Lucio Cecchinello ospite a Motorbike Circus
Lucio Cecchinello ospite a Motorbike Circus

Nel corso della puntata numero 263 di Motorbike Circus è venuto a trovarci Lucio Cecchinello. Il team manager di LCR ha parlato dei test in Qatar, delle sue aspettative per la stagione 2021 di MotoGP e delle sue sensazioni sul team della Moto E.

BRUTTO INCIDENTE PER MARQUEZ DURANTE I TEST!

Alex ha già dimostrato il potenziale per salire sul podio e lottare anche per la vittoria. Per quanto riguarda il Qatar abbiamo iniziato con qualche problema, ci manca un po’ di grip però non dimentichiamoci che sono caduti in tanti durante i test, non solo Alex”.

GUARDA QUI LA PUNTATA NUMERO 263

PISTA MOLTO SPORCA 

Il Qatar è una pista fuori dalla città e intorno c’è il deserto. Non appena si alza un po’ di vento tutta la sabbia si deposita sull’asfalto. I piloti in qualche modo puliscono, però c’è deposito di sabbia e si vede quando passano le moto. Speriamo che nei prossimi giorni non ci sia vento, soprattutto per il weekend di gara”.

QUALI SONO LE DIFFERENZE RISPETTO ALLA MOTO DELLO SCORSO ANNO?

“La moto 2021 non è cambiata in maniera radicale. Abbiamo ricevuto delle evoluzioni durante i test e qualcosa dobbiamo ancora provarla. Partiremo con lo stesso pacchetto aerodinamico, con un telaio molto simile”.

NON CAMBIARE IL MOTORE PUÒ ESSERE UN VANTAGGIO? 

“Dal punto di vista manageriale è chiaro che ci è convenuto appoggiare il regolamento di congelare i motori. Dal punto di vista ingegneristico, invece, è ovvio che mi sarebbe piaciuto avere motori ulteriormente evoluti. Ducati ci fa un po’ preoccupare perché sul dritto ci danno 9 km/h sul rettilineo.

CHE ASPETTATIVE HAI PER IL TUO TEAM DI MOTOE?

“Quando iniziamo un progetto cerchiamo di portarlo sempre avanti. Abbiamo dovuto trovare altri piloti in pochi giorni e, se prima con Canepa e Simeon pensavamo di puntare subito al podio, con Zannoni e Pons dovremo aspettare un po’ di più. Il nostro obiettivo è arrivare nei top ten e fare qualche punto”.

ALEX MARQUEZ E NAKAGAMI QUALE DIREZIONE HANNO PRESO DURANTE I TEST? SONO SIMILI O DIVERSI COME PILOTI?

“Devo dire che tutti i piloti Honda sono piuttosto simili, eccetto Marc Marquez. Nakagami è uno che usa un rapporto un po’ più lungo, mentre Alex ha girato con un rapporto più corto. A livello di set up sono simili, ma non identici. Alex è inoltre molto alto e incide sulla distribuzione del corpo”.

Grazie a Lucio Cecchinello per aver partecipato alla 263esima puntata. Motorbike Circus torna ogni martedì alle 21.

Michele Iacobello

LEGGI ANCHE: L’INTERVISTA | GIACOMO AGOSTINI A MOTORBIKE CIRCUS: “MÁRQUEZ DEVE ANDARE IN QATAR

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.