Dovizioso Campionato

Il Gran Premio di Teruel si è concluso con uno scenario pessimo per la Ducati. Out entrambe le Pramac di Bagnaia e Miller. Decimo Petrucci, tredicesimo Dovizioso che al termine della gara ha dichiarato “Non ha senso parlare di campionato“.

Il secondo weekend sul circuito Motorland di Aragón è terminato con uno scenario prestazionale pessimo per la marca di Borgo Panigale. Migliore delle Ducati, ieri in pista nel Gran Premio di Teruel, quella del team Esponsorama guidata da Johann Zarco, quinto al traguardo del Gran Premio. Out entrambi i piloti del team Ducati Pramac: Jack Miller e Francesco Bagnaia, entrambi protagonisti di due cadute, senza conseguenze per i riders, costretti al ritiro dalla gara. Decima posizione per la ufficiale di Danilo Petrucci, mentre solo tredicesimo, su quinti piloti arrivati a fine gara, la Ducati di Andrea Dovizioso. Il pilota romagnolo, ormai in quinta posizione nella classifica mondiale piloti dopo il, si è portato a -28 punti dall’attuale leader Joan Mir, complicando ulteriormente la sua posizione in ottica campionato.

LE DICHIARAZIONI DEI PILOTI

Andrea Dovizioso (SkySport MotoGP): “Purtroppo non è il brutto risultato di oggi, avevo capito in base alle sensazioni se potevo dire la mia e quest’anno non l’ho mai avuta. Anzi la sensazione è anche peggiorata. Non ha senso parlare di campionato, ma di velocità e al momento non ne ho. Non è questione di motivazione, ma è brutto correre con queste sensazioni. Se non sei veloce abbastanza da essere a tiro del podio, è brutto. Se ce l’avessi, sarei in lotta per il Mondiale”.”Zarco? Anche noi ci facciamo questa domanda, perché anche nel passato ci sono alti e bassi di tutti i piloti Ducati. Guardi i dati, ma poi contano i punti nel campionato. Non abbiamo fatto grandi exploit, ma siamo stati comunque in lotta. Era già successo altre volte e viceversa, non c’è una situazione sotto controllo e non sta funzionando bene. Nessuno ha trovato la soluzione“.

Danilo Petrucci: “E’ stata una gara in salita, considerando che partivamo molto indietro. Fortunatamente questa mattina siamo riusciti a trovare un buon setup che ha in parte risolto i nostri problemi. Ho cercato di gestire bene le gomme nei primi giri e sul finale di gara sono riuscito a fare anche qualche bel sorpasso. Purtroppo soffriamo ancora di una certa mancanza di velocità in rettilineo, ma in generale il mio feeling con la moto è migliorato. Oggi il nostro obiettivo era finire in top ten e ci siamo riusciti, ottenendo punti importanti per la classifica”.

Jack Miller: “Non c’è molto da dire, a parte che sono stato buttato a terra alla seconda curva da Binder. Avevo fatto una buona partenza, ma la mia gara è finita subito. Ora ci concentreremo su Valencia“.

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.