Moto2 Qatar Vietti
Credit: profilo Twitter VR46

Le qualifiche di Moto2 nel Gran Premio di Qatar sono state ricche di colpi di scena, con Vietti in pole. In una giornata difficile, segnata da un’atmosfera torbida causata dalla sabbia del deserto presente nell’aria che ha reso complessa la visibilità in pista. Nonostante questo, Celestino Vietti ha conquistato la pole, seconda casella in griglia per l’italiano Tony Arbolino, seguito da Sam Lowes che si è visto relegato alla terza posizione dopo l’annullamento del suo tempo.

Q1: PASSANO ARENAS, ALDEGUER, BENDSNEYDER E BALTUS

Tra gli italiani a caccia dell’accesso alla Q2 troviamo Simone Corsi, Lorenzo Dalla Porta, Alessandro Zaccone, Romano Fenati e Niccolò Antonelli. Albert Arenas, pilota da tenere d’occhio, ha conquistato la piazza nella Q2 nell’ultimo time attack segnando 1:59.371, seguito dallo spagnolo Fermín Aldeguer che ha sorpreso con la Boscouscuro, Bo Bendsneyder e Barry Baltus. Quest’ultimo ha ricevuto qualche parola in pista da Arenas per aver seguito la sua scia.

Credits: motogp.com

Q2: PRIMA FILA ITALIANA, POLE PER VIETTI E SECONDO ARBOLINO

La sessione di Q2 in Moto2 è stata caratterizzata da diverse cadute che hanno provocato bandiere gialle rallentando la pista. Proprio quando i piloti stavano preparando i primi time attack, è apparsa la prima bandiera gialla per la caduta di Somkiat Chantra.

Tutti gli occhi erano puntati sul rookie Pedro Acosta che purtroppo, mentre girava in casco rosso, è caduto a tre minuti della fine. Questo ha provocato un’altra bandiera gialla che ha messo in pericolo l’attacco alla pole degli italiani. Lo spagnolo ha chiuso in decima posizione.

A due minuti dalla fine della sessione, nuova bandiera gialla per la caduta di Marcel Schrötter che si è posizionato tredicesimo. Al passaggio sotto la bandiera a scacchi troviamo Sam Lowes in prima pozione con 1:58.905, secondo Vietti e terzo Arbolino. Ma l’illusione della quarta pole position nel tracciato di Lusail per il britannico è durata poco, perché presto è arrivata la conferma che il suo tempo è stato cancellato per aver sorpassato i track limits nella curva 15.

Questo ha permesso a Celestino Vietti, del Team Mooney VR46 Racing, di guadagnarsi la prima pole position della stagione con un crono di 1:59.082. Alle sue spalle l’italiano Tony Arbolino e Sam Lowes terzo. Ricordiamo i tempi di riferimento del tracciato: record della pole position per Joe Roberts nel 2020 con 1’58.136

Filip Salac domani scatterà quarto, seguito da Ai Ogura e Augusto Fernández, che nelle prove libere del venerdì, aveva marcato un buon passo gara, ma nelle qualifiche si è trovato in difficoltà e chiuderà quindi la seconda fila.

In terza fila troviamo Jake Dixon, accompagnato da due spagnoli: Fermín Aldeguer che veniva della Q1 e Aron Canet che ha mantenuto un ritmo costante durante i test di precampionato e nelle prove libere di ieri.

Credits: Tissot

Ricordiamo l’appuntamento di domani con la gara di Moto2 alle 14:20h.

Victoria Ortega Cabrera

Leggi anche: MOTO3 | GP QATAR, QUALIFICHE: GUEVARA A TUTTO GASGAS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.