Yari Montella

Dopo l’esordio in Moto2, Yari Montella ha “debuttato” anche sui canali di LiveGP durante la puntata numero 265 di Motorbike Circus. Il pilota salernitano ha parlato delle due gare disputate in Qatar.

QATAR PISTA NON FACILE

“Devo dire che il circuito è stato facile da imparare. Bisogna imparare subito perchè vanno tutti forte. Il mio obiettivo era quello di arrivare in zona punti, non sicuramente vincere. Ora ci stiamo lavorando, ci siamo andati vicini”.

CONFRONTO TRA GARA 1 E GARA 2

“Sono migliorato sicuramente nella seconda gara. Sto e stiamo lavorando molto sullo stile di guida. Ancora non mi fido a fare le curve di percorrenza perché sento il retro un po’ ballerino e su questo ci stiamo lavorando. La seconda gara mi è servita sicuramente e ci siamo focalizzati molto sullo stile. La moto è competitiva, ma io personalmente sto lavorando su me stesso. Sto cercando di capire come adattarmi il prima possibile a questo tipo di posteriore”.

NON SOLO GOMME, DIFFERENZE ANCHE DI TELAIO E MOTORE CON IL CIV

“Si questo è vero. Si lavora anche sulla trattietoria e sulla linea. Quando parlo di lavoro su me stesso intendo proprio come muovermi in sella. Tra le due categorie cambia ovviamente il telaio e il motore, ma la base è più o meno simile”.

CI SARANNO 4 TAPPE SPAGNOLE, POTREBBE ESSERE UN VANTAGGIO

“Ma io penso che la pista la si impari piuttosto velocemente. Una volta che fai tre o quattro turni il circuito lo conosci. Uno delle piste più rognose è sicuramente Portimao perché è una delle più tecniche, diversamente dal Qatar che ha molte curve lunghe”.

Di seguito potete trovare il link all’intervista completa di Yari Montella per Motorbike Circus:

Michele Iacobello

LEGGI ANCHE: L’INTERVISTA | LUCIO CECCHINELLO A MOTORBIKE CIRCUS: “ALEX MARQUEZ PUÒ LOTTARE PER LA VITTORIA”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.