Tripletta tutta italiana al Gran Premio OCTO di San Marino e della Riviera di Rimini con Dennis Foggia (Leopard Racing) davanti a Niccolò Antonelli (Avintia VR46) e Andrea Migno (Rivacold Snipers Team). Tre italiani sul podio, sul circuito di casa, e ben 25 mila applausi ad accoglierli sul traguardo. Con quattro podi consecutivi e due vittorie di fila, Dennis Foggia (Leopard Racing) riapre ufficilamente la lotta per il mondiale e si posiziona alle spalle del leader a soli 42 lunghezze di distanza.

 

CHE GARA, CHE ITALIA!

Al Misano World Circuit Marco Simoncelli l’Italia ha dominato sul suo tracciato in una manche divertente, piena di colpi di scena e con un ritmo incredibile. Al via del semaforo verde, mantengono le posizioni della qualifica i quattro italiani più veloci con Romano Fenati (Sterilgarda Max Racing Team) in testa seguito da Niccolò Antonelli (Avintia VR46), Dennis Foggia (Leopard Racing) e Andrea Migno (Rivacold Snipers Team). Italiani che si impongono sulla testa della competizione e non lasciano spazio agli avversari, tanto da entrare in bagarre tra di loro e lasciar scappare per provare l’allungo Fenati.

La bagarre tutta italiana ha permesso a Sergio Garcia (Santander Consumer Bank GasGas Aspar) di entrare in lotta per il podio davanti a Andrea Migno (Rivacold Snipers Team). Il tutto a causa dell’errore di Niccolò Antonelli (Avintia VR46) in frenata che, con un lungo, scivola in settima posizione davanti a Stefano Nepa (BOE Owlride) che guida il gruppone degli inseguitori con Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo), Xavier Artigas (Leopard Racing) e Riccardo Rossi (BOE Owlride). Più che una gara del mondiale, con tutti gli italiani in testa, sembrava più una gara dell’italiano.

A dieci giri dal traguardo il colpo di scena che ha rimescolato tutte le carte in tavola. Romano Fenati (Sterilgarda Max Racing Team) fuori dai giochi dopo che aveva accumulato un vantaggio di ben tre secondi. Qui Dennis Foggia (Leopard Racing) ha visto riaprirsi il mondiale completamente come la pressione improvvisamente di vincere a tutti i costi. E così è stato.

Ottime le prestazioni anche di Stefano Nepa (BOE Owlride) e Riccardo Rossi (BOE Owlride) rigorosamente 9° e 11°.

ACOSTA SOFFERENTE A MISANO

Il leader del campionato Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) è apparso sofferente per l’intero weekend e in gara ha giocato in difesa cercando di non perdere troppi punti in campionato. Con la vittoria di Dennis Foggia (Leopard Racing), Acosta si ritrova a dover temere per il titolo anche perchè tra meno di un mese l’appuntamento di Misano si ripete con un’altra manche. Sarà la gara decisiva per assegnare il titolo prima dell’ultima a Valencia?!

Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) chiude la manche del Gran Premio OCTO di San Marino e della Riviera di Rimini in settima posizione dietro a Sergio Garcia (Santander Consumer Bank GasGas Aspar) 4° e a pari punti in campionato con Dennis Foggia, Jaume Masia (Red Bull KTM Ajo) e Darryn Binder (Petronas Sprinta Racing).

GRAVE ERRORE DI ROMANO FENATI

A 10 giri dalla fine con un vantaggio di tre secondi da Dennis Foggia (Leopard Racing) 2°, Romano Fenati (Sterilgarda Max Racing Team) vola nel ghiaione alla Misano1. Il pupillo di Max Biaggi butta via la possibilità di riaprire il campionato e l’ottimo lavoro svolto in un weekend che sembrava già designato. Dopo l’incredibile pole di ieri, la vittoria sembrava scontata. E invece in gara basta un piccolo errore per uscire fuori dai giochi. L’alfiere Husqvarna invece di amministrare con sangue freddo si è lasciato condizionare dalla foga di vittoria e di quella di poter dominare su tutti con un vantaggio incredibile sulla pista di casa.

PAROLA AI PROTAGONISTI 

Niccolò Antonelli (Avintia VR46) 3° al suo decimo podio in Moto3: “È importante essere qui sul podio a Misano. Certo senza il mio errore magari avrei vinto o magari sarei arrivato secondo, non lo so, ma gli errori in gara succedono e sono contento di essere qui davanti al pubblico di casa.”

Andrea Migno (Rivacold Snipers Team) 2° al suo ottavo podio in Moto3: “Sono felicissimo, è stato un grande weekend! Abbiamo avuto un grande bel passo, abbiamo lavorato tanto e sono davvero felice di aver raggiunto il podio proprio qui. Certo sarebbe stato meglio vincere ma sono felice. Ho dato tutto. Peccato per Romano che stava davvero volando, velocissimo, grande ritmo e imprendibile!”

Dennis Foggia (Leopard Racing): “Sono molto contento di essere qui. Abbiamo centrato l’obiettivo di riavvicinarci nel mondiale e ora siamo al secondo posto. É bellissimo vincere qui e ringrazio il team per avermi messo a disposizione una moto per vincere. Questa è la mia seconda gara italiana che vinco, prima al Mugello e poi qui. È un sogno.”

Max Biaggi (Sterilgarda Max Racing Team) parlando di Romano Fenati: “Certo rimane il rammarico di quello che avrebbe potuto fare, ma è andata come è andata. È una leggerezza, un errore, che non si dovrebbe fare però quando giri così forte sei propenso all’errore. Questa volta è toccato a Romano purtroppo. Sono situazioni di gara che possono accadere. Fino a quel momento Romano è stato impeccabile, ha dominato e ci dobbiamo concentrare su questo che gli deve dare forza per le prossime gare.”

Dennis Foggia (Leopard Racing) vince a Misano su Antonelli e Migno
Dennis Foggia (Leopard Racing) vince a Misano su Antonelli e Migno
Dennis Foggia (Leopard Racing) vince a Misano e riapre il mondiale
Dennis Foggia (Leopard Racing) vince a Misano e riapre il mondiale

Benedetta Bincoletto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.