Un finale della Moto3 fotocopia di quello del 2020 con Dennis Foggia nei panni di Jaume Masia a prendersi la vittoria ad Aragon. Battuto dal gioco di scie Deniz Oncu che sale sul podio con il suo compagno di squadra Ayumu Sasaki. A terra sia Pedro Acosta, che trascina con lui Artigas, e Sergio García.

“ROCKET” FOGGIA

Ad Aragon la gara della Moto3 come spesso è accaduto è stata decisa con il gioco delle scie sul lungo rettilineo opposto ai box. Deniz Oncu ha imboccato il rettilineo in testa seguo solo dal nostro Dennis Foggia. Perchè alle loro spalle la caduta di Sergio García nell’ultimo giro ha creato un gap tra la lotta per la vittoria e quella del podio. Un finale che ha rispecchiato quello di dodici mesi fa quando Jaume Masia sulla moto del Leopard Racing si mise alle spalle Raul Fernandez. La moto del team Leopard è sempre stata un riferimento qui ad Aragon e Foggia è riuscito a riconfermarsi. Grazie alla caduta di Acosta che ha centrato Artigas, rookie compagno di Foggia nel team Leopard. Foggia torna a sperare nella possibilità di titolo.

Deve quindi accontentarsi solo della seconda posizione Deniz Oncu. Il pilota turco centra il podio una settimana dopo che il fratello Can ha conquistato il suo primo podio nel WorldSSP a Magny-Cours. Completa il podio Ayumu Sasaki facendo festeggiare Herve Poncharal che vede tutte e due le sue moto sul podio. Deve accontentarsi della quarta piazza Izan Guevara che precede la coppia azzurra con Niccolò Antonelli davanti ad Andrea Migno. Settima piazza per il poleman Darryn Binder davanti a Stefano Nepa che continua a mostrarsi sempre più competitivo. Chiudono la top10 Tatsuki Suzuki e Jaume Masia che come detto lo scorso anno qui vinse entrambe le gare della Moto3.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.