Moto2 | Augusto Fernández vince dopo tre anni di digiuno
Fonte: Red Bull KTM Ajo - Twitter

A tre anni dall’ultimo acuto nel motomondiale Augusto Fernández ritorna sul gradino più alto del podio vincendo a Le Mans in Moto2. Sono 973 i giorni passati tra il GP di San Marino 2019 ed il GP di Francia 2022, una parentesi temporale infinita in cui Fernández non ha più assaporato il sapore del successo, avvicinato in più occasioni ma mancato fino a domenica scorsa.

IL CONFRONTO CON ACOSTA A LE MANS

L’unico pilota capace di fronteggiare Augusto Fernández nel circuito Bugatti di Le Mans è stato Pedro Acosta, almeno fino a quando il campione Moto3 2021 è rimasto in sella alla propria Kalex Moto2. Caduto a dieci giri dalla fine, Acosta ha lasciato campo libero a Fernández, autore di una prima fase di gara impostata principalmente sul seguire il compagno di box. Dopodiché, lo spagnolo classe 1997 ha avuto vita facile e ha tagliato il traguardo in totale scioltezza mettendo fine ad un digiuno che appariva interminabile.

AUGUSTO FERNANDEZ: “DIFFICILE MANTENERE LA CONCENTRAZIONE CON TUTTO QUEL VANTAGGIO!”

Alla fine del GP di Francia, classe Moto2, Fernández ha commentato così la quarta vittoria in carriera: “Sono veramente molto contento di aver vinto di nuovo. È incredibile! La gara è stata molto difficile, soprattutto quando sono stato per tanto tempo da solo in testa alla corsa. All’inizio, quando ero con Pedro (Acosta, ndr), entrambi ci spingevamo a vicenda ed era più facile guidare con un passo veloce. Quando Pedro è caduto ho visto il vantaggio sugli inseguitori e ho perso un po’ di concentrazione. Non sapevo se Pedro stesse spingendo troppo in rapporto alle condizioni della pista. Nel momento in cui ho visto che il gruppo dietro stesse girando sull’1:37 ho cominciato a pareggiare i tempi. Mi sono dovuto sforzare per evitare errori. La gara è stata lunga ma giro dopo giro l’abbiamo portata a casa. Sono molto contento e soddisfatto, tutto il weekend è stato buono per noi!”

LA VITTORIA CHE PROIETTA FERNANDEZ VERSO LA RIMONTA NEL MONDIALE

Attraverso i 25 punti conquistati nel GP di Francia, classe Moto2, Augusto Fernández inizia la propria rincorsa sul leader del mondiale. Dopo Le Mans è sempre Celestino Vietti a comandare con 108 punti, 39 in più su un Fernández che da ora potrebbe cambiare ritmo. Quello di Le Mans è il risultato che serviva al madrileño per recuperare punti nella classifica piloti e, soprattutto, morale siccome l’inizio dell’avventura con il team Ajo non è stato facile.

Leggi anche: MOTO3 | GP FRANCIA: LA GESTIONE DELLA BANDIERA ROSSA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.