Tensione in casa Ducati per l'episodio nelle qualifiche di Aragon

Per usare un eufemismo, si potrebbe dire che il clima in casa Ducati non è sicuramente dei migliori. La sessione di qualifiche nel GP di Aragon però ha dimostrato come all’interno del box sembra esserci anche poca comunicazione e gioco di squadra. Prova ne è quanto accaduto oggi nel corso delle qualifiche, con Dovizioso letteralmente infuriato per l’eliminazione dalla Q2.

Durante la Q1 erano ben sei le Ducati che si giocavano l’accesso al Q2 e tutte le previsioni facevano pensare ai due piloti del team ufficiale: Petrucci e Dovizioso. Jack Miller però ha centrato il secondo posto utile, condannando l’italiano a scattare dalla 13esima posizione. Notizia tutt’altro che positiva, considerato che il forlivese ha ancora qualche chance di giocarsi il titolo essendo a 18 punti di distanza da Quartararo.

Una volta arrivato ai box Dovizioso ha scagliato i guanti contro il muro, lasciando i meccanici impietriti. Incalzato dai microfoni di SkySport riguardo ad un mancato gioco di squadra, Tardozzi ha commentato: “Non credo ci fosse una strategia tra Petrucci e Dovizioso. Nel 2° run ognuno stava facendo il suo. Andrea arrabbiato per non essere entrato nel Q2, non per non essere stato tirato da Danilo. Andrea è partito un giro di anticipo su Danilo, se l’è trovato per strada, è stata una casualità, non una strategia predefinita”.

Nel frattempo Andrea Dovizioso non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione a riguardo. Domani lo aspetta una gara dura e servirà una grande prestazione per risalire la china e rosicchiare qualche punto a Mir e Quartararo.

Leggi anche: MOTO3 | GP ARAGON, QUALIFICHE: QUARTA POLE STAGIONALE PER FERNÁNDEZ

Michele Iacobello

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.