prima manche. Negli ultimissimi minuti di corsa, Roan Van De Moosdijk è caduto mentre si trovava in terza posizione.

Dopo aver faticato leggermente sul terreno sabbioso di Kegums al MXGP di Lettonia, Andrea Adamo torna ad attaccare al MXGP di Germania. Su un terreno più compatto come quello di Teutschenthal, la tabella #80 è tornata a farsi sentire anche in ottica mondiale. Se Adamo ha avuto l’onore di “indossare” la tabella rossa nella Domenica lettone, il siciliano ha poi perso la leadership iridata ai danni di Kay de Wolf. Il pilota olandese, alla prima vittoria in carriera solo sette giorni fa, ha avuto un weekend da incubo in terra teutonica, favorendo così Adamo. Il classe 2003 di KTM torna così a vestire la tabella rossa, forte dei 405 punti in classifica. A seguire c’è Thibault Benistant, distante 13 lunghezze, mentre de Wolf è a -17.

BUON RIENTRO PER JAGO GEERTS, CHE SFORTUNA DE WOLF

La notizia principale in MX2 al MXGP di Germania è senza dubbio il rientro dall’infortunio di Jago Geerts. Il belga di Yamaha è voluto tornare appena possibile dopo il brutto infortunio al polso a Villars-sous-Écot di un mese fa per lottare per il campionato. Tutti sapevano che non sarebbe stato facile per la tabella #93, ma Geerts ha comunque portato a casa un buon 9° posto nella classifica generale con 22 punti a suo nome. Thibault Benistant, ormai passato a prima punta di Yamaha, ha chiuso il podio in classifica generale con 38 punti conquistati. Al rientro questo weekend anche la terza Yamaha ufficiale, quella guidata dal rookie Rick Elzinga: il campione europeo 250cc in carica ha finito il weekend al 15° posto nella classifica generale.

Un weekend davvero complicato per colui che aveva preso il comando del campionato solo una settimana fa. Kay de Wolf si è storto la caviglia per ben due volte: una il Giovedì, prima dell’inizio del weekend, e l’altra durante la manche di qualifica del Sabato. L’olandese ha dovuto così correre due gare in difesa, terminate rispettivamente al 11° e 10° posto, risultati che lo mettono appena al di fuori della top 10. Dopo il weekend da favola in Lettonia, Husqvarna si deve accontentare del 4° posto assoluto di Roan Van De Moosdijk e del 7° posto di Lucas Coenen, ritirato in Gara 2.

MX2 | I RISULTATI DI TEUTSCHENTHAL

Credits: MXGP Website

Valentino Aggio

Leggi anche: MXGP | LETTONIA: WEEKEND PERFETTO PER JEFFREY HERLINGS A KEGUMS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.