Scommessa vinta per lo spagnolo dell’Aprilia Racing Team Gresini che ora si metterà in camera da letto una MotoGP. Il primo storico podio della casa di Noale in MotoGP coincide con un nuovo record per la massica categoria. Nelle prime sei posizioni sono state rappresentati tutti e sei i marchi in gara. Un podio quello di Aprilia che profuma di successo mentre martedì sulla RS-GP salirà Maverick Vinales!

A inizio stagione dopo gli ottimi test precampionato Aleix Espargaro aveva raggiunto un accordo con Massimo Rivola responsabile di Aprilia Racing. In caso di podio durante la stagione Aprilia avrebbe dovuto regalargli una MotoGP. A metà stagione la scommessa è stata vinta. Grazie al terzo posto di Silversotne, dopo averla sfiorata già quindici giorni fa al Red Bull Ring. Un podio storico per Aprilia che arriva dopo anni difficili dall’esordio del 2015 con quella che di fatto era una ART (marchio con cui la casa di Noale presentava le moto nella categoria CRT, ndr) aggiornata alle ultime evoluzioni figlie della mente di Massimo Rivola che negli ultimmi due anni hanno avvicinato la RS-GP alle prime moto della griglia.

CON ALEIX LA WORKING CLASS VA AIN PARADISO

Una scommessa anche per Aleix Espargaro che in sei anni di Aprilia ha visto passare accanto a lui sei compangi di squadra differenti risultando sempre il più veloce. Lui che con la ART gestita dal team Aspar vinse anche la categoria a loro dedicata nel 2013. Negli ultimi giorni aveva dichiarato di vedersi tra i migliori 3 piloti in MotoGP. Forse non in termini assoluti, ma oggi possiamo affermarlo con certezza per lo meno a Silverstone. Che Alaix si lasci andare spesso ad affermazioni impopolari lo sappiamo ma probabilmente già ieri sentiva di avere qualcosa in più in questo weekend.

Aleix è sempre stato considerato il meno talentuoso dei fratelli Espargaro, con Pol che può vantare un titolo in Moto2. Aleix ha sempre lavorato sodo e in condizioni mai favorevoli. Accettando da prima la sfida delle CRT centrando anche uno storico podio con la Yamaha Forward ad Aragon. Poi la sfida di rendere competitiva una Suzuki nata praticamente coi suoi suggerimenti ed ora dopo anni di fatiche in Aprilia la gioia anche con la casa veneta. Ed attenzione perchè la prossima gara è Aragon dove Aleix è sempre andato fortissimo e vista la competitività dimostrata a Silverstone non è impossibile immaginare un bis.

APRILIA ORA TOCCA A TE

Il primo storico podio conquistato in MotoGP da Aprilia arriva in un momento importantissimo per la casa veneta. Nelle scorse settimane infatti si è accaparrata le prestazioni di Maveirck Vinales che martedì e mercoledì sarà in pista a Misano per la prima volta da uomo di Noale. Se il test dovesse dare i risultati sperati Vinales volerebbe poi ad Aragon dove inizierà la sua nuova carriera da pilota Aprilia. Vinales arriva da un anno complicatissimo in Yamaha ma ha le conoscienze necessarie per aitare i tecnici di Noale e migliorare ulteriormente la RS-GP 2022 che nascerà.

Aprilia non avendo ancora vinto una gara ha a disposizione lo sviluppo libero dei motori e nei test dei prossimi giorni ne arriverà uno nuovo, come avevamo già anticipato. Insomma grosse novità, un primo storico podio in MotoGP e un nuovo pilota, campione del mondo che non veed l’ora di salire sulla RS-GP. E’ sicuramente un bel giorno per la casa di Noale e tutti i tifosi Aprilia.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.