Penalizzazione Yamaha MotoGP 2020

Dopo l’investigazione di oggi pomeriggio sui motori delle M1, arrivano le penalità. Si era parlato di danni alla classifica piloti, ma a risentirne sarà il campionato costruttori: Yamaha perde 50 puntiMonster Energy Yamaha penalizzata di 20 punti, mentre Petronas Yamaha SRT ne perde ben 37.

INVESTIGAZIONE: MOTORE YAMAHA

Nel pomeriggio di oggi è arrivata la notizia dell’investigazione in atto sul team Yamaha. L’indagine è stata aperta in seguito al riscontro dell’utilizzo di valvole illegali nel motore delle Yamaha M1.

Il caso risale al Gran Premio di Spagna di Jerez, quando il costruttore ha rilevato dei problemi nei motori delle proprie moto, dapprima con Maverick Viñales per poi ottenere gli stessi risultati sulle moto di Valentino Rossi e Franco Morbidelli. Nel tentativo di risolvere tali problemi nel corso del weekend di gara, i meccanici sarebbero incorsi nell’utilizzo delle valvole illegali.

Voci dal paddock riportavano una possibile penalizzazione per i piloti. Ad essere chiamati in causa sarebbero stati tutti i piloti Yamaha, tre dei quattro impegnati attualmente nella lotta per il titolo mondiale 2020.

PENALIZZAZIONE, MA SOLO AL MONDIALE COSTRUTTORI

È arrivata la decisione da parte del Dipartimento Tecnico della FIM. Yamaha Racing Company sarà penalizzata, ma solo nel mondiale costruttori. La squadra giapponese retrocede di 50 punti in classifica: il team Yamaha perde 20 punti, mentre Petronas Racing 37.

C’è comunque chi non ritiene giusta la penalizzazione. I piloti infatti vengono accusati di aver comunque usufruito del vantaggio delle valvole illegali nel motore M1, che potrebbero aver “falsato” le loro prestazioni in pista.

Il compromesso per la sanzione, effettivamente lieve rispetto alle aspettative, nasce direttamente a Jerez. Gli stessi ingegneri Yamaha hanno dichiarato l’atto della sostituzione delle  valvole nel momento in cui veniva effettuato. Da qui la decisione della sanzione lieve da parte della FIM.

CLASSIFICA COSTRUTTORI:
Ducati – 171
Suzuki – 163
Yamaha – 158
KTM – 143
Honda – 117
Aprilia – 36

CLASSIFICA TEAM:
Team Suzuki Ecstar – 242
Petronas Yamaha SRT – 198
Ducati Team – 180
Red Bull KTM Factory Racing – 157
Monster Energy Yamaha MotoGP – 156
Pramac Racing – 128

ROSSI VOLA A VALENCIA PER PARTECIPARE AL GP D’EUROPA

Yamaha Racing Company dopo essere stata penalizzata annuncia a sorpresa che Valentino Rossi è attualmente in viaggio per Valencia. Il pilota italiano ha terminato il periodo di quarantena previsto dal protocollo italiano. Se domani, a fronte di un ulteriore test dovesse risultare di nuovo negativo potrà prendere parte al Gran Premio d’Europa, nel caso contrario sarà Garrett Gerloff a scendere in pista al suo posto.

IL COMUNICATO:

A seguito del risultato negativo del test PCR ricevuto oggi (giovedì 5 novembre), Valentino Rossi si recherà a Valencia, in Spagna, questa sera. Domani farà un altro test PCR secondo i requisiti FIM.

Se dovesse risultare nuovamente negativo, l’italiano potrà prendere parte al Gran Premio de Europa di questo fine settimana. Oggi (giovedì 5 novembre) Valentino Rossi ha effettuato un test PCR e il risultato è tornato negativo per il virus Covid-19. Secondo la legge italiana, al pilota Yamaha è ora permesso di porre fine al suo isolamento e prendere nuovamente parte alla società di tutti i giorni.

Rossi coglierà l’occasione per volare a Valencia, in Spagna, questa sera. Domani (venerdì 6 novembre) farà un secondo test PCR e se il risultato sarà nuovamente negativo potrà ricongiungersi con il team Monster Energy Yamaha MotoGP e prendere parte al Gran Premio de Europa di questo fine settimana. Se Rossi dovesse risultare positivo domani, al suo posto prenderà il posto del sostituto in standby Garrett Gerloff“.

LEGGI ANCHE: MOTOGP| MARC MARQUEZ, RIENTRO POSTICIPATO: A VALENCIA CI SARÀ BRADL

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.