MotoGP test Jerez

La nuova stagione di MotoGP è alle porte: mancano meno di tre settimane ai test ufficiali in Qatar. Per prepararsi al meglio, il 15 e il 16 febbraio Aprilia, KTM e Honda sono scese in pista a Jerez per due giornate di test privati.

APRILIA, HONDA E KTM IN PISTA

La Casa di Noale ha potuto schierare i suoi piloti ufficiali, Aleix Espargaró e Lorenzo Savadori, grazie a una concessione del regolamento, dal momento che durante il campionato 2020 nessuno dei suoi ha centrato l’obiettivo podio.

Un errore a cui Aprilia intende rimediare con l’ausilio della nuova RS GP 2021 che è scesa in pista per lo sviluppo proprio in questa occasione. Invece, in qualità di tester, si sono presentati sul circuito spagnolo Dani Pedrosa e Mika Kallio per KTM, oltre a Stefan Bradl per Honda.

Nella prima giornata di prove il più veloce è stato Bradl che, in sella alla Honda, ha firmato un tempo di 1:38:968, seguito dall’Aprilia di Aleix Espargaró (1:38:975) e dalla KTM di Daniel Pedrosa (1:39:209).

Nel secondo giorno di test MotoGP, grazie a condizioni climatiche quasi primaverili, i tempi si sono abbassati e la situazione si è ribaltata. Infatti, Aleix Espargaró è stato il più veloce in pista, mostrando il potenziale dell’Aprilia RS GP 2021. Il pilota spagnolo è sceso sotto il muro dell’1:38, fermando il cronometro a 1:37:747, migliorandosi di più di 1 secondo.

Hanno abbassato il riferimento del giorno precedente anche Stefan Bradl (1:38:289), secondo in quest’altro giorno di prove, e Daniel Pedrosa (1:38:607). Dietro “Il Camomillo”, Lorenzo Savadori non ha trovato il giusto feeling con la sua Aprilia a causa di un problema alla spalla, ed ha portato a casa un crono di 1:40:679 nel Day1, e di 1:39:869 nel Day 2.

Chiara Toffolo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.