Kevin Estre Foto: Pier Colombo

Kevin Estre ci regala una bellissima intervista nel corso del venerdì della 6h di Monza, terzo atto del FIA World Endurance Championship. Il francese di Porsche si prepara a dar battaglia nel tempio della velocità in coppia con l’elvetico Neil Jani.

Il #92 del Mondiale ha dichiarato ai nostri microfoni: “Amo Monza, questa pista ha una atmosfera speciale. Mi piace correre inuna pista vecchio stampo, adoro certe piste. Mi ricordo quanto fu bello il Prologue del 2017”.

Il transalpino ha continuato con una considerazione sul WEC alla vigilia della terza prova del 2021. “La stagione sta andando molto bene. Purtroppo ci sono poche auto, ma la lotta con Ferrari è molto competitiva. Mancano delle case, ma a volte è più divertente essere in pochi, ma ravvicinati che in tanti distanti. Il WEC è più difficile quest’anno con il traffico, le LMP2 è molto più lente. Ferrari è un rivale molto temibile, a Le Mans ci sarà anche Corvette che in IMSA è velocissima”.

Kevin Estre, un ricordo del Nürburgring con un occhio a Spa-Francorchamps

Kevin Estre, in coppia con Matteo Cairoli e Michael Christensen, ha vinto la 24h del Nürburgring, una gara mitica che nel 2021 è stata condizionata dal maltempo. Il francese ha dichiarato alla stampa: “La 24h del Nürburgring 2021 è stata speciale. Dopo Le Mans è una delle piste che adoro in assoluto. La gara è stata corta con delle condizioni molto complesse. Servivano le gomme giuste nel momento giusto. La partenza è stata particolare con la pioggia che arrivava solo in un determinato punto della pista. Anche il restart, con la nebbia è stato molto particolare”.

L’ex vincitore della 24h di Le Mans ha continuato dicendo: “Non ho mai spinto così forte al Nürburgring, non ho mai preso così tanti rischi. L’unico paragone potrebbe essere nel 2019, ma era tutto diverso. Qui dovevo superare e non farmi beffare, due anni fa era solo una rimonta ed ero secondo.

Il nativo di Lione guarda a fine luglio quando, con il team Rutronik, affronterà la 24h di Spa-Francorchamps del GT World Challenge Europe. “Sono due anni che la Porsche vince a Spa. Penso che la macchina sia buona, il team è molto competitivo con degli ottimi risultati. È una 24h speciale con dei pit stop veloci, una prova particolare con un format unico. È completamente diverso del Nürburgring”.

Estre ci svela, in chiusura, un desiderio per il proprio futuro con un obiettivo ben chiaro: “Mi piacerebbe correre con i prototipi e vincere Le Mans nella classifica overall. Il motorsport si sta evolvendo, si sta realizzando qualcosa di unico. I prototipi sono sicuramente nella mia mente per il futuro”.

Da Monza – Luca Pellegrini

Foto: Pier Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.